Le Parole degli Angeli
Italiano  Inglese

Testimonianze

L'Aiuto Degli Angeli Esperienze

L'Aiuto Degli Angeli Esperienze

 

L'Aiuto Degli Angeli

 

Salve Sara, mi chiamo Felicia e vorrei raccontarvi la mia esperienza. A qualcuno risulterò sciocca o poco stabile, ma sentite questa storia successami il 19 ottobre 2010 e poi mi giudicherete.

 

Ogni mese andavo a Bologna per prepararmi, con una terapia, all'intervento. Scesi dal treno con mio marito che mi accompagnava sempre, salimmo sull'autobus per recarci allo studio medico; di solito quando l'autobus fa la sua fermata sono solita spostarmi avanti per facilitare la salita agli altri passeggeri, ma a quella fermata mi girai verso mio marito e notai due marocchini o simili, uno che parlava al telefono e l'altro che era dietro a mio marito.

 

Stranamente per me, questi scesero prima che ripartisse l'autobus. Con quasi un senso di vergogna, perchè oramai siamo soliti pensare male degli altri, chiesi del portafoglio a mio marito. Nel frattempo stranamente l'autobus non era ripartito.

 

Il portafoglio non c'era più. Io mi lanciai fuori perchè avendoli visti li avrei riconosciuti, non volevo fargli niente, dirgli solamente che avevano sbagliato persona e che noi eravamo là per problemi e non per divertimento.

 

Scoppiai in un pianto che non so descrivere, pensavo in che condizioni avevo messo la mia famiglia, non potevo nemmeno fare la festa dei 18 anni a mio figlio.

 

Chiesi a mio marito quanto avesse dentro e lui "Avevo settecento euro per la quota allo studio". Immaginate me ... mentre le mie lacrime e il mio dolore diventavano più forti, non vidi più mio marito e, pensate, dopo un pò ritornò con il portafoglio in mano e mi disse "Ce lo hanno ridato" e io "Vabbè è vuoto, che te lo hanno dato a fare!" senza sapere nemmeno quello che dicevo. E lui "No Felicia c'è tutto dentro, un uomo simile alla tua descrizione e con l'accento straniero ha detto che "Uomo buttato perchè visto signora piangere tanto e io ridato". Ma lui come faceva a sapere che era nostro? solo perchè vedi una persona piangere con gli occhiali a specchio pensi che è suo? o chiedi prima o non so ...!

 

Subito mi girai e dissi a mio marito "Dimmi dove sta che lo voglio ringraziare!"

 

La strada era deserta, senza alberi, case, le macchine passavano veloci, insomma dove si erano potuti nascondere ...

 

Con mio marito non risalimmo in autobus, ci avviammo verso lo studio a piedi e tutti gli uomini che mi passarano vicino sembravano lui, quello del telefono, che mi sorrideva, una due tre quattro ... pensai "Certo che se dovessi fare una testimonianza ad un processo oddio sarebbe difficile visto che mi sembrano tutti uguali!" ma oggi penso a un perchè ... si, erano tutti uguali, ma perchè mi sorridevano quasi rassicurandomi ... e riuscii anche a festeggiare i 18 anni di mio figlio.

 

Quanto mi accadde lo raccontai ad una persona che mi chiese a cosa stavo pensando quando successe e io gli risposi che stavo mettendo la mia famiglia sul lastrico e che per colpa mia nemmeno il compleanno a mio figlio potevo fare ...

 

Ditemi voi se non c'è stato l'aiuto di un Angelo in tutto questo che ho vissuto.

 

L'Aiuto Degli Angeli Esperienze è stata raccontata da Felicia

 

 

 

L'Aiuto Degli Angeli Esperienze

 

L'Aiuto Degli Angeli

 

www.leparoledegliangeli.com

 

Stampa Email