Il piano di Dio programma incarnativo sforzo impegno per l'Amore

Il piano di Dio programma incarnativo sforzo impegno per l’Amore

Le Guide Angeliche dettano a Lidia al Gruppo di preghiera Amore e guarigione di Catania

27.12.2011

Un caloroso saluto a tutti voi, fratelli.

Un saluto particolare ai fratelli che conoscete – e questa sera accogliete nella vostra casa, provenienti da luoghi lontani e non solo geograficamente. Queste mie parole fanno riferimento alla provenienza antica dei loro spiriti, la cui conoscenza ci è nota; pertanto, bisogna sottolineare il motivo che ha contrassegnato il loro risveglio spirituale così immediato e riconosciuto dalla loro interiorità, senza alcun tentennamento e con fede totale. Lo spirito - così antico –quando si trova nella veste di carne, si può sentire lontano geograficamente dalla propria origine, dalla propria sede spirituale. Questo preambolo vuole avere un significato e dare loro un riscontro sulle intuizioni che i loro animi hanno percepito tantissime volte e in tante occasioni.

L'assonanza spirituale fra spiriti così antichi e così elevati è un fatto scontato perché obbedisce alla risonanza vibratoria della Legge spirituale: cioè a dire, gli esseri - che si sono conosciuti, che si sono incontrati in altre dimensioni, che si sono amati in momenti diversi dell'esistenza, anche su dimensioni spirituali non di questa terra - si riconoscono; quindi, fanno di tutto, mettono in atto qualsiasi evento per rincontrarsi. Pertanto, voi fratelli abitanti di questa città, dovete essere certi, avere la certezza che anche chi è lontano geograficamente dalla vostra terra o si è allontanato per vari motivi, sente sempre il richiamo dentro di sé di riavvicinarsi a chi ha già conosciuto. Lo spirito non dimentica come può dimenticare la mente umana.

Queste creature che sono qui con voi, con tutti noi - in questo attimo dell'eternità che è il vostro tempo - sono desiderosi di conoscenza, di Conoscenza superiore e mai paghi di ciò che apprendono. Questa sete interiore li spinge verso orizzonti apparentemente sconosciuti ma ben noti allo spirito che li incarna. Sono ben preparati e ben saldi nei loro convincimenti interiori perché l'esperienza della vita - di questa vita e di tutte le altre - li ha forgiati e temprati come acciaio, temprati e forgiati ad ogni evento e, di conseguenza, non si lasciano sfuggire queste certezze per altri allettamenti molto più vani, molto più fugaci.

Anche se, a volte, la vita li ha esposti a qualche pericolo di tipo fisico, di tipo psicologico, la tempra dei loro animi li ha salvati e resi incolumi; e oggi possono dire, affermare con sicurezza che gli aiuti richiesti al Cielo, al nostro Creatore, attraverso il loro spirito, gli aiuti sono arrivati. Così, la fede certa, salda e stabile soprattutto nella propria forza - la forza dello spirito - protegge e salva da ogni circostanza che possa danneggiare il cammino spirituale della creatura. I pericoli sono sempre incombenti e le forze del male che contrastano, sempre, le forze del bene, possono allettare, distrarre dal percorso intrapreso - quando questo si presenta faticoso. Ma sapete ormai con certezza, fratelli miei, che nessuna creatura viene lasciata sola nei momenti di abbandono, nei momenti di stanchezza.

Il nostro Signore e Creatore ha reso possibile una rete infinita, invisibile di protettori, di presenze angeliche ma anche di esseri incarnati che aiutano il fratello nel bisogno, nella maniera più giusta, nella maniera più adeguata; cioè a dire sostenendolo nello sconforto e rinfrancandolo con la propria amicizia, col proprio amore. In ogni momento pesante dell'esistenza, per mancanza di salute o di amore o di comprensione da parte degli altri fratelli, arriva sempre l'aiuto, arriva sempre il sostegno. L’aiuto non rappresenta un cambiamento radicale al programma specifico di quella creatura ma una modalità specifica perché possa superare, affrontare e superare quell'evento pernicioso, quell'evento doloroso.

