Le Parole degli Angeli
Italiano  Inglese

Testimonianze

Segni della vita dopo la morte l'Amore di una bambina oggi in Cielo

Segni della vita dopo la morte l’Amore di una bambina oggi in Cielo

Oggi ho deciso di presentarvi questa testimonianza, questa lettera che Livia ha inviato a me e a Francesca. Livia ha perso la sua creatura, Angela, quando era piccola piccola e nella grande comprensibile disperazione del momento ha iniziato a leggere libri sull’aldilà e a studiare metafonia; con questo metodo è riuscita, grazie all’aiuto del Cielo, a riaprire il contatto con la sua bimba e ad ascoltare da lei parole e anche deliziose canzoncine.

Con grande coraggio Livia e suo marito dopo un po’ hanno provato ad avere un nuovo bimbo anche un po’ nella speranza che Angela avesse una nuova possibilità di scendere sulla terra ma il Cielo ha valutato diversamente e una nuova Anima ha occupato quel corpicino che si stava formando: oggi si chiama Valerio. Angela ha oggi un cuore in più di cui occuparsi e amare oltre a quello della sua mamma e del suo papà. Angela, un dolce angioletto sempre presente, ascoltate adesso le parole di Livia. Un abbraccio a tutti da Sara Luce.

Cara Sara Luce, cara Francesca, mia carissime amiche, scusatemi per la lunga latitanza ma Valerio riempie ogni mio giorno, istante, battito e quel poco di tempo che mi resta sono indaffaratissima col lavoro e soprattutto con l'apertura della mia erboristeria per uomini e animali (EH SI!! GRANDE NOVITA'!!!) e non riesco a trovare nemmeno un minutino per raccontarvi tutto quello che dovrei sui modi meravigliosi che quotidianamente la mia bimba trova per farci sentire la sua presenza nella nostra vita.

Oggi, dopo aver visto il video che Sara Luce, hai pubblicato su fb sull'amore che va oltre, beh, mi sono sentita in dovere di scrivervi almeno una mia testimonianza su quanto di straordinario accade nella mia vita, grazie alla mia piccola Angela.

Come certamente ricorderete, questa estate Valerio, a soli 5mesi, è stato ricoverato in prognosi riservata al Bambin Gesù. Immaginate la nostra preoccupazione. Io ero fuori di me. Passavo la gran parte del giorno e della notte a pregare il Signore di salvarlo. Non riuscivo a dormire praticamente mai. Tenevo Valerio in braccio e lo osservavo in continuazione. La seconda notte all'ospedale ero veramente angosciata. Supplicai la mia bimba di aiutare il suo fratellino, da lassù, di raccomandarlo a San Raffaele, medicina del Signore.

Ad un tratto, nell'oscurità e nel silenzio, una ciocca di capelli che avevo sulla spalla si è spostata dietro alla spalla stessa, come se qualcuno mi avesse scostato i capelli. Un tocco dolcissimo, emozionante e commovente ... ho subito capito che era un tocco angelico, una meravigliosa carezza della mia bimba.

Poco dopo ho ricevuto la telefonata di mio marito e a lui ho raccontato questo dolce segno che avevo ricevuto dicendo che Angela mi aveva accarezzata (in una ninnananna che cantiamo a Valerio si dice "lei accarezza il suo fratellino, una piuma lascia vicino"). Certo, avevo un piccolo dubbio di averlo immaginato, la mente razionale non tace facilmente.

Mio marito, sollevato per questo segnale che ci sembrava positivo, mi augurò la buonanotte mettendo il cellulare nella tasca posteriore e ci salutammo per sentirci l'indomani di buon mattino.

Invece solo un'ora dopo mio marito, emozionatissimo e incredulo, mi richiamò al telefono dicendomi che, sfilando il telefono dalla tasca, aveva trovato uno stranissimo messaggio sulla nostra chat del cellulare, e che questo messaggio era miracoloso perchè era una sequenza di incomprensibili lettere illeggibili e senza senso, ma l'ultima parola era di senso compiuto, la parola era "accarezza".

Non so se posso spiegarvi per iscritto la nostra emozione e incredulità!!! era proprio lei, sempre vicina a noi.

