Le Parole degli Angeli
Italiano  Inglese

Testimonianze

Affrontare La Vita Testimonianza

Affrontare La Vita Testimonianza

 

Certe volte sin da bambini facciamo dei sogni, dei progetti, dei desideri che in futuro si spera sempre si possano realizzare, ma certe volte, il destino o altro, ci riserva delle cose non tanto belle, io nel 1995, causa incidente stradale ho perso il mio migliore amico, Franco, e io, ancora oggi mi ritrovo ad usare la sedia a rotelle per potermi spostare ecc.

 

Dal giorno dell'incidente, tante cose erano cambiate nella mia vita, nei miei pensieri, ma anche i pensieri delle persone che mi conoscevano e mi circondavano erano cambiati, ho sempre pensato che nel mio cammino non tanto semplice avrei sempre potuto contare su tantissime persone,amici, amiche, ma mi sbagliavo; son stato otto mesi in un centro per la riabilitazione, prima di dimettermi mi avevano anticipato a cosa sarei andato incontro una volta rientrato nella società e nel mio paese, tutto quello che mi avevano detto e' successo, chi mi è stato veramente vicino è stata la mia famiglia.

 

Io mi chiedevo giorno e notte il "perchè" di tutto questo? però mi accorgevo che pensando sempre a tutte queste cose che mi facevano soffrire tantissimo, non riuscivo ad andare avanti nel mio cammino, non tanto semplice, forse avevo perso la serenità, la felicità interiore, che ho sempre avuto, anche il giorno dell'incidente essendo sempre cosciente di tutto quello che era successo dalle otto e un quarto in poi di quel primo aprile, anche se certe volte mi chiedevo perchè proprio a me! e soprattutto "il perchè" quando son venuti i soccorsi non hanno usato le cose necessarie per trasportarmi dal punto in cui mi trovavo sino alla strada, mi hanno trascinato senza usare ne barella ne cucchiaio, provocandomi cosi uno stiramento midollare, avevo solo un semplice trauma midollare, che forse nel giro di 5-6 mesi con tanta fisioterapia, avrei ripreso a camminare, ma il destino, non voleva questo.

 

Mi stavo chiudendo in un riccio, non uscivo più di casa, tante volte ho chiesto a Dio se meritavo tutto questo specie quando nella mia situazione si presentavano altri disturbi sempre dovuti al fatto che stando seduto tante cose cambiano; le mie giornate erano sempre lunghissime, piene di pensieri non belli, piano piano che andavo avanti vedevo tantissime persone a me care che si allontanavano e per questo ne soffrivo ancor di più.

 

Ora vivo a San Teodoro, sulla Costa Smeralda, in Sardegna, qua ho trovato persone speciali, ho tanti amici e amiche, mi diverto tantissimo, faccio tanti sport e col lavoro che faccio ho la possibilità di conoscere delle persone straordinarie; praticamente ho ritrovato la serenità e felicità interiore che avevo perso, che è la cosa più importante, sia nella mia situazione, ma penso anche in ogni singola persona; mi piace tantissimo ascoltare le persone, gli amici, le amiche , sia quando son felici, ma anche nei momenti non tanto belli; secondo me, la vera amicizia è un dono molto importante, che va sempre coltivato, in tutte le situazioni .. e l'amore è una cosa meravigliosa, che non dovrebbe finire mai, ma come ho detto all'inizio, noi pensiamo sempre a cose belle, ma a volte non e' cosi.

 

Non mi aspetto di camminare, di correre, perchè in me il miracolo c'e già stato, la guarigione dell'Anima, sorridere sempre, vedere tutto positivo e dare tanto alle persone anche semplicemente parlando; a volte ci sono anche le delusioni, ma l'importante è sempre dare .. auguro a tutti i miei amici, amiche, alle persone che mi conoscono tutto il bene di questo mondo e che tante cose, non tanto belle, si possono sempre risolvere, l'importante è pensare sempre in positivo, ma sopratutto essere sempre felici e sorridenti, anche quando le cose non vanno come noi vorremmo e a volte pensare che qualcuno dall'alto ci guida nel nostro cammino; io un dono l'ho già avuto e lo chiamo amore per il prossimo, voler bene alle persone e far di tutto affinchè non venga mai a mancare il sorriso e la voglia di vivere delle persone, la vita è bellissima ..

 

La mia situazione attuale :

 

Subito dopo l'incidente, dal torace in giù non sentivo niente, era come se il mio corpo finisse li, ora son passati ben 18 anni e tante cose le ho recuperate, grazie a Dio, alla mia forza di volontà, vedere sempre in positivo ma non illudermi, vivere alla giornata, pensare sempre che c'è gente che sta peggio di me; i miei recuperi son stati lenti ma importanti come la sensibilità alle gambe, ai piedi, sentire l'acqua calda o fredda in certe parti delle mie gambe, sentire l'aria calda e l'aria fredda, ma soprattutto riesco tramite il pensiero a sentire parti del mio corpo che prima neanche se qualcuno mi toccava sentivo, pensando alla gamba mi fa' male la gamba, penso a muovere un piede e internamente sento qualcosa che si muove, che mi fa' male ecc.

 

Il mio record ? stare 1:20 in piedi alle parallele, ma facendo forza con le braccia, insomma tutti bei progressi, sperando sempre che arrivi per me "il giorno più bello".

 

I medici e gli specialisti dicono sempre che un paraplegico non potrà mai più ne stare in piedi ne camminare, io la prima cosa lo fatta, ora spero nella seconda, visto che a volte sentendo certe diagnosi si pensa che non ci potrà essere nessun recupero, ma basta volerlo e insistere con tanta forza di volontà, tutto può succedere .. :-)

 

Un abbraccio a tutti voi

 

Affrontare La Vita Testimonianza è il racconto di Giampiero

 

Affrontare La Vita Testimonianza

 

www.leparoledegliangeli.com

 

Stampa Email

Le Parole degli Angeli