Insomma, fratelli, l'aiuto che arriva dal cielo - anche attraverso l'aiuto specifico dei vostri fratelli umani - è quello più idoneo e più congruo per la creatura. Ogni altro tipo di aiuto che la mente potrebbe volere, che la mente potrebbe ideare non è mai quello idoneo, quello adatto al superamento di quella fase dell'esistenza.

C'è un detto che voi ripetete continuamente e che penso dovreste maggiormente attenzionare: " Dio vede e provvede".

Devo dirvi ancora che, se il percorso si fa duro, se si fa difficoltoso e non per vostra inadeguatezza, impreparazione, inconsapevolezza allora tutto questo succede perché vi avviciniate sempre più alla luce, alla luce dell'amore, alla luce della verità. Ciò che vi lasciate dietro è l'ignoranza, è l'incomprensione, è la mancanza di luce, la tenebra.

È come il percorso immaginario di un vostro grande poeta " Dante Alighieri " che vi ha lasciato un messaggio simbolico del viaggio spirituale di ogni creatura verso Dio, verso la Luce, verso la purificazione dell'anima!

Dal buio dell'inferno si può risalire gradatamente verso la Luce e verso il Bene assoluto lasciandosi alle spalle elementi inutili; spogliandosi man mano delle vesti che non servono più, che non hanno più alcuna funzione. Durante questo percorso, in seno alle infinite dimensioni dello spirito, vengono lasciate, vengono eliminate le scorie, cioè a dire. a uno a uno tutti quegli involucri che compongono la vostra identità spirituale: dal corpo più pesante ai corpi più sottili. Questo procedimento non avviene per caso ma per una ragion d'essere.

L'esperienza che il disincarnato va ad affrontare abbisogna dell'aiuto, di volta in volta, del contributo di un determinato corpo: dal corpo più pesante che voi chiamate fisico ad altri corpi più sottili.

In questo spogliarsi l'essere non perde le sue caratteristiche perché la sua identità spirituale è ascritta, è scolpita nell'akasha, nella memoria cosmica. In tal modo tutte le esperienze di ciascuna parte dell'essere - fatte in consapevolezza - si aggiungono a quella che poi sarà la consapevolezza totale. Debbo usare dei termini che prendo in prestito dal vostro vocabolario, dalla vostra mente terrena, per spiegarvi alcuni elementi delle leggi della metafisica; perciò a volte mi trovo in difficoltà nel reperire i vocaboli giusti per illustrare il mio pensiero adeguatamente. Ma voi siete ormai in grado di comprendere anche intuitivamente le verità che vi espongo perché l'intuizione proviene dallo spirito che ben conosce la Verità assoluta.

Ma senza l'esperienza diretta, la conoscenza della verità non può essere un vostro/nostro appannaggio! Anche noi fratelli disincarnati di altre dimensioni apprendiamo e sperimentiamo col vostro aiuto, col vostro contributo; pertanto l'esperienza che voi fate su questa dimensione, corroborata dalla nostra presenza e dai consigli che vi giungono, diventa un fatto di reciprocità, di crescita reciproca per entrambi. Può sembrare un assurdo ma questa è la Legge d'amore; così si articola la Legge dell'Universo!

Noi cresciamo in consapevolezza per vostro merito, per l'aiuto che vi doniamo, per l'amore che vi esterniamo. Pertanto la proprietà transitiva dell'amore è un fatto inconfutabile, incontestabile e si presenta, si ripropone anche nella vostra esistenza.

Riflettete bene, fratelli, ma senza aspettarvi un ritorno immediato dell'amore che date, dell'amore che trasmettete ai vostri fratelli; anzi, spesso, il ritorno non ci sarà. Ma ciò che si fa, nel cosiddetto bene e nel cosiddetto male - per dirla con voi - ha sempre un ritorno. Pertanto bisogna essere sempre attenti, riflessivi al massimo sui propri comportamenti, sulle proprie azioni e anche sui pensieri in riferimento a questa legge di causa/effetto.

