Le Parole degli Angeli
Italiano  Inglese

Premorte

Ricordi Del Paradiso Dopo Una NDE

Ricordi Del Paradiso Dopo Una NDE

 

Ricordi Del Paradiso

 

Era un giorno molto caldo fra le montagne della Virginia, in quell'estate del 1960.

 

Io ed i miei cugini ci recammo in un parco locale con le nostre madri. Loro ci avevano proibito di fare il bagno nel laghetto finchè non ci avessero raggiunti, ma da bambini che eravamo, non riuscimmo ad aspettare. Ricordo che corsi alla spiaggia e mi tuffai immediatamente, per capire solo troppo tardi quanto fredda fosse l'acqua e quanto il sole mi avesse riscaldata.

 

All'improvviso guardai in su e vidi dei cerchi neri sopra la mia testa. Non avevo idea di quello che mi stava accadendo, nè mi spaventai troppo, semmai mi sentivo rilassata. Poi tutto è diventato buio e ricordo di non aver visto più niente, finchè non mi risvegliai in un spazio totalmente insolito dove vidi una luce molto brillante.

 

Avevo appena 12 anni e non ne fui granchè sconvolta: ero solo incuriosita e mi chiedevo dove fossi.

 

Tutt'a un tratto, mi ritrovai a parlare con mio nonno, che era morto quando avevo cinque anni: "Non pensavo proprio che ti potessi già trovare qui", mi disse.

 

Gli chiesi dove fossi, ma non mi rispose. Come detti uno sguardo intorno, vidi cose meravigliose: gente felice ed a suo agio che indossavano vestiti di ogni epoca e fra loro si percepiva che non c'era nessuna ostilità, ma solo felicità. Pensai: questo è il posto dove voglio vivere!

 

Allora mio nonno parlò di nuovo dicendosi orgoglioso di me, per come crescevo, che stavo diventando grande ma ecco che dietro di lui apparve anche la nonna. Era morta quando avevo 18 mesi, così non avevo alcun ricordo di lei. Ero davvero eccitata nel vederla così bella. Aveva capelli lunghi e neri, occhi vivaci ed un sorriso meraviglioso. Mi abbracciò e mi disse che mi aveva osservato crescere.

 

Dopo che mio nonno mi aveva appena abbracciato, una GRANDE mano apparve da una nube ed indicò verso il basso. Quella mano aveva il segno di un buco nel centro del palmo ed io mi sono sentita avvolta da immenso calore ed amore, ma non volevo lasciare quel posto!

 

Ricordo che mi ritrovai in un letto d'ospedale, mentre qualcuno cercava di farmi una puntura. Urlai, "Fatela a mia madre: ne ha bisogno più le di me!". Inutile dire che mi fecero quella iniezione ed oggi sono ancora qui a condividere la mia esperienza meravigliosa con voi.

 

Dei miei nonni serbo sempre nel cuore il ricordo di quel meraviglioso incontro e sono più che certa che mi stanno aspettando.

 

Sandra

 

Ricordi Del Paradiso Dopo Una NDE è stata raccontata da Sandra alla pagina NDE - esperienze di premorte di FB

 

Ricordi Del Paradiso Dopo Una NDE

 

Ricordi Del Paradiso

 

www.leparoledegliangeli.com

 

Stampa Email