Le Parole degli Angeli
Italiano  Inglese

Miracoli

Giovannino Russo Di Suiles Guarigioni Miracolose

Giovannino Russo Di Suiles Guarigioni Miracolose Testimonianze

 

Ciao carissima Sara! Adesso sto in ufficio al lavoro, ma ho del tempo a disposizione e dunque colgo l'occasione per raccontarti di me.

 

Un tempo ero iscritto su Facebook e proprio nel periodo della scoperta del mio problema al cuore, per caso cercando tra le persone che conoscevo sul sito trovai il profilo di una mia carissima amica nonché vicina di casa al mare dove andavo a trascorrere le vacanze estive ogni anno; era già da parecchio che non la vedevo, forse una decina di anni, però mi sono sempre ricordato di lei anche perchè la sua famiglia, come la mia, era stata colta da una terribile sfortuna: proprio in quel periodo la zona dove abbiamo la casa al mare fu travolta da un alluvione sommergendo così le case che con duro lavoro siamo riusciti a portare nuovamente ad uno stato iniziale come fu prima del cataclisma, molti abitanti della zona lavorarono duramente per riordinare le loro case e i loro terreni ma per i genitori di questa mia amica non fu cosi essendo anziani e non avendo tutte le forze e il coraggio di iniziare da capo con la loro casa che era sommersa dal fango preferirono lasciare tutto così e trasferirsi in un altra zona della Sardegna anche perchè la paura di una nuova alluvione era tanta.

 

Fu così che decisi di contattare questa mia amica per chiederle come andava e che fine aveva fatto e se i suoi genitori stavano bene dal giorno del triste evento; lei tempestivamente mi rispose contenta di sentirmi raccontandomi tutto quello che negli anni di assenza aveva fatto, allora decidemmo di vederci per mangiare una pizza insieme ma tutto questo ebbe inizio ad Olbia dove lei attualmente lavorava ed io la ci andavo spesso perchè nel periodo abitava mia sorella che spesso andavo a trovare rimanendo da lei per qualche settimana come ospite; fu cosi che parlandole di me le raccontai del mio problema e che mi fu detto dal cardiologo che non potevo più fare attività fisiche e niente di tutto quello che richiedesse sforzo fisico perchè ero a rischio d'infarto ed aggiunsi che per me tutto questo era come morire lentamente visto che io sono sempre stato un tipo abbastanza attivo e ho sempre praticato sport e stare fermo mi avrebbe dato molti problemi.

 

A questo punto lei mi disse di Giovannino Russo di Suiles che lei stessa conosceva benissimo per via di altra gente e mi disse che mi avrebbe portato da lui che era una persona che con il dono di GESU' faceva molte guarigioni con la preghiera, mi disse anche che dovevo avere molta fede e gli risposi che quella già non mancava anche se tra me mi dicevo perchè dovrebbe aiutare proprio me il Signore Gesù visto che comunque per lui non avevo mai fatto grandi cose, però qualcosa mi spinse ad andare in quel posto e conoscere questa persona!

 

Il giorno lo ricordo come fosse oggi, era una bellissima giornata e mi misi in fila per incontrare Giovannino Russo in compagnia della mia carissima amica, dopo avermi presentato a lui come suo amico mi fece entrare da solo in una saletta, le pareti erano, e ancora oggi lo sono, piene di lettere, radiografie, certificati medici, di tantissime guarigioni miracolose di cui anche la scienza aveva indagato senza trovare risultati utili per negare i sui grandi miracoli, comunque appena vidi Giovannino un senso di tranquillità mi pervase, nel vederlo mi dava già sicurezza, si vedeva a distanza che nel suo sguardo ci stava qualcosa di buono e anche nei suoi modi di fare, si presentava davanti ai miei occhi con un rosario in mano, mi strinse la mano, mi fece sedere e mi chiese come stavo e i problemi che avevo.

 

Io gli raccontai tutto senza tralasciare nessun particolare, allora mi mise una mano sulla testa mentre con l'altra teneva sempre il rosario iniziò a pregare sotto voce ..... ed esclamò con voce più alta "Gesù aiutalo", fece il segno della croce e uscì dalla stanza e andò nella chiesetta di fianco a pochi passi, dove pregò nell'altare davanti a Gesù e la Madonna, poi ritornò indietro e quello che mi stupì fu che appena entrò nella stanzetta la prima cosa che mi disse, certo e con tanta gioia sul volto, di non preoccuparmi che sarei guarito, ma lo disse con una certezza tale che mi fece sospirare; nel momento che mi mise la mano in testa e che iniziò a pregare successe qualcosa di strano: dalla sua mano sentivo un calore scendere che mi coprì fino alle ginocchia, un qualcosa di inspiegabile, mi sembrava di stare vicino ad un fuoco, nel sentirmi dire che sarei guarito io gli risposi "speriamo" e tra me pensavo "certo se Gesù vuole tutto è possibile" però la presi anche io con un sorriso, infine mi lasciò prima di andare un foglio verde con scritto il salmo 36 e mi disse di fare questa preghiera la notte prima di andare a letto e la mattina appena mi svegliavo.

 

Appena lo salutai ed andai via sentivo già che qualcosa in me era successo, appena uscii dalla sua stanzetta mi sentivo totalmente rilassato, sembrava che qualcuno mi avesse svuotato e non avevo peso, mi sentivo rilassato, la mia amica mi chiese come era andata e gli dissi benissimo e degli effetti che avevo sentito sul mio corpo e lei mi rispose che tutto era possibile tramite quest'uomo! La ringraziai per avermi portato da Giovannino e avermelo fatto conoscere perchè sentivo che era una persona speciale a cui affidare la mia Anima ed il mio corpo ed infatti non mi sbagliavo !!!!!

 

Qualche mese dopo andai nuovamente a farmi controllare dal cardiologo di medicina legale di Cagliari che mi teneva sotto osservazione in quanto allora ero anche militare, lui stesso riscontrò in precedenza che i fattori della causa dello stress psicofisico e delle attività che allora svolgevo mi avevano portato ad avere problemi al cuore creando un aritmia extrasistolica ventricolare e sopraventricolare che spesso mi portava all'apnea notturna e forti dolori al petto con mancanza a volte del respiro, con risvegli improvvisi la notte per mancanza di respiro e anche problemi alla vista sempre dovuti a tutto l'insieme, immagina le condizioni in cui stavo!! Fu questo santo giorno che scoprii nello studio del cardiologo di essere improvvisamente guarito e di non avere più nulla. Con stupore del cardiologo che mi guardava con faccia stupita e che guardava e riguardava l'elettrocardiogramma, si chiedeva e mi chiedeva cosa era successo e come mai ero guarito così da un momento all'altro, cosa che non era mai successa fino a quel giorno con nessuno, io li gli raccontai di Giovannino Russo di Suiles e lui la prima cosa che esclamò fu : e che è uno stregone !??? ma ti ha chiesto soldi???...maa...!! e rideva come se la cosa fosse strana pur successa ed evidente; poi dopo qualche minuto tornò serio e sempre con faccia stupita mi guardava come fossi un extraterrestre ... .io nel sentire che ero guarito in quel momento scoppiavo dalla gioia e pensavo in continuazione a Giovannino e Gesù e mi convincevo tantissimo della presenza di Gesù in mezzo a noi e dell'aiuto che ci dà pur non vedendoci; questa cosa mi segnò tantissimo perchè da quel giorno vedo tutto in maniera diversa, mi rivolgo ogni giorno a Lui, prego e gli chiedo sempre di aiutarmi e di non lasciarmi mai solo, di farmi da guida e di aiutare tutti, in particolare Giovannino di dargli forza di andare avanti nelle preghiere e nella vita di tutti i giorni visto che rimane ore ed ore a pregare e aiutare centinaia di persone una ad una con tanta pazienza e amore!

 

Da quel giorno mi sono successe anche due cose molto strane, due sogni che sembravano realtà, il primo e stato quello di sognare una grande piazza buia con una fontana al centro con dei gradini e in lontananza vedere arrivare la figura di una persona con un lungo vestito blu scuro con la fascia dorata e dall'altro lato un'altra persona che si assomigliava a lui, ma non eravamo soli ci stava anche altra gente ma non la focalizzavo, ad un tratto è come se io tra queste due persone dovevo scegliere dove andare e stranamente guardai in faccia quella che in quel momento catturò il mio sguardo e li esclamai con voce alta e piena di gioia e stupore "tu sei Gesù ti ho riconosciuto adesso ti riconosco ... tu sei Gesù, anche perchè il viso era proprio quello di Gesù che noi oggi conosciamo, a quel punto mi buttai ai sui piedi in ginocchio piangendo, lui mi prese la mano e come la prese mi bruciava ..... questo è il primo sogno.

 

Il secondo è successo qualche settimana fa, sempre la notte, mentre dormivo feci un sogno strano che mi faceva soffrire tantissimo ricordo solo di stare dentro una casa e l'acqua mi voleva sommergere però riuscii a scappare e mi ritrovai davanti a delle casette sempre di notte e vicino a queste case passava un torrente che con grande paura era in piena e fu proprio la piena a svelare lo scheletro di una persona sotterrata la da tanto e la nel vedere questa scena ci stavano altre persone che in quel momento vidi preoccupate facendomi intendere che fossero state loro a fare quello ma nello stesso momento accusavano anche a me di aver partecipato a quella sepoltura .... tutto ad un tratto a questo punto del sogno succede una cosa molto strana; sentii una voce di donna che mi chiamava per nome, la sua voce era cosi dolce e delicata che il brutto sogno, che mi faceva soffrire tantissimo, di colpo svanisce e nel sentire questa voce la prima cosa che mi venne da dire senza nemmeno pensarci un secondo fu "questa è la Madonna è la voce della Madonna che mi chiama!!!!" a questo punto io mi stavo svegliando però non mi volevo svegliare dal sonno perche sentivo il bisogno e la voglia di vedere la Madonna e fu così che nel buio vidi quello che non avevo mai immaginato di vedere: il volto della Madonna che fece il segno della croce e raccolse le mani come di solito appare nelle foto ma non aveva colori, nel buio l'unico tratto a rappresentarla era il colore celeste azzurrino smeraldo, era cosi reale che ancora adesso quando ci penso mi emoziono! Ancora oggi mi chiedo se ci sta altra gente che come me abbia avuto sogni di questo genere perchè sarei curioso di conoscerle ...

 

Carissima Sara non so se questo che ti ho raccontato basti per farti capire chi sono io e chi è Giovannino Russo di Suiles ma spero tu la prenda in considerazione e anche tu contribuisca a mettere in luce la vita di Giovannino e di quello che lo lega a Gesù e le sue guarigioni miracolose, cosi che la gente abbia più fede e più amore in Lui e viva in pace in questi tempi sempre più scuri dove il male è dietro ogni angolo e fa di tutto per nascondere le cose belle della vita e promuovere quelle cattive.

 

Pietro

 

Carissimi, sono Sara Luce, questa la testimonianza che ci ha raccontato Pietro; a lui ho chiesto anche di parlarci di Giovannino Russo di Suiles. Ecco cosa ci ha raccontato:

 

Ciao Sara, visto che oggi ho del tempo a disposizione colgo l'occasione per raccontarti, tra le tante, di qualche guarigione miracolosa riconosciuta a Giovannino Russo di Suiles cosi che ti faccia un'idea della forza che Gesù ha dato a quest'uomo.

 

Inizio a spiegarti in breve la storia di Giovannino che lui stesso mi ha raccontato: era una giornata come tutte le altre, lui ragazzino andava a pescare sempre con il padre in barca, tutta la notte, per poi ritornare tardi la mattina; un giorno accadde qualcosa di straordinario, il padre gli disse di prepararsi per un uscita di pesca ma lui di età adolescente e con poca voglia, gli rispose che non ne aveva voglia, ma alla fine il padre lo costrinse ad andare con lui; il mare quel giorno gli si presentava calmo e liscio come l'olio, il cielo era stellato senza nemmeno una nuvola e tutto ad un tratto, mentre si dava da fare per la pesca, venne avvolto dalla volta celeste piena di stelle, anche il fondo del mare era sparito e tutto intorno a lui stelle che lo ricoprivano e gli apparse Gesù che da quello che lui mi disse, lo vedeva e lo sentiva come stesse parlando una qualsiasi persona sulla terra; ma questa non fu l'unica volta perchè ci furono in seguito altre 2 apparizioni in cui Gesù gli prese la mano e gli disse qualcosa ma non me ne ha parlato ed io per non essere troppo indiscreto non gli ho chiesto nulla, da quel giorno qualcosa però cambiò in lui! Non si sapeva spiegare come mai la gente lo bloccava per strada per chiedergli una preghiera di guarigione e mi disse che gli sembrava che quelle persone erano indirizzate a lui ma non sapeva per quale motivo, poi scoprì di avere un dono, ogni volta che diceva "non ti preoccupare vedrai che guarirai" quelle persone per miracolo guarivano, comunque per farla breve arriviamo ai giorni nostri se no qua ci sta da scrivere un libro che già qualcuno sta scrivendo!

 

Un miracolo riconosciuto a livello mondiale è la ricrescita degli arti inferiori e superiori ad un feto che era ancora dentro la pancia della mamma, adesso ti spiego, un ragazza sarda era incinta ma purtroppo quando le fecero le radiografie scopri che il figlio che stava per nascere non era sano ma stava per venire alla luce come un ovetto senza braccia ne gambe, ne fu accertata la malattia (e questo è tutto documentato e sta da Giovannino) e non si poteva fare altro che pregare, non so come questa ragazza venne a conoscenza di Giovannino e piangendo disperata lo imploro di pregare e di chiedere a Gesù un aiuto e cosi fece .... pregò e finalmente il miracolo !!!!!!!! Questa ragazza mise alla luce un maschietto bello e sano e tra tutti i medici ci fu uno stupore totale che li lascio scioccati dall'evento, visto che quel bambino stava per nascere senza arti!

 

Un'altro miracolo è avvenuto nei confronti di una donna affetta da tre tumori maligni di cui per uno aveva già subito un'operazione e gli fu asportata parte di un organo, mancava ancora un'operazione da fare forse la più delicata se non ricordo male alla testa, comunque poco tempo prima anche lei venuta a conoscenza delle guarigioni miracolose di Giovannino Russo di Suiles lo andò a trovare e qui un'altro miracolo, pregò per lei e alla fine i tumori sparirono e l'organo che aveva subito l'asportazione gli ricresce sano come se nulla fosse successo; anche questo miracolo è documentato da certificati medici e cartelle cliniche.

 

Un'altro miracolo fu quello di un uomo affetto dalla sindrome dei polipi che gli ostruivano l'apparato respiratorio naso, gola, impedendogli di respirare e anche questo doveva subire un intervento chirurgico molto pericoloso, ma anche per questo non ce ne è stato bisogno, andò da Giovannino e qua subito dopo avergli messo la mano "benedetta e santa con la quale ha toccato Gesù" ci fu subito nello stesso istante lo scioglimento di questi polipi, dal naso cadevano a terra in continuazione mentre Giovannino pregava con il rosario in mano e anche qui ci fu la guarigione improvvisa.

 

Un'altra storia è quella di una ragazzo in coma dopo un incidente dove già i medici lo davano per morto, dopo tutte le sacche di sangue che gli davano non si riprendeva, i genitori di questo ragazzo si rivolsero a Giovannino disperati e anche qui ci fu la parola di conforto di non preoccuparsi che sarebbe guarito! Dopo la preghiera di Giovannino anche qua ci fu il miracolo il ragazzo si risvegliò dal coma e guarì.

 

Un'altra storia riguarda un signore paralizzato in sedia a rotelle dalla tenera età, qua Giovannino disse la famosa parola "alzati e cammina che non hai niente" e anche qui subito all'istante questo signore si accorse che qualcosa in lui era successo e provò subito ad alzarsi e con grande gioia si mise in piedi ed iniziò a camminare.

 

Carissima Sara rimarrei ore a raccontare di guarigioni avvenute perchè sono tante ma preferisco che tutto avvenga in maniera diversa dando la possibilità a te o chi per te di vedere con i propri occhi tutti i certificati ed i riconoscimenti fatti a quest'uomo e farli presenti all'intera umanità cosi che specialmente le persone lontane dalla fede si convertano e capiscano che la vita non finisce e che qualcuno lassù ci sta aspettando e che il corpo fatto di carne è solo terreno e che può essere guarito in un istante dai mali che per la scienza sono incurabili solo con il dono che Dio e suo figlio Gesù offre a noi salvaguardando sempre ed in ogni momento la nostra Anima che un giorno ritornerà da dove è venuta!

 

A presto saluti e abbracci

 

Giovannino Russo Di Suiles Guarigioni Miracolose Testimonianze è stata raccontata da Pietro

 

Dal giorno della pubblicazione di questa testimonianza vi avevo anche detto come potevate entrare in contatto con Giovannino Russo di Suiles (zona Golfo Aranci Olbia Sardegna): ma il 03.09.2015 è morto e questo è un gran dispiacere per tutti i nostri cuori.

 

Ma per lui però si sono aperte le porte del Paradiso e sarà una gioia per lui vedere quanto Amore ha donato in questi anni, a tutti noi, a tutti, e senza chiedere nulla in cambio.

 

Sei stato un grande esempio, sei stato un grande cuore, grazie Giovannino, il tuo ricordo sarà sempre con noi!

 

Un bacio grande e ora goditi il Paradiso, tanto sappiamo che il tuo sguardo dolcissimo sarà sempre su di noi.

 

Grazie per la tua vita, grazie per essere stato con noi, grazie per tutti quelli che hai aiutato, GRAZIE!!!! Ti vogliamo bene!!!!!

 

Sara Luce

 

Giovannino Russo Di Suiles Guarigioni Miracolose Testimonianze

 

www.leparoledegliangeli.com

 

Stampa Email