Le Parole degli Angeli
Italiano  Inglese

Testimonianze

Esiste L'Anima Dopo La Morte

Esiste L'Anima Dopo La Morte

 

Esiste L'Anima

 

Prosegue il nostro viaggio nella comprensione del vero significato della nostra esistenza sulla terra; oggi ti parlerò e ti porterò testimonianze dell'esistenza dell'Anima.

 

Nel precedente articolo (www.leparoledegliangeli.com/it/aldila/4056-chi-sono-da-dove-vengo-dove-vado-tutte-le-risposte.html) hai visto alcune testimonianze e fotografie che ci confermano come la vita sia nostra che quella dei nostri animali, prosegue dopo la vita sulla terra. Ora che abbiamo avuto la possibilità di avere certezze stiamo anche cominciando ad abbandonare l'angoscia più grande dell'essere umano: la paura della morte.

 

Nel momento della morte quindi faremo un passaggio, il nostro Spirito farà un passaggio, la nostra Anima farà un passaggio, dall'essere dentro il corpo fisico all'essere all'esterno di questo.

 

La morte, il momento della morte è solo questo: il passaggio dal corpo fisico (che ci è servito per la nostra esistenza terrena) all'essere fuori dal nostro corpo, la nostra vita continua.

 

E abbiamo preziose informazioni anche su questi momenti, cosa si vive ce lo ha raccontato chi ha avuto un'esperienza OBE.

 

Forse sai di cosa sto parlando o forse no, così ti dico che OBE è la contrazione di Out of Body Experiences, che tradotto in italiano significa esperienze fuori dal corpo, esperienze cioè dell'Anima, di se stessi, fuori dal corpo fisico. Ovviamente queste esperienze le conosciamo perchè chi le ha vissute è poi ritornato nel suo corpo fisico e ha proseguito la sua esperienza sulla terra. Quindi queste OBE ci sono raccontate, le persone ci hanno raccontato ciò che hanno sentito e vissuto come Anime fuori dal corpo fisico.

 

Due osservazioni vengono fatte sull'autenticità di queste esperienze OBE: che possono essere conseguenza di attività cerebrale comunque presente nel soggetto durante quei momenti e la seconda osservazione è che queste esperienze potrebbero essere state indotte dall'anestesia (perchè tante OBE si manifestano proprio negli stati intermedi tra la vita e la morte in cui si viene a trovare una persona e spesso a seguito di incidenti o interventi chirurgici). Ma dato che ho raccolte testimonianze dove le OBE si sono avute anche se l'attività elettrica del cervello era monitorata ed era completamente assente e ho altre esperienze in cui le persone hanno avuto delle OBE e non stavano sotto alcuna anestesia (io sono una di queste per esempio) direi di procedere con sicurezza.

 

Cosa succede a noi stessi quando il nostro Spirito, la nostra Anima, lascia il corpo fisico? Ci sentiamo pura emozione. Sentiamo soltanto. Siamo pura emozione. Ecco, questa è una grande scoperta: siamo noi stessi, ci sentiamo esattamente noi stessi, ma questa nostra Essenza è pura emozione. Noi siamo pura emozione. Noi siamo fatti di emozione. Noi siamo fatti di sentimento.

 

Adesso ti faccio sentire come si sono sentite le persone nella loro condizione di Spirito, di Anima; non prendo tutta la testimonianza intera, quella la trovi sul sito, ma prendo alcuni frammenti per farti vedere cosa si prova fuori dal corpo. Questo si vive quando la nostra Anima lascia il corpo fisico:

 

"All'improvviso mi trovai a guardare tutto dall'alto, come se fossi all'altezza del soffitto della stanza con lo sguardo rivolto verso il basso. La stanza era completamente illuminata, vedevo i mobili dall'alto esattamente come erano disposti, vedevo il corpo della mia amica nel suo letto, vidi il mio corpo nel mio letto. Questa visione non mi creò nessun tipo di turbamento e neanche di commento, lo guardavo, l'avevo visto, quello che invece sentivo era una grandissima gioia, non serenità o tranquillità, ma una grande grandissima gioia, mi sentivo tutta gioia. Mi sentivo me stessa ma tutta gioia." (Sara Luce)

 

"Lievitavo, ero Spirito senza forma, come una nebulosa a colori vivaci, scintillanti e in modo spontaneo, mi sentivo tanto sereno quanto tranquillo, mi sono rivolto verso questa entità chiedendogli chi fosse, mi rispose:-Sono un Angelo. Gli ho chiesto se era il mio Angelo Custode, mi ha risposto che non era il solo ma che erano in diversi e che potevo dialogare anche con gli altri." (Ivan)

 

"La cosa strana è che io vedevo tutto quanto dall’alto, tutto questo avveniva sotto di me e contemporaneamente ero consapevole di essere dentro quello scialle avvolta. Nonostante non vedessi il viso di quella bambina, sapevo solo che ero io, non ero preoccupata, ero tranquilla, sapevo che avevo avuto un incidente, ma non soffrivo, era come se fossi doppia, una quella che aveva avuto l’incidente e l’altra, serena, senza dolore, al di fuori della fisicità, anche se non ne ero consapevole, che guardava tutta la scena dall’alto. Questo ricordo." (Angela)