E ora vi racconto cosa è accaduto lo scorso gennaio, in occasione del 1 compleanno di Valerio.

Dovete sapere che Ivano Fossati è il cantautore che da sempre accompagna la storia d'amore tra me e mio marito. Il giorno del nostro anniversario, nell'anno in cui morì Angelina, ricevemmo in regalo da lei i biglietti per il concerto che Fossati tenne a Roma (in un modo rocambolesco che ora non mi dilungo a raccontare); l'anno seguente, sempre nel giorno del nostro anniversario, la radio in macchina si accese "da sola" e la canzone che ascoltammo fu la "nostra" colonna sonora ... altro regalo di Angelina per la sua mamma e il suo papà. Non ci siamo stupiti tanto quindi (....non è vero, ci siamo stupiti eccome!!!) quando, nel giorno del primo compleanno del nostro secondo bimbo, alla fine di una giornata piena di emozioni quando lui era crollato esausto nel suo lettino, accendendo la tele (stranamente, perchè non la guardiamo molto) abbiamo trovato uno speciale su Ivano Fossati!! Che bello, c'era anche lei dunque con noi, come sempre!! eravamo molto contenti. In quel momento parlava Fazio, e quando Fossati prese a cantare intonò una canzone che non era la nostra colonna sonora. Mi stupii un po', perchè forse mi aspettavo un regalo per noi!! mi aspettavo la nostra canzone!! un po' "delusa" cantai questa canzone bellissima di Fossati, e solo a metà, ripetendo il ritornello mi resi conto .... mi resi conto del miracolo .... scoppiai a piangere .... cercai di spiegare a mio marito .... ti rendi conto? Gli dicevo?? ti rendi conto questa canzone???

Lui mi guardava e non capiva .... io invece avevo finalmente compreso e le lacrime non smettevano di scendere .... lui diceva: non è la nostra canzone!

E io quando riuscii a calmarmi: certo che non è la nostra canzone!! non è il nostro anniversario ma è il compleanno del nostro secondo figlio!! E' il compleanno del suo fratellino!!!

mio marito continuava a non capire.

Io continuavo a ripetere il titolo della canzone e a guardarlo .... e allora vidi sgorgare lacrime anche dai suoi occhi ... lacrime di incredulità, gioia, gratitudine .... sai che canzone stava cantando Fossati per il nostro bambino, da parte della sua sorellina??? …. una canzone dolcissima che si intitola "MIO FRATELLO CHE GUARDI IL MONDO"!!

ancora mi vengono i brividi se ci penso!!!

e poi sentite qua:

a gennaio ero in erboristeria, con mia cugina, la mia socia in questa nuova avventura di cui sono felice.

Era il giorno in cui si decideva se procedere all'acquisto della erboristeria oppure lasciar perdere. Noi lo desideravamo molto, ma il commercialista lo sconsigliava per motivi economici. Alla fine di una lunga trattativa, si decise per il sì. Eravamo intorno al bancone del negozio a brindare con il te verde. Contente, ma anche preoccupate e forse spaventate.

Ci serviva un segno nel cuore che ci desse tranquillità.

Mentre eravamo al cincin squillò il mio telefonino (stranamente perchè lì non prende). il numero era sconosciuto, un cellulare privato. Indugio un po' se rispondere o meno, Poi decido di sentire chi è.

Pronto?, dico

una voce femminile, dolce, dall'atra parte della cornetta mi dice:

"Angela?"

io sbianco. Balbetto.

"come scusi?"

E la voce, ancora:

"Angela?"

e io, bianca come un cencio " no, veramente sono Livia"

"ah scusi, ho sbagliato"

ma io e mia cugina sappiamo che non c'era nessuno sbaglio. Lei era lì a brindare con noi, a dirci "va tutto bene"!!!

beh ora vado a sistemare la cucina amiche carissime, vi stringo forte forte e vi porto sempre nel mio cuore.

Ricordiamoci reciprocamente nelle preghiere!

Livia

Titolo Segni della vita dopo la morte l’Amore di una bambina oggi in Cielo

www.leparoledegliangeli.com

Stampa Email

Le Parole degli Angeli