Le Parole degli Angeli
Italiano  Inglese

Momenti di tenerezza

Poesie sulla morte

Poesie sulla morte non c'è fine per l'Amore

 

 

Perchè il mio cuore è pieno di tristezza?

Perchè i tuoi occhi piangono lacrime di dolore?

 

Io ci sono, guardami!

Io sono il sole che al mattino sorge

ed illumina le tue giornate.

 

Io sono la stella che brilla di più nel cielo

e che veglierà sempre su di te.

 

Io sono il vento che ti sussurra una dolce melodia.

 

Io sono la pioggia che annaffia il tuo giardino

per dar vita a nuovi fiori.

 

Io sono l'arcobaleno che dopo un temporale

colora il cielo di mille sfumature.

 

Io sono il canto degli uccelli

che ascolti durante la giornata.

 

Io sono un filo sottilissimo

che i tuoi occhi non possono vedere

ma il tuo cuore può sentire.

 

Pensami ... e non essere triste

fammi veder nascere dalle tue labbra un sorriso

ed io sarò felice insieme a te!

 

 

La mia stella

 

Tu sei una stella per me,

la mia stella.

 

Sei tu quella che guardo mentre miro il cielo:

tra la luna, le stelle e le nuvole

cerco te.

 

Sei tu che chiamo quando soffro,

quando il mio cuore si serra nella solitudine.

 

Sei tu che cerco in ogni angolo della casa,

sei tu che cerco tra la folla,

come se da un momento all'altro

dovessi comparirmi davanti.

 

E quando mi ritrovo solo nel letto,

cerco la tua mano,

ti sento vicina e serro il cuscino.

 

Il letto sembra enorme per me

tutto solo e senza te:

ti cerco, ti chiamo,

ma tu non ci sei, non rispondi.

 

Sii sempre la mia stella,

brilla sempre per me:

nel nostro cielo c'è tanto spazio

per te, per me e per noi.

 

Se cammino solo e guardo il cielo

ti sento vicina:

ti parlo e le mie mani vorrebbero

essere tanto grandi

da poter cogliere quella stella

che brilla per me: tu.

 

Tu sei la mia stella:

vivo della tua luce

vivo del tuo splendore,

ti guardo, ti ammiro,

ti cerco fra tutte le stelle del cielo.

 

So che se lì, pensi a me,

che guardi me:

i nostri sguardi raccontano,

i nostri pensieri si armonizzano,

i nostri cuori si uniscono

in un abbraccio che solo un poeta può capire.

 

Sei tanto lontana da me,

ti vedo sparire,

ti sento scivolare dalle mie mani,

eppure ti vedo, ti sento, vorrei toccarti

come si sfiora con le mani un petalo di rose.

 

Il mio cuore resta nei miei occhi

che fissano quella stella:

la mia stella.

 

La mia stella poesia di Giuseppe Petronella

 

 

Figlio

 

Figlio,

Sei con noi

Per sempre

Lungo i nostri giorni

Vuoti

Dentro i nostri abbracci

Privi

Del tuo sguardo azzurro

Della tua adolescenza

Buona.

 

È difficile capire il senso

Di questo dolore

Senza fine,

Ma restiamo

Aggrappati al tuo sorriso.

 

È faticoso crederlo,

Ma sei la parte migliore di noi

Che già vive

In Paradiso.

 

Figlio poesia di Anna Maria Folchini Stabile

 

 

Lei con me

 

A te, Amore mio che nel continuo scorrere del tempo ritorno al ricordo del giorno della tua partenza per il cielo.

 

Quanto tempo è passato Amore mio da quel giorno della tua partenza per il cielo, e che non ti avvolgo più fra le mie braccia in quel meraviglioso stringersi d'amore, e mi manchi da morire!

 

Ma nella mia mente nel mio cuore nel mio costante pensiero d'amore che ti rivolgo: tu sei e sarai sempre con me.

 

Sei con me quando dai miei stanchi occhi le lacrime rigano il mio volto, perché sei tu che le asciughi con una dolce carezza d'amore, sei con me quando a stento riesco a sopportare il peso del dolore della tua assenza perché, sei tu che mi sorreggi.

 

Sei con me quando la disperazione si impossessa della mia mente, perché sei tu che la quieti con un dolce pensiero d'amore.

 

Sei con me quando tutto mi sembra inaffrontabile, e la vita stessa perde tutto il suo significato, perché tua è quella voce dentro di me che mi spinge a continuare.

 

Sei con me quando il pensiero che il nulla si sia preso tutto il nostro amore con le sofferenze, le gioie, i progetti, quando questo pensiero mi sfiora la mente cado in un tunnel buio senza ritorno, ma sei tu che mi prendi per mano e con un dolce sorriso mi riporti alla luce e mi dici: Amore mio io sono viva e tutto quello che ho vissuto d'amore nella vita terrena è in me e lo sarà per l'eternità, quindi Amore mio se mi ami non piangere perché quando quel giorno che anche tu sarai chiamato a quella che voi chiamate morte, ma che è in realtà la vera vita, sarò io a prenderti per mano e a condurti nel mondo spirituale, dove io ti attendo e ritroverai tutta me stessa per continuare quello che la morte non può spezzare, l'amore.

 

E l'amore che ci lega per l'eternità perché io vivo in te, come tu vivi in me io sono e sarò sempre con te, Amore mio. Ecco perché sei con me Adriana, perché mi hai donato tanto amore nella vita terrena, e continui a donarmelo anche dal cielo ed insieme ad esso mi mandi tanta forza per proseguire.

 

Quello che io sono oggi e sarò domani lo devo a te Amore mio. Amore mio ti amo all'infinito per sempre tuo.

 

Per te Amore mio, nell'attesa di riabbracciarti presto. Ti amo (Il tuo Pino: come mi chiamavi tu)

 

 

La morte è la curva della strada

 

La morte è la curva della strada,

morire è solo non essere visto.

 

Se ascolto, sento i tuoi passi

esistere come io esisto.

 

La terra è fatta di cielo.

 

Non ha nido la menzogna.

 

Mai nessuno s’è smarrito.

 

Tutto è verità e passaggio.

 

La morte è la curva della strada poesia di Fernando Pessoa

 

 

Poesie sulla morte non c'è fine per l'Amore raccolta di poesia scelta da Sara Luce

 

 

 

Poesie sulla morte non c'è fine per l'Amore

 

www.leparoledegliangeli.com

 

Stampa Email

Le Parole degli Angeli