Le Parole degli Angeli
Italiano  Inglese

Gruppi preghiera

Consapevolezza e Amore indiscriminato

Consapevolezza e Amore indiscriminato Amore senza contropartita

Le Guide Angeliche dettano a Lidia al Gruppo di preghiera Amore e guarigione di Catania

19.06.2012

Fratelli diletti, è sempre una gioia che si rinnova la comunione dei nostri con i vostri spiriti. Dalla nostra dimensione vediamo la condizione reale degli uomini della Terra, la condizione spirituale dei loro animi impegnati in una eterna ricerca di felicità, aggrappandosi inutilmente ai valori effimeri della società odierna. È una ricerca senza speranza, senza una quiete perché il desiderio realizzato sul momento, dopo qualche attimo non è più appagante e ci si rivolge alla ricerca di ulteriori desideri.

Vorremmo tanto aiutare i nostri fratelli umani ad essere convinti e certi di questa inutile ricerca ma - come sempre - ognuno deve percorrere la propria strada e avvicinarsi a tutte le tappe di un programma incarnativo che è personale e specifico di ogni creatura. Pertanto, non può essere alterato, cambiato, annullato da nessuno; è solo la creatura, la stessa creatura che può dissolverlo dopo averlo compreso e accettato in pieno.

Solo in situazioni particolari di malattie importanti - e solo se previsto nel programma Karmico - una parte dolorosa di questi eventi tragici può essere modificata per intervento divino e su richiesta della stessa creatura. A volte un programma pesante, un programma incarnativo molto doloroso, per chi lo deve subire, per chi lo deve portare su di sé, è di grande utilità, è fonte di insegnamento anche per i familiari di una creatura o per l'entourage amicale.

In questo caso il nostro fratello fa una scelta di grande amore, di grande disponibilità per dare una mano agli altri suoi simili. Sono questi i casi che si presentano di creature beatificate, santificate dalla vostra Chiesa che si inoltrano su questo livello dimensionale non per un karma negativo personale ma piuttosto per dare una svolta decisiva al risveglio di tanti altri fratelli.

Sul cammino e sull'azione di queste creature di luce, si produce un grande risveglio di fede che conduce alla riscoperta dell'amore di Dio!

Vi dico tutto questo affinché non vi addoloriate per tutto quanto succede su questo Pianeta così soggetto a disgrazie, a sofferenze riguardanti i vostri fratelli; e se c'è compassione essa deve svilupparsi alla luce della consapevolezza cioè a dire con quella chiarezza di vedute, con quel sentire interiore che rende comprensibile e accettabile lo snodarsi degli avvenimenti della vita, personale e della vita altrui.

La consapevolezza è accettazione serena ma non accettazione cieca; serena perché si è compreso il Programma divino. Alla stessa maniera Il programma personale è in concomitanza, in aderenza al programma divino. Dunque non esistono discrepanze, solo contraddizioni apparenti fra il programma personale e quello divino. Il nostro Creatore ci vuole sani, felici, realizzati in tutte le nostre componenti; e il programma karmico che ci siamo assegnati individualmente serve per comprendere meglio il significato dell'esistenza e riscoprire i veri valori di essa.

La crescita di cui tanto si parla non è una crescita affidata al tempo che scorre nella vostra dimensione; è una crescita affidata all'apprendimento che viene fuori dalle infinite esperienze nella carne e fuori dalla carne; esperienze che lasciano un segno indelebile in ogni essere e nelle infinite dimensioni in cui esperisce, anche in contemporanea.

Il succo di queste esperienze diventa la laurea di ogni creatura, cioè a dire quel grado di consapevolezza che è sempre in fieri, in allargamento, in espansione; non perché è finita la necessità di ulteriori esperienze ma perché attiene all'elemento spirituale che è infinito. Come nel vostro mondo dalla laurea si passa alle specializzazioni, anche nel mondo dello spirito avviene questo fenomeno di capacità di affinamento del sentire interiore; un sentire interiore che è la riscoperta del retaggio divino con tutte le sue componenti: l'amore, la saggezza e soprattutto l'amore indiscriminato, senza corrispettivo, senza contropartita.

Nel mondo fenomenico si incontrano infinite difficoltà per poter mettere a profitto questo sentimento. Il mondo in cui vivete non vede di buon occhio, anzi critica e disprezza tutti coloro che parlano di amore indiscriminato, di amore senza contropartita. Nel vostro mondo esiste la legge del "do ut des".

