Le Parole degli Angeli
Italiano  Inglese

Testimonianze

Comunicare con l'aldilà contatti nei sogni

Comunicare con l'aldilà contatti nei sogni presenze dal Cielo

 

Comunicare con l'aldilà contatti nei sogni

 

Ognuno passa momenti di grande difficoltà nella vita, la fede ci porta a sapere che sempre, sempre, sempre, in ognuna delle nostre vite, siamo seguiti dall'alto e aiutati il più possibile; la testimonianza che desidero condividere con voi oggi parla proprio di come questa ragazza attenta abbia ricevuto comunicazioni dall'aldilà nei suoi sogni in un momento molto difficile per lei; ciò che non è oggi avverrà domani, ma ascoltiamo come il Cielo ha cercato di sostenerla, dando la sua presenza nel dolore.

 

Ciao cara Sara, come stai? Saranno passati due anni se non tre dalla mia ultima e-mail. Non so se possa ricordarti di me, provo io ... mi chiamo Anisia, adesso ho 25 anni, all'età di 22 anni ho iniziato a trovare cuori ovunque, ho trovato il tuo sito che mi ha pian piano fatto creare un rapporto con il mio Angelo custode.

 

L'ultima volta che ci siamo sentite ero preoccupata che non sarei riuscita a sposarmi date le molte spese. Bè con grande piacere ti dico che il matrimonio è andato benissimo e siamo riusciti a pagare il tutto.

 

Mi trovo a scriverti oggi per quello che ci è successo dopo ...

 

Qualche mese fa faccio un sogno ... un uomo con un auto rossa viene a casa mia e mi apre tutte le porte ed i portoni dei cancelli, una mia collega gli diceva di chiuderle ma lui insisteva perché restassero aperte.

 

Bè il 4 marzo faccio un test di gravidanza che risulta positivo e con grande gioia capisco che il vecchietto mi aveva aperto le porte ad una nuova vita.

 

La notte tra il 18 e il 19 marzo sogno la mia gamba piena di sangue ed una donna che mi teneva e mi aiutava a camminare e mi diceva, consapevole che fossi incinta, stai tranquilla se è rosso chiaro non lo stai perdendo se è rosso scuro si. Mi sveglio un po' confusa e al rientro dal lavoro ho macchie di sangue ... ovviamente corriamo in ospedale dove il dottore mi dice di stare tranquilla che le macchie erano rosso chiaro ed erano macchie di attaccamento, mi sarei dovuta preoccupare se fossero state rosso sangue, poi mi visita e mi dice che ancora non si vedeva nulla e che sicuramente era solo perchè era troppo presto.

 

Qualche settimana dopo, la settimana di Pasqua, sogno di trovarmi al centro commerciale per comprare delle scarpette bianche e comunicare a tutti che ero in attesa ma nel sogno continuo a perdere la borsa, ad un certo punto il sogno si trasforma in un incubo, c'è una bambina con un coltello e delle forbici nelle mani che mi segue ovunque mentre cerco di scappare trovo un gratta e vinci con dei numeri 30 - 19 - 104 prendo l'ascensore che cerca di salire ma io lo blocco e lo porto al piano 0 dove trovo la mia macchina distrutta ed il numero 24 appeso dietro.

 

Da lì capisco che qualcosa non va, una donna se le sente determinate cose ed io ho sempre sentito che non ci fosse nulla ... faccio, sotto indicazione del ginecologo un altro esame per vedere le Beta come mi fossero cresciute, il 29 di Marzo che però mi consegnano il 30 (primo numero del sogno), quando vado a ritirarle guardo il numero di attesa della visita che ho preso appena arrivata 19.104 (ed ecco il secondo ed il terzo numero del sogno ). Parlo con il ginecologo, facciamo un ultima visita, conclusione " aborto interno dovuto ad un ovulo chiaro" ti lascio immaginare il nostro dolore ...

 

Mi viene comunicato che il raschiamento avverrà il 23 Aprile. In quella settimana sono molto pensierosa, continuo a pensare a quel sogno e a tutti i numeri che mi sono usciti ma continuavo a ripetere a mio marito "mi manca un numero" ed eccolo lì che arriva ... il 22 Aprile mi arriva un messaggio del ginecologo che mi comunica lo spostamento del raschiamento da lunedì 23 a martedì 24 Aprile.

 

Ti lascio immaginare quello che si prova, è un dolore ed una delusione che non se ne va e tutt'oggi non è facile ricordare, ti ho raccontato spesso nelle mie e - mail che il mio Angelo mi fa vedere continuamente il numero 22 e nei mesi della gravidanza lo vedevo tantissimo, lo trovavo ovunque.

 

La "saga" dei sogni si conclude dopo il raschiamento quando una notte dopo 19 anni dalla sua morte mia sorella per la prima volta mi viene in sogno (non l'avevo mai sognata e non capivo perché mia mamma si, addirittura una mia cugina, ma da me mia sorella non veniva mai) sogno di essere a casa di mio suocero, una casa che però non conosco, mio marito e mio suocero erano sul divano e c'era una sorellina piccola di mio marito (che nella realtà non esiste) che stava disegnando, si avvicina e mi chiede di colorare insieme, nel disegno c'eravamo io e mio marito di spalle mano nella mano che passeggiavamo su un prato, le chiesi perché avesse colorato il cielo di viola e lei mi rispose "guarda bene è blu, non viola" ed effettivamente era blu. Come faccio a sapere che fosse lei? Perché per come la descrive sempre la mia mamma l'ho riconosciuta e poi me lo sentivo.

 

Mentre ero in gravidanza ho pregato tanto che tutto andasse bene ed un giorno pregando con la bibbia mi si è aperta una pagina, non ti racconto tutta la storia ma molto brevemente c'era un figlio che doveva affrontare un viaggio e sarebbe stato guidato da un Angelo, la madre piangeva voleva che il figlio restasse, ma l'Angelo le disse di non piangere più che suo figlio sarebbe dovuto partire ma che sarebbe tornato da lei.

 

Che fosse un messaggio per me?

 

Ti ringrazio per il tempo dedicatomi, perdonami se mi sono dilungata troppo. Buona giornata, con affetto

 

Comunicare con l'aldilà contatti nei sogni presenze dal Cielo sono parole di Anisia

 

 

 

Comunicare con l'aldilà contatti nei sogni presenze dal Cielo

 

www.leparoledegliangeli.com

 

Stampa Email