È una Legge universale voluta da voi stessi e non si può disattendere. A volte il ritorno non segue le leggi umane, le leggi del tempo nelle vostre dimensioni ma il ritorno c'è sempre, ci sarà sempre!

In questa prospettiva così impegnativa per ogni creatura che ha aperto gli occhi alla verità, una vita, un'esistenza incarnativa non è un gioco, non è una bazzecola quando essa richiede questo tipo di sforzo così continuo, quando ci si è allontanati dai falsi allettamenti, dai valori illusori. È, dunque, un impegno che cresce di giorno in giorno perché aumentano anche le difficoltà.

Non voglio scoraggiarvi, fratelli, né farvi intristire ma è giusto che spiriti così aperti, così consapevoli - come voi - possano essere messi a conoscenza del loro programma incarnativo, almeno a grandi linee e, quindi, non posso dirvi che la vita - da oggi in poi - possa diventare più agevole del tempo passato. Dovete essere preparati ad affrontare i grandi cambiamenti che investono la persona ma anche tutto il mondo che vi circonda: la società dalla quale subite anche degli influssi. Non potete restare in disparte, dissociati o addormentati di fronte a questi cambiamenti generazionali che saranno pesanti per molti di voi ma potranno dare la possibilità ad una nuova energia di circolare e diventare parte integrante della vostra Terra. Un'energia benefica, un’energia improntata all’amore fraterno, alla comprensione reciproca e per tutto questo - come sempre - si deve pagare uno scotto.

Come dal bruco viene fuori una farfalla attraverso una rivoluzione, un cambiamento - anche e soprattutto doloroso, così avverrà per questa vostra generazione apparentemente così ostile, così lontana dai veri valori di fraternità, di eguaglianza, di equità. Da questa generazione verrà fuori uno spirito nuovo!

È vero che le privazioni, le sofferenze possono - a volte - fare aumentare la cattiveria, l'invidia, ma nella maggior parte dei casi, attraverso la sofferenza e il dolore si impara tanto. Si impara a potere stare meglio, per creare un mondo migliore, più a misura d'uomo e che abbia più riguardi della dignità intrinseca di ogni creatura senza riferimento alla ricchezza, al titolo nobiliare o alla discendenza parentale.

È questo il nuovo mondo che noi vediamo realizzato, dove ognuno si preoccupa per l'altro anziché per se stesso, perché sa che c'è un altro che provvederà a lui. In un mondo di amore scambievole non ci sarà spazio per l'iniquità, per l'ingiustizia, per la prevaricazione che oggi regnano su questa Terra. Questo mondo così rifatto, rielaborato, riedificato non è un'utopia, non è una favola che vogliamo propinarvi, fratelli, ma una realtà che già esiste e che ancora ha bisogno di tempo e di azione da parte vostra per diventare concreto, per poter diventare visibile. Sarà sempre il vostro pensiero e l'impegno nell'azione di tutti gli uomini di buona volontà di questa Terra a produrre il miracolo.

Lanciando questo messaggio in questo momento, esso possa farsi sentire, possa giungere in tutto il mondo. Per questo motivo noi sollecitiamo l'impegno di tutte le creature di questo mondo, degli uomini, degli animali e delle piante, tutti quanti a collaborare per la rielaborazione del piano di Dio.

Mando su di voi tutti l'energia del mio cuore spirituale;

Mando su di voi la Benedizione dei Fratelli della Comunità che rappresento;

Mando su di voi quello che è il pensiero del nostro Creatore affinché si realizzino tutti i vostri progetti, quei progetti in linea col programma incarnativo di ciascuno affinché possiate portarli a termine senza molta difficoltà e con aiuti continui, aiuti dai fratelli incarnati e disincarnati.

Scenda su di voi l’aiuto della Provvidenza divina che sopravviene nei momenti di bisogno, nei momenti di necessità di vario genere.

Se non c'è altro, se non ci sono domande, io vado, altrimenti mi fermo.

Addio fratelli, siate in pace.

Titolo Il piano di Dio programma incarnativo sforzo impegno per l’Amore

www.leparoledegliangeli.com

Stampa