Le Parole degli Angeli
Italiano  Inglese

Umanità

La Morte è Trasformazione Corpo Di Luce E Anima

La Morte è Trasformazione Corpo Di Luce E Anima
 
Cari e amati fratelli, mie care ed amate sorelle, in questo messaggio di oggi desidero parlarvi di questa trasformazione dei vostri corpi nel corpo di luce proprio dell'Anima.
 
Il perché ho scelto oggi di parlarvi di questo argomento è sotto gli occhi di tutti, il vostro Papa, Giovanni Paolo II, amico importantissimo per il vostro mondo terra, ha raggiunto questa nostra Casa ed è in corso una grandissima festa fatta proprio per accoglierlo qui, in questo mondo, il Paradiso, del quale lui ha parlato tante volte e che oggi sperimenta con il suo stesso corpo di luce.
 
È guarito ormai, non ha più problemi fisici, perché sono stati lasciati dentro il corpo fisico, mentre il corpo di luce, il corpo che voi indossate in questa trasformazione in corpo di luce, non conosce problemi, malattia, menomazione, conosce solo il vostro affetto e il vostro infinito Amore.
 
Quando lasciate il corpo fisico, l'Anima si espande e la trasformazione è immediata, soprattutto portate con voi nell'Amore, le tante esperienze segnate dall'Amore vostro e dal vostro affetto.
 
Anche il corpo di luce cambia a seconda dell'Amore che avete donato nella vostra esperienza terrena e l'espansione del vostro corpo di luce è tanto più esteso quanto più Amore avete donato ai vostri fratelli.
 
Per questo il Padre diffonde una luce così grande e intensa è il suo grande Amore che parla per lui nella luce, nella grande luminosità che lui espande intorno a sè.
 
Trasformazione è questo, abbandonato il corpo fisico, il vostro corpo di luce assume le dimensioni e l'intensità del vostro stesso Amore.
 
L'organo, il cuore, perde la sua fisicità, ma anch'esso è visibile ai nostri occhi e in effetti è bello guardarsi nel cuore perché il vostro cuore, il nuovo cuore nel neonato corpo di luce parla ancor più profondamente del vostro affetto e del vostro Amore.
 
È uno spettacolo da vedersi, la luce espansa del vostro nuovo corpo di luce e la luce espansa dentro questo corpo di luce, il nuovo vostro cuore che si illumina e brilla e si espande in ogni vostro contatto.
 
Questa è la trasformazione che aspetta ognuno di voi fratelli in questo percorso, nel momento del passaggio tra le nostre due dimensioni.
 
Giovanni Paolo II vorrebbe parlarvi un attimo, vorrebbe salutarvi, vorrebbe poter donarvi qualche parola soprattutto per ringraziarvi della presenza affettuosa che avete espresso e che state esprimendo per lui in questi giorni, in queste ore.
 
'Un caro saluto miei fratelli e mie sorelle del mondo, peccato non assistere a quello che stanno vedendo i miei occhi in questo momento, non parlo di questo luogo, di questo veramente meraviglioso Paradiso, parlo di voi fratelli e mie sorelle, guardandovi con questi miei occhi, l'Amore che vedo per me è emozionante, dentro ai cuori vostri vedo autentica sofferenza per la mia morte, vedo autentico rimpianto, sento parole bellissime pronunciate per me, per ricordarmi, odo parole bellissime, ricordi bellissimi dentro ai cuori dei fratelli e delle sorelle, ricordi che spero accompagneranno questi miei fratelli e sorelle consapevoli del messaggio mio di Pace, di Giustizia, d'Amore che nel corso degli anni ho cercato di trasmettere a tutti ma proprio a tutti.
 
Sono finalmente a Casa, è bellissimo sapete, eppure vorrei essere ancora li, al vostro fianco per trasmettervi ancora e ancora l'Amore che ho sempre avuto per tutti quanti voi.
 
Possano queste mie parole essere da stimolo per quanti avranno il compito di scegliere il nuovo successore, il nuovo Papa, è un compito di grande responsabilità, è un compito a volte molto molto complesso e a volte si ha bisogno si avrebbe bisogno di un contatto diretto con il Padre, quel contatto che oggi sto usando io per parlare con voi, avrei tanto avuto bisogno di un contatto come questo, ma d'altronde la nostra Chiesa, non è mai stata favorevole al riconoscimento di queste manifestazioni, adesso è facile per me riconoscere l'autenticità di questi contatti ma come facevo a riconoscerli quando si è circondati da tanti prelati che condannano simili forme di contatto? Avrei avuto tanto bisogno di un contatto diretto negli anni del mio ministero, a parte qualche contatto che ho sentito io stesso e che tanto mi ha aiutato, riprendendo il discorso, vorrei tanto ma tanto veramente che la scelta del vostro prossimo Papa, fosse fatta partendo proprio dal suo sentire una missione questo suo nuovo compito e perché questo ministero sia sempre vissuto come una missione, quello che è importante è proprio l'Amore che ci sarà il lui. Questo mi auguro per tutti voi fratelli e sorelle del mondo, cristiano e non, spero proprio che un Papa scelto per il suo Amore, saprà condurvi con altrettanto Amore di quello che ho messo io, la speranza, miei fratelli e mie sorelle, è che lui possa riuscire anche ad andare oltre di dove sono arrivato io con il mio pontificato; c'è molto bisogno di fare o meglio di ricordare che è proprio l'Amore, l'Amore puro tra i fratelli, quello che costituisce veramente l'insegnamento della Chiesa Cattolica, sono oggi d'accordo che questo insegnamento sull'Amore debba essere ripreso e diffuso il più possibile, questo è il mio pensiero e il mio augurio al Papa che adesso vi accompagnerà nel vostro percorso.
 
Fratelli vi saluto, abbiate molta cura dei vostri affetti, delle vostre famiglie, dei vostri fratelli del mondo intero.
 
Questo vostro Papa ha raggiunto oggi questa Casa bellissima, vi aiuterò a raggiungere questa Casa a vostra volta con l'Amore vostro per tutti i vostri fratelli.
 
Un ringraziamento a tutti quanti voi uniti nella preghiera per me, è un'esperienza bellissima per me, vi ringrazio con tutto il mio cuore, in questi giorni mi siete stati molto vicini e la mia gioia è stata grandissima. Fratelli grazie, grazie ancora per questo Amore che avete riversato su questo vecchio padre, il Papa. Giovanni Paolo II vi saluta, un abbraccio a tutti i fratelli che stanno arrivando per darmi l'ultimo saluto, ma io sarò sempre al vostro fianco, ci sarò anch'io per insegnarvi a mettere sempre Amore nelle vostre vite.'
 
Fratelli, questo contatto di oggi vi illumini, vi incoraggi a mettere sempre sempre il vostro grande affetto e Amore nelle vostre vite.
 
Trasformazione è questo fratelli, oggi con il vostro corpo fisico diffondete il grande Amore che è dentro i vostri cuori, al domani della trasformazione tutti sarete il vostro Amore e il vostro affetto e il vostro cuore brillerà ogni volta che sarà mobilitato il vostro stesso affetto e Amore.
 
Con queste dolci conferme anche per oggi vi saluto, questa è quella che chiamate morte, la trasformazione in luce e in un cuore che pulsa d'Amore.
 
Vi abbraccio e come sempre vi ringrazio di avermi ascoltato con molta attenzione.
 
Per tutti, vostro fratello Gesù Cristo.
 
Messaggio trasmesso dal Cielo il 03.04.2005
 
Titolo La Morte è Trasformazione Corpo Di Luce E Anima
 
 

Stampa Email