Le Parole degli Angeli
Italiano  Inglese

Testimonianze

Esistenza Degli Angeli Il Mio Angelo Pensavo Di Non Meritarlo Testimonianza

Esistenza Degli Angeli Il Mio Angelo Pensavo Di Non Meritarlo Testimonianza
 
Ho scoperto l’esistenza degli Angeli da pochi anni, tre per l’esattezza, in seguito ad un incidente d’auto.
 
All’inizio pensavo fosse solo una mia suggestione, poi col tempo ho smesso di credere al semplice caso ed ho compreso le coincidenze. E’ stato il mio ragazzo, conosciuto un anno fa, a due anni esatti dall’incidente, a farmi incontrare per la prima volta col mio Angelo.
 
Mi ha detto che tutti noi abbiamo Qualcuno accanto, anche io quindi, che pensavo di non meritarlo. Come ho scoperto il suo nome? Il mio ragazzo mi ha dato il suo peluche preferito, quello che da piccolo non abbandonava mai, dicendomi che sarebbe stato un modo per starmi accanto e farsi sentire.
 
Questo piccolo peluche grigio, un gattino col muso da orsetto, non ha mai avuto un nome, ma io l’ho battezzato Lele. Ho sentito una voce che me lo suggeriva e al telefono Laerte, il mio ragazzo, mi chiese il significato di quel diminutivo. “Lele sta per Gabriele”, gli dissi. E tra me e me pensavo “che cacchio di nome è? da dove se n’è uscito?”. Tempo dopo stavo chiedendo del mio Angelo a Laerte, di come fosse, del suo nome. La sua risposta fu: “ma dai che il suo nome lo conosci già...” e si mise a ridere.
 
Allora risentii nella testa quel nome “Lele per Gabriele”...
 
Vorrei vederlo, il mio Angelo, penso sia bellissimo...
 
Annalisa
 
Titolo Esistenza Degli Angeli Il Mio Angelo Pensavo Di Non Meritarlo Testimonianza
 
 

Stampa Email

Le Parole degli Angeli