Chi non rientra in questi parametri è considerato poco intelligente, stupido e di conseguenza non viene visto di buon occhio, non viene stimato. Pertanto la considerazione, il rispetto, l'amore viene elargito a chi è fuori da questi parametri, solo a chi rispetta i valori effimeri della società.

Ma non pensate di avere perso tanto o di avere perso tutto. Non è così!

Se non ricevete amore dagli altri, anche da quegli altri che amate tanto, sapete che c'è un grande fuoco d'amore dentro di voi, che dovete andare a ricercare.

Il Cristo Gesù disse: "Ama il prossimo tuo come te stesso". Dovete, dunque, individuare l'amore per voi stessi, quell'amore che vi è sfuggito, quell'amore di cui non vi sentite degni, solo perché altri fratelli vi bistrattano, vi criticano, non vi accettano.

Anche il Cristo Gesù fu bistrattato, criticato, giudicato e condannato, pur nel grande messaggio del Suo immenso amore!

Perché la vostra vita dovrebbe fare eccezione? Tanto più seguite il retaggio lasciato dal Cristo su questo Pianeta, la Sua energia, tanto più ostacoli e nemici trovate nel vostro cammino: parenti ed amici. Anche quelli che vi ostacolano, che non vi capiscono sono i vostri fratelli e, prima o poi, riconosceranno il loro amore verso di voi!

Ma ciò che vi dico non è una speranza, come qualcuno potrebbe pensare, io vi comunico la mia certezza, la certezza di vedere un mondo migliore di quello di oggi; di vederlo realizzato nella maniera, nella forma, nelle aspettative degli uomini risvegliati, degli uomini desiderosi di amore e di giustizia.

Questo pensiero così grande, così incisivo diventerà realtà!

Pertanto, ciò di cui siete privi oggi verrà a voi a larghe mani. La vita di privazioni di ogni genere è una privazione temporanea!

Questo pensiero positivo deve essere coltivato, rafforzato e diventare un raggio laser che ricrea la vostra realtà. Siete voi uomini a creare la vostra realtà, in peggio o in meglio.

Quella parte negativa, quella parte pesante della realtà che avete creato va man mano dissolvendosi perché il pensiero positivo è più potente e man mano dovrà scomparire dal panorama di vita al quale siete abituati; cioè a dire: delitti, furti, sopraffazioni. In mezzo a questa parte deteriore di vita c'è un’altra parte, una parte preponderante di uomini risvegliati, di uomini che si sono impegnati a diffondere il pensiero d'amore e a renderlo concreto con le proprie azioni affinché sia di esempio illuminante per ogni uomo.

Anche se le cronache odierne dei vostri mass media non portano alla ribalta, non sottolineano questi aspetti positivi del vivere dell'umanità, noi vi diciamo con certezza che la vostra società umana sta cambiando, sta uscendo fuori dall'oscurità.

È un secondo illuminismo!

Dopo un periodo di grande brutalità l'uomo di oggi non ha più una mente ottusa e un cuore pesante, stretto nel disagio del dolore e dei patimenti. L'uomo riconosce di essere formato da tanti elementi, da tanti corpi sottili oltre quello pesante, corporeo. Ne è consapevole sentendo i moti del proprio animo e avvertendo la capacità della sua intelligenza nell'ideare, nel progettare … e tutto questo porta necessariamente ad occuparsi di questi elementi che compongono la propria personalità.

Non esiste, dunque, soltanto una personalità bio psichica ma, anche, una personalità spirituale: un DNA, anzi meglio dire un GNA che deve essere compreso e messo in pratica!

Il gene spirituale non è più un'astrazione e quando si comprenderà in pieno, si potrà cambiare totalmente il volto di questa umanità. Ognuno di noi porta con sé un'eredità divina ma pure in questa fratellanza spirituale, condivisa, ognuno di noi è unico e insostituibile. La differenziazione non può creare contrasti o giudizio di superiorità rispetto a un altro fratello, a un altro spirito perché bisogna riconoscere che siamo tutti complementari, tutti facenti parte dell'Uno. 

Ora mi fermo per darvi la possibilità di formulare domande, di chiedere spiegazioni anche su quanto è stato detto. 

Vi saluto fratelli, io vado, vi lascio sempre il mio amore.

Addio

 

Consapevolezza e Amore indiscriminaro Amore senza contropartita

 

 

www.leparoledegliangeli.com

 

Stampa Email