Le Parole degli Angeli
Italiano  Inglese

Risposte dal cielo

Attacchi di panico risposte dal Cielo

Attacchi di panico risposte dal Cielo sugli attacchi di panico

 

Attacchi di panico risposte dal Cielo : ciao Sara sono Sergio, mia moglie mi ha detto più volte di scriverti, di parlare a Gesù tramite te, io non ci sono mai riuscito, ci proverò adesso, ma ti chiedo scusa a priori se sarò duro ma sai, la rabbia che porto dentro è tanta.

 

"Caro Gesù, