Le Parole degli Angeli
Italiano  Inglese

Umanità

Violenza e consumismo per la comprensione della violenza che si esprime dai cuori

Violenza e consumismo per la comprensione della violenza che si esprime dai cuori

 

Io sono da voi miei fratelli amati e mie sorelle amate e comprendo nel mio cuore quanto è successo in questi giorni a Roma, la violenza che è apparsa sulle pagine dei giornali, in tante televisioni e ancora tra voi attraversando la manifestazione.

Comprendo lo sgomento che questa violenza ha portato in voi come comprendo quanto ha determinato il ricorrere alla violenza. Ciò che nel passato è stata la scelta ha determinato la condizione attuale e il mio essere tra voi è per aiutarvi a comprendere come ogni scelta conseguenze genererà.

La violenza di oggi trova radici nelle scelte del vostro consumismo, oggi è acquistare un bene, possedere un bene, mostrare la proprietà di un bene ciò che vi permette di essere di fronte agli altri, la violenza è già in questo atteggiamento di prendere, di mostrare all’altro quale simbolo del valore proprio superiore a quello dell’altro; questa violenza appare attraverso le cose. Questa violenza perpetrate attraverso ogni vostro possesso. E queste sono oggi le conseguenze.

Avete dimenticato le ragioni di ciò che ha determinato il progresso: essere tra di voi molto più uguali nelle condizioni per la sopravvivenza dei corpi. Essere tra di voi in uguali condizioni per le vostre necessità. Essere tra di voi attraverso lo scambio perché ognuno avesse per le proprie necessità. I vostri occhi è questo progresso che vedono?

E sempre nel passato sono mutate le condizioni del lavoro, nel passato lavorare era mettere a rischio anche la propria vita, quante morti hanno portato nel tempo ai diritti per il lavoro per tutti, sopravvivenza come condizione di diritto per tutti e adesso cosa è stato? La violenza per molti di quei popoli che hanno della terra l’unica occasione per la sopravvivenza, lavorare, produrre dei beni per i vostri mercati senza alcuna condizione di diritti. E questa è ancora la violenza che si sta perpetrando oggi. E ancora oggi nell’essere tra fratelli non c’è condizione di diritto uguale tra di voi. E’ per voi violenza quell’offendere la dignità dell’uomo negandogli quel diritto alla sopravvivenza?

Nel tempo la maggior disponibilità invece di essere riversata nel creare occasioni per voi, occasioni di lavoro, occasioni per la vostra sopravvivenza, occasioni per provvedere alle vostre necessità, per essere voi autonomi e costruire coi vostri legami, oggi si sta capitalizzando con altre strade che sono altro da voi, oggi sono le Banche che propongono investimenti e sono la Borsa e non i fratelli l’investimento. E quello di essere tra voi è ancora un inganno, pagare vi chiedono interessi per ogni aiuto più che garantito che potete offrirgli. La violenza è anche in questo atteggiamento delle vostre Banche che portano lontano da voi tante occasioni per le vostre esistenze.

E violenza esplode per le strade ed è tutto prodotto del consumismo.

E mentre riflettiamo miei cari fratelli e mie care sorelle, la violenza nei cuori è per la propria sopravvivenza che trova difficoltà a essere tra i fratelli, questa dignità che trova indifferenza tra i fratelli, questa possibilità che trova nel domani un’idea di precarietà.

Miei fratelli e mie sorelle è necessaria una inversione di rotta, recuperate il senso del progresso, il valore della dignità per la vita di ognuno di voi e recuperate quell’essere tra voi nelle uguali condizioni e occasioni possibili, le vostre capacità adoperate di più per il progresso per tutti.

Vi metto un saluto nei cuori con tutto il mio Amore

Vostro fratello Gesù Cristo

Messaggio dettato il 17.10.2011

Titolo Violenza e consumismo per la comprensione della violenza che si esprime dai cuori

www.leparoledegliangeli.com

Stampa Email