Le Parole degli Angeli
Italiano  Inglese

Premorte

Dopo la morte cosa c’è 2021

Dopo la morte cosa c’è 2021 esperienze

 

Dopo la morte cosa c’è 2021 : anch’io ho avuto una esperienza di pre-morte e a volte mi chiedo se queste esperienze nde mi sono state offerte proprio per superare le mie paure, ero ossessionata dai pensieri sulla morte, comunque per un breve periodo il mio cuore ha smesso di battere e il mio cervello ha smesso di funzionare, dopo che il mio corpo fisico è morto, sono entrata in un mondo fatto di luce bianca, la mia storia inizia nella sala operatoria di un ospedale; mi è stata fatta un'anestesia generale per una procedura medica comune ma invasiva e verso la fine dell'operazione il dottore ha commesso un terribile errore, ha tagliato un'arteria e ho perso enormi quantità di sangue, troppo sangue per sopravvivere, mentre il mio corpo giaceva morente sul tavolo operatorio, mi alzai e osservai la situazione.

 

I dottori e le infermiere erano frenetici e urlavano a vicenda, afferrando asciugamani bianchi, passandosi strumenti di metallo e sudando come se le loro vite fossero in gioco invece della mia, ho sentito la loro paura mentre cercavano disperatamente di salvarmi, ma non riuscivo a capire perché fossero così sconvolti, sicuramente, potevano vedere che stavo perfettamente bene “calmati”, dissi ridendo un po' per allentare la tensione, ma hanno continuato, come se non mi avessero sentito; forse avevo bisogno di parlare un po' più forte “rilassati”, ho gridato, “vai tranquillo”, hanno continuato a ignorarmi, così sono volata davanti ai loro volti, naso a naso con ognuno di loro “guardami, sto bene, non c'è niente di cui preoccuparsi”, si sono comportati come se non mi vedessero e io ero proprio di fronte a loro, perché non mi riconoscevano, è stato frustrante.

 

Li ho guardati per qualche minuto e poi mi sono annoiata, se non volevano parlare con me, non c'era motivo di restare, così ho preso il volo come un uccello, come se volare fosse una cosa naturale da fare, per un po' ho semplicemente sorvolato in tondo la mia forma senza vita e le teste piegate della salda squadra chirurgica poi lentamente, sono andata sempre più in alto finché non sono stata catturata da una brillante luce bianca, era più bianca e più luminosa dei raggi del sole, ma non era abbagliante e non dava fastidio ai miei occhi, avrei potuto restare lì per sempre, crogiolandomi nel calore e nel conforto del suo misterioso bagliore.

 

Il suono di una voce maschile e assolutamente magnifica catturò la mia attenzione, velato alla vista, si rivolse a me come se mi fossi appena svegliato da un sonno profondo, quasi come mi fossi svegliata da uno stato di coma, mi disse chi ero, dove ero stata e da dove venivo, ha risposto a ogni domanda che mi sia mai passata per la testa, come se la mia più piccola preoccupazione fosse della massima importanza, mi sono sentita rispettata e amata; è stato un momento importante, solenne, ma quando mi ha risposto dicendomi perché zia aveva sposato mio zio, cosa che mi aveva sempre sconcertata, sono scoppiata a ridere “va bene”, dissi, sorridendo all'uomo nella luce, “ora ricordo, non devi dire nient'altro”.

 

Ero beata nel regno spirituale, galleggiando in un oceano di luce bianca, ero contenta, finché una delle infermiere non ha urlato “la stiamo perdendo” e il suono della sua angoscia ha colpito il mio spirito come una palla di cannone sparata alla pancia, l'energia emotiva è più forte per uno spirito libero che per uno spirito che indossa un corpo fatto di carne e ossa, mi ha lanciata in aria e mi sono fermata a pochi centimetri di distanza dal soffitto.

 

Ho guardato il mio corpo spirituale per assicurarmi che fosse ancora intatto e quello che ho visto mi ha sorpreso, c'erano due cherubini, “siamo Angeli scorta", disse uno dei due, con il nobile orgoglio di un servitore reale, “siamo venuti per portarti a casa”.

 

Improvvisamente la luce bianca era molto più brillante, i cherubini si posizionarono su entrambi i miei lati, vicino alla mia vita, e ci spostammo verso l'angolo del soffitto; ero completamente pronta per il decollo, ma la mia testa ha sbattuto contro il muro, ho ripetuto il movimento ancora e ancora, aspettandomi ogni volta che il muro cedesse, ma non si mosse.

 

Il cherubino a sinistra volò vicino al mio viso “hai dimenticato”, disse “c'è qualcosa che devi fare prima di poter partire”.

 

Ho lottato con i miei ricordi, cercando di capire cosa dovevo fare, alla fine mi è arrivato “oh questo è vero, ho dimenticato di guardare il corpo”.

 

I miei occhi ingrandirono la donna sdraiata sul letto sotto di noi, aveva venticinque anni ed era in perfetta salute, fatta eccezione per la perdita di sangue e spirito, come un meccanico esperto che ispeziona un'auto sapevo di poterla riparare.

 

"non è una cosa abbastanza seria” dissi più a me stessa che ai cherubini e in una frazione di secondo ero di nuovo nel mio corpo.

 

Mi tuffai a capofitto nell'ombelico ed era come tuffarmi nel cemento bagnato, il mio corpo si era irrigidito e dovetti girarmi e rigirarmi per adattare il mio spirito, dopo essermi sistemata, alzai gli occhi al soffitto, i cherubini stavano aspettando la prova che stessi bene, ho guardato negli occhi uno di loro e poi sono volati attraverso lo stesso muro che mi aveva impedito di scappare.

 

Le lacrime hanno cominciato a scendermi sulle guance, cosa avevo fatto?, avrei potuto partire con loro, in questo momento potevo essere sulla via di casa, ma ancora una volta sono intrappolata in un mondo di limitazioni.

 

Di sicuro poi, nella vita ho perso la mia paura della morte, prima della mia NDE, e si, ero ossessionata dai pensieri sulla morte e a volte ancora oggi, come vi dicevo, mi chiedo se mi è stata offerta una esperienza NDE proprio per smettere di perdere tempo a preoccuparmi della morte e passare alla conquista di altri obiettivi e al superamento di altre paure.

 

Dopo la morte cosa c’è 2021 esperienze sono frasi di Daniela

 

 

 

Dopo la morte cosa c’è 2021 esperienze

 

Dopo la morte cosa c’è 2021

 

www.leparoledegliangeli.com

 

Stampa Email