Chi sta per morire lo avverte

Chi sta per morire lo avverte esperienze

 

Chi sta per morire lo avverte

 

Anche io ho avuto il privilegio di essere accanto ai miei genitori nel momento del loro distacco terreno.

 

So per certo che mio padre voleva che io fossi con lui in quel momento ... era ricoverato da un mese in ospedale, in fase terminale. Io ero appena arrivata (andavo a trovarlo tutti i giorni e stavo delle ore con lui, a volte facevo le notti, alternandomi con mio fratello) e non ho fatto in tempo a dargli un bacio perché è sbiancato in volto, si è messo la mano sul cuore, mi ha guardata, e se n'è andato con lo sguardo fisso nei miei occhi.

 

Per mia mamma è stato diverso ... io abito in un'altra città ed andavo a trovarla tutti gli anni per le ferie.

 

Quell'anno si era aggravata ed io pregavo intensamente di riuscire a fare in tempo a vederla ancora in vita ... e così è stato. Sono arrivata al suo capezzale ed ho trascorso 11 giorni e 11 notti accanto a lei.

 

L'ultima mattina l'ho presa tra le braccia, le ho detto quanto le volessi bene, ma per lei era arrivato il momento di andare a raggiungere tutti i suoi cari che la stavano aspettando ... se n'è andata serenamente e mi ha trasmesso tutta quella serenità, che non posso spiegare a parole.

 

Qualche tempo dopo ho sognato una persona cara, deceduta prima di lei, e mi ha detto che i miei genitori erano insieme, perché si erano amati tanto in vita e si erano ritrovati nell'aldilà.

 

Chi sta per morire lo avverte sono parole di Sara

 

 

 

Chi sta per morire lo avverte esperienze

 

Chi sta per morire lo avverte

 

www.leparoledegliangeli.com

 

Stampa