Le Parole degli Angeli
Italiano  Inglese

Testimonianze

E' il mio Angelo Compagno di una Vita Presente e Ricordi del proprio Angelo Custode

E' il mio Angelo Compagno di una Vita Presente e Ricordi del proprio Angelo Custode
 
A pochi giorni dal 2 ottobre, Festa degli Angeli Custodi e quindi Festa anche del vostro Angelo Custode, ho scelto di condividere con tutti voi questa testimonianza, una esperienza di visione dell'Angelo Custode. Esperienza che riporta Tobias, il nostro protagonista, ai ricordi della sua fanciullezza, ma ascoltiamo la sua testimonianza:
 
Carissima Sara, cercando quasi disperatamente qualcuno con cui condividere e chiedere lumi circa la mia esperienza, sono incappato nel tuo sito, l'ho visto e letto e mi è piaciuto moltissimo. Ti scrivo per avere una tua opinione sul fatto che mi è accaduto ormai tre notti fa.
 
Sono andato a letto all'incirca verso le 3.00 del mattino, quella notte ero più stanco del solito, le mie palpebre erano pesanti, volevo solamente dormire. Così mi sono messo a letto e in pochi minuti (cosa rara per me dal momento che a volte prima di addormentarmi può capitare che trascorra anche un'ora buona) mi sono addormentato.
 
All'improvviso poi mi sono risvegliato, sentivo una presenza all'interno della mia camera, ma ero tranquillo, non ero agitato, mi sentivo tranquillissimo, ho aperto gli occhi e ho visto questa figura davanti a me, era vestita di bianco, aveva lunghi capelli biondi ricci e il suo volto aveva dei lineamenti femminili molto dolci.
 
Per un attimo ci siamo guardati e a quel punto mi sono detto: "E' il mio Angelo", ho cercato di chiamarlo dicendogli: «Vieni qui, avvicinati, vieni qui per favore» a quel punto lui (o lei) mi ha sorriso ed è svanita in un bagliore di luce bianca. Io mi sono rimesso giù a letto, ma non ero deluso per il fatto che fosse andato via, ero felicissimo, e continuavo a ripetermi: Era il mio Angelo, era il mio Angelo.
 
Adesso vorrei farti una precisazione affinchè tu possa capire un particolare dato. Ho esplicitamente detto che aveva il volto con dei lineamenti femminili. Bene. Quando ero in terza media poco prima degli esami finali, alla sera uscivo di casa per fare due passi, tra le 20.30 e le 21.00. In queste mie passeggiate serali in solitaria parlavo dei miei problemi e delle mie preoccupazioni, ne sentivo il bisogno di farlo, poi quando tornavo a casa e andavo a dormire sentivo una presenza all'interno della camera, ma era comunque una presenza rassicurante, che però non riuscivo a cogliere.
 
Con il passare dei giorni cominciai a dare un nome a questa presenza con cui poi parlavo, la chiamai "Zaira" e il fatto particolare è che da pochi giorni ho scoperto che in hindi il termine "Zahira" significa "manifestazione/luce" e questo mi ha ricondotto a quanto mi è accaduto tre notti fa. Che sia veramente il mio Angelo Custode questa "Zaira" e che io ne avessi percepito la presenza fin da quelle sere in terza media? E come mai si è fatto vedere?
 
In attesa di una tua cordiale risposta, porgo gentili saluti
 
Tobias
 
Titolo E' il mio Angelo Compagno di una Vita Presente e Ricordi del proprio Angelo Custode
 
 

Stampa Email

Le Parole degli Angeli