Le Parole degli Angeli
Italiano  Inglese

Testimonianze

Apparizione di Angeli immagine angioletti sospesi apparizioni di Angeli

 

Apparizione di Angeli immagine angioletti sospesi apparizioni di Angeli

 

Ciao a tutti, ancora incredula ma certa di quello che ho visto; l'esperienza e' avvenuta circa 5 anni fa'. Demoralizzata, affranta, sfiduciata e triste, non era un bel periodo, avevo perso fiducia in tutte le persone, dapprima mi avvicinai alla fede, iniziai a pregare e capii che Gesù avrebbe ascoltato anche le mie preghiere pur non essendo io un modello esemplare. Iniziai quindi a pregare, a chiedere aiuto e al lavoro mi venne regalato il Vangelo da un cliente capitato li e conosciuto per caso. I segnali erano presenti, iniziai così ad avere più fiducia.

Si ammalò mio padre, trovai il santino della Madonna della consolata che offre consolazione e Amore, iniziai a trovare sparsi nella mia vita messaggi che mi donavano consolazione. Sempre un po' scettica mi chiedevo “Ma e' tutto vero o e' solo suggestione?” mi rispondevo che tutto era possibile ma d’altronde non facevo del male a nessuno e se tutto questo mi poteva essere utile a stare meglio andava bene cosi', senza porsi troppe domande, le risposte al tempo giusto sarebbero arrivate.

Iniziai a pregare chiedendo a Dio ciò che volevo, volevo tornasse tutto in ordine, secondo un concetto di ordine che concepivo io, ma le cose non andavano come io volevo, lessi che pregare voleva dire mettersi nelle mani di Dio e affidarsi a Lui, perché Lui è grande e va oltre ciò che sono i nostri desideri, Lui ha in serbo per noi cose che noi neppure concepiamo, dobbiamo affidarci a Lui e attendere. Così ho iniziato a cambiare le parole delle mie preghiere dicendo “Dio ho fiducia in te, metto la mia vita nelle tue mani e perdonami se qualche volta la mia Fede vacilla”. Il primo miracolo è avvenuto quando Dio mi ha aperto il cuore e mi ha dato la possibilità di credere in Lui.

Smisi di chiedere segnali che mi provavano la Sua esistenza, chi ero io per chiedere a Dio di dimostrarmi la Sua esistenza? Con quale presunzione noi chiediamo questo? Così iniziai a fidarmi di Lui e quando mi succedeva qualcosa di importante mi dicevo “Affronta anche questo episodio, domandati il perché ed il perché piano piano arriverà”.

Così mi feci più forte ed ebbi il coraggio di affrontare le prove che la vita mi stava dando e da autodidatta e con i mezzi a mia disposizione iniziai ad affrontare gli avvenimenti sicura che Dio non mi avrebbe fatto cadere a terra senza darmi la forza di tirarmi su. Nelle mie preghiere mi mostravo nuda davanti a Dio, senza maschere, consapevole delle mie debolezze e conscia dei miei errori, ma sapevo che Dio mi accettava anche così perché sapeva che in fondo il mio Animo era puro e anche se non lo era, Lui era lì proprio per aiutarmi.

Una sera, nel frattempo era passato molto tempo e io stavo facendo il mio percorso interiore sicura che Lui non mi avrebbe abbandonato nel momento del bisogno e che a Lui avrei potuto dire tutto, una sera ero particolarmente demoralizzata, triste, ecc. ecc. una di quelle sere in cui vorresti che la tua vita si spegnesse lì per non sentire più nulla e smetterla con tutto, beh! Quella sera mi misi a pregare diversamente dalle altre volte, quella sera chiesi a Dio un segnale, gli chiesi di perdonarmi, chi ero io per chiedere una cosa del genere, ma confidavo nella maestosità di Dio e sapevo che Lui avrebbe capito; mi vergognavo terribilmente, sapevo che era una mancanza di rispetto ed era una cosa grave quella che stavo facendo ma sapevo anche che Lui avrebbe compreso e non mi avrebbe abbandonata; allora dissi “Gesù intercedi per me con Dio (avevo letto che si pregava così e così facevo) digli che sono un’umile peccatrice e non degna di tutto questo, questa sera è a pezzi, la sua Fede vacilla e ha bisogno di un segno per capire che non è sola”, che dispiacere dover dire così a Dio, sapevo che stavo facendo una cosa grave, ma confidavo nella grandezza di Dio. Chiesi quindi un segno. Quindi pregai, piansi e mi addormentai un po’ preoccupata per la richiesta che avevo fatto, ma sapevo che Dio avrebbe capito.

Il mio letto aveva come testata un contenitore in legno, tutto a un tratto mentre dormivo sentii bussare insistentemente e con grande energia proprio nella testata del letto; pensavo fossero i miei genitori, pensavo fosse successo qualcosa, aprii gli occhi in maniera un po’ brusca e vidi davanti a me Loro, due angioletti sospesi in aria, erano due bambini teneri e belli, non so il sesso, avevano il volto appoggiato sulle braccia, le mani congiunte, intrecciate e il volto reclinato, come chi con infinita dolcezza veglia su qualcuno. Una immagine vera, reale tanto che mi sono spaventata, ho messo subito la testa sotto le coperte poi quando ho realizzato che non dovevo aver paura, ho tirato fuori la testa ma Loro erano spariti. Mi sono pentita di essermi nascosta e non aver goduto più a lungo della Loro presenza.

Stefania

 

 

 

Apparizione di Angeli immagine angioletti sospesi apparizioni di Angeli

 

www.leparoledegliangeli.com

 

Stampa Email

Le Parole degli Angeli