 

"Mi trovai in una luce che mi donava pace ed un Amore impossibile descriverlo e più mi innalzavo la luce diventava sempre più forte ad un punto meraviglioso che dalla mia gola uscì un urlo di gioia dicendo ‘Dio quanto sei grande!!!!’." (Tiziana)

 

"Mi sentivo una telecamera sospesa. Mi compiacevo di non avvertire più la sensazione di freddo, del calore, dell'unto derivato dall'umore del proprio corpo, gli odori, non sentivo la fastidiosa sensazione di compressione, del peso continuo che continuamente opprime e a volte fa mancare il respiro. Era proprio bello starsene lì." (Paolo)

 

"Mi vidi invece come evaporare da sopra il mio petto e in men che non si dica trovarmi nell’angolo sinistro a circa 20 centimetri dal soffitto della mia camera da letto. Mi resi conto che quella piccola nube bianca di 20/25 centimetri di diametro ero io o meglio la mia essenza o se volete la mia “Anima”. (Francesco)

 

"Ad un tratto mi vedo sopra in aria che volavo per la stanza e guardavo indifferente il mio corpo dove i medici, intorno a me, cercavano affannati di salvarmi; gridavano "La stiamo perdendo, non ci sono più i battiti", io senza voltarmi proseguii il mio volo". (Aurora)

 

"Mi vedevo da fuori, vedevo chi mi veniva a trovare, sapevo i nomi degli infermieri, osservavo tutto ... non so quanto tempo ho passato così" (Giovanna)

 

"Non volevo tornare perché per la prima volta in vita mia ero completamente felice, non provavo alcuna sofferenza, provavo solo tanto ma tanto amore, quell'amore che ho sempre cercato di vivere qui, ma che l'uomo stupidamente si ostina a combattere." (Angela)

 

"Immediatamente fluttuai attraverso i muri del'appartamento e già vedevo la strada in basso. Pensai "vediamo se posso toccare qualcuno". Mi avvicinai ad un bambino che si trovava in strada e poggiai la mia mano destra attraverso di lui ... “che strano” pensai, “non posso toccarli ma ho ancora una mano”. Osservai la mia mano per alcuni minuti e notai che splendeva un po' ed era molto trasparente." (Vicky)

 

"Sentivo voci gridare "La perdiamo, la perdiamo" c’era troppa confusione intorno ad un corpo disteso, io mi sono alzata, il corpo era il mio, ma io ero in piedi, vedevo tutti, medici, infermieri, i carrelli con i ferri, il mega lampadario e poi c’era una porta con una maniglia rotonda, l’ho aperta, sono passata e l’ho chiusa." (Valeria)

 

Emozionante vero? Ecco, chi vive queste esperienze vive tutto nell'emozione, noi che ascoltiamo le loro esperienze viviamo tutto nell'emozione. Perchè? Perchè noi siamo emozione, noi siamo sentimento, noi siamo cuore.

 

Hai notato come ognuno di loro (e di noi un domani) non sono minimamente interessati a quanto materialmente possedevano sulla terra? L'unica attenzione è rivolta al sentimento, al proprio sentimento e a quello degli altri.

 

Bene, stiamo facendo un'altra importante scoperta: non ci importa nulla delle cose, delle cose materiali, l'unica cosa che ci importa sono i sentimenti. Noi siamo sentimento, viviamo nel sentimento e la nostra attenzione va esclusivamente al sentimento dell'altro ..... wwhhhaaooo .... stiamo scoprendo che siamo cuori, solo e semplicemente cuori!!!

 

Pensa quanto tempo sulla terra si passa a litigare per il possesso di questo o quest'altro, il tempo passato per piacere agli altri, l'immagine, lo status, facciamo tanto sulla terra per differenziarci dagli altri, per essere diversi dagli altri, per essere meglio degli altri e poi superato quel confine tutto questo non ha più alcun significato ... hai visto con che distacco si vive il proprio corpo fisico? un involucro, una macchina, nulla di più e magari chissà quanto tempo sulla terra abbiamo dedicato alla bellezza del corpo .... bene, stai scoprendo che forse a quello a cui dai tanto valore oggi non avrà alcun significato per te domani.

 

Questi frammenti di testimonianze che ti ho fatto leggere dicono: noi siamo sentimenti, emozioni e un domani solo questo avrà il nostro vero interesse.

 

Ma noi già siamo oggi sentimento, emozione, cuore .... questa nostra Essenza, questo nostro Essere è già nell'oggi e con questa Essenza, con questo Essere noi stiamo vivendo la vita sulla terra. Non siamo pienamente consapevoli di questa nostra Essenza, di questo nostro Essere, ma di fatto lo siamo. Ciò che un domani vedremo di noi sarà solo l'esperienza che la nostra Essenza, il nostro Essere, ha maturato in questo tempo che ci vede sulla terra all'interno del corpo fisico.

 

La scoperta del senso della vita continua nella prossima pagina .....

 

Esiste L'Anima Dopo La Morte Come Esiste Nella Vita è il secondo articolo scritto per chi si sta affacciando alla conoscenza della Realtà dello Spirito

 

Esiste L'Anima Dopo La Morte

 

Esiste L'Anima

 

www.leparoledegliangeli.com

 

Stampa Email