Le Parole degli Angeli
Italiano  Inglese

Testimonianze

Parlare con un Angelo Cercando il contatto con il mio Angelo Una canzone Testimonianza

Parlare con un Angelo Cercando il contatto con il mio Angelo Una canzone Testimonianza

 

Cara Sara Luce, a questo punto te lo devo raccontare.

 

Sono giorni tanto difficili, cerco di comunicare col mio Angelo più chiaramente ma evidentemente devo avere più pazienza ... o forse mi aspetto qualcosa che non arriverà, un nome nell'orecchio boh, chissà ... comunque: qualche settimana fa ero in macchina e ad un certo punto parlando con lui, gli ho detto: ‘Angelo mio, vediamo se mi vuoi parlare attraverso una canzone!’

 

Ho acceso la radio su una stazione a caso e la prima canzone subito dopo la pubblicità era "in qualunque posto fuori o dentro di te"

 

ti ricopio parte del testo

 

"Tienimi con te in una foto dove vuoi

 

nelle tasche dei tuoi jeans

 

nell'aria dei respiri tuoi

 

in fondo agli occhi, la notte

 

di giorno sempre un po' in mente

 

io vorrei essere per te

 

una presenza vigile.

 

con te verrei dovunque vai

 

se vuoi saro' li

 

quando ti senti un po' cosi

 

e quando ti addormenterai

 

chiudendo gli occhi mi vedrai

 

c'e' tanto posto dentro te

 

e basta un angolo per me

 

che vorrei esserti ogni giorno

 

nella piega che hai nel collo

 

tra i capelli come un nodo

 

o piantato come un chiodo

 

alle pareti del cuore

 

con un martello indolore"

 

beh non mi era sembrato male, ma mi son detta .... non può essere ... sarà un caso!!

 

Poi oggi, a distanza di parecchi giorni da questo episodio mi è successo quanto ti racconto: ero molto triste; tra pochi giorni la mia bimba avrebbe compiuto 4 mesi e la malinconia non mi lascia tanto spazio ad altri pensieri più leggeri.

 

Mettendomi in auto per varie commissioni, ho pensato che mi sarebbe tanto piaciuto sentire una canzone un po' vecchia di Ligabue che sia intitola "il giorno di dolore che uno ha" perchè mi ricordavo una parte del testo che faceva proprio al caso mio.

 

L'ho cercata in tante stazioni, facendo zapping forsennato con l'autoradio, ma niente ... era un'impresa impossibile!

 

In tarda serata, rientrando a casa, continuavo a fare aventi e indietro fra le stazioni. Poi, rassegnata ho spento la radio, per riaccenderla poco dopo quasi involontariamente, urtando un tasto. La radio era posizionata su una stazione registrata, non l'ho individuata subito perchè c'era la pubblicità. Stranamente non ho cambiato. Lo spiker annuncia la prossima canzone: "adesso ci ascoltiamo Ligabue con il giorno di dolore che uno ha".

 

Puoi credermi Sara? sono scoppiata a piangere, a ridere, a singhiozzare mandando baci verso il Cielo e verso il sedile vicino al mio, perchè il mio Angelo doveva essere lì! Quando la canzone è terminata, è partito il gingle della radio, ma senza la consueta strofetta; semplicemente il gingle ha detto: sempre al tuo fianco!

 

E subito son venuta a raccontartelo!!

 

Un bacio, Livia (con Angela nel cuore)

 

 

Parlare con un Angelo Cercando il contatto con il mio Angelo Una canzone Testimonianza

 

 

www.leparoledegliangeli.com

 

Stampa Email

Le Parole degli Angeli