Le Parole degli Angeli
Italiano  Inglese

Testimonianze

Incontri Ravvicinati Con Un Angelo Raggiante Di Felicità Testimonianze

Incontri Ravvicinati Con Un Angelo Raggiante Di Felicità Testimonianze
 
Dicembre 1995. Stavo tornando a Cesenatico da Roma dove era il nostro “campo base” (base del lavoro) con il mio camper vecchietto che non superava la media di velocità di 80km/ora neanche in discesa; nel camper scricchiolava tutto, pensate che le finestrelle si aprivano ad ogni curva brusca.
 
Faceva tanto freddo e c’era tanta neve, però la statale E 45 era pulita, perciò sperai di arrivare a casa, come avevo previsto alle 19, 30. Questo avevo lasciato detto ad un’ amica ed ai miei ragazzi, che erano in quei giorni tutti influenzati e con la febbre abbastanza alta.
 
Alle 18 circa a San Sepolcro mi fermò la polizia dicendomi che non potevo proseguire perchè c’era tanta neve sul passo e dovevo tornare indietro, fin quasi a Terni e li dovevo prendere la strada per San Ubaldo.
 
Mi sono molto demoralizzata, perchè volevo arrivare a casa da miei figli come avevo detto e non avevo opportunità di comunicare loro il mio ritardo - non avevamo i cellulari allora e la mia amica non aveva risposto quando l’avevo chiamata dal benzinario quando mi ero fermata per il rifornimento.
 
Avevo messo una cassetta di musica gospel ed alzato molto il volume perché il rumore del motore era forte. Ero triste e debole.
 
Ad un certo momento ho sentito un grande calore. Mi spaventai .... subito pensai che stesse bruciando il camper, era impossibile sentire caldo in quel mezzo d’inverno. Mi girai, ma non vidi nulla di strano, il pannello di controllo del motore era a posto.
 
Poi sentii il calore molto vicino me e vidi pure ..... due bellissime braccia bianche che, da dietro, mi abbracciavano le spalle. Mi girai e vidi un volto bello, stupendo, puro, profondo, saggio, dolce, comprensivo, allegro e luminoso. Semplicemente divino. Aveva i capelli come raggi di sole, gli occhi come il mare, il sorriso come la felicità. Stava danzando al ritmo della musica nera.
 
Capivo che quello era un momento speciale di visita divina per me e pensavo solo che non volevo finisse mai.
 
Ho allungato la mia mano verso di lui e lui ha allungato la sua e nel contatto delle nostre dita mi sono sentita felice come mai prima e mai dopo - per ora.
 
Il suo tocco però mi entrava dentro il cuore, e poi attraverso la mia mano destra è entrato tutto dentro di me, lo vedevo pure. Teneva le sue splendide mani sul volante vicino alle mie, sul volante cioè c’erano le mie mani e anche le sue che spuntavano dalle mie stesse braccia.
 
Parlavamo. Mi ha chiesto che cosa desideravo ..... ho risposto: ‘Niente, quando ho te’ (non mi importava più nulla, né il suo nome nè altro) …. mi disse ridendo che saremmo stati insieme sempre.
 
E stava succedendo anche una cosa strana, non ero proprio sicura, ma a volte sembrava che il mio camperaccio toccasse la strada, forse abbiamo volato. Certo è, che alle 19, 30 eravamo sotto casa e il motore non bolliva e di strada ne avevo fatto, da quando mi aveva fermato la polizia, non i km 100 quali mi mancavano, ma quasi 300.
 
I ragazzi mi hanno chiesto che cosa fosse successo perché ai loro occhi ero raggiante “Ho visto un Angelo, era in camper con me.
 
Ciao Eva
 
Titolo Incontri Ravvicinati Con Un Angelo Raggiante Di Felicità Testimonianze
 
 

Stampa Email

Le Parole degli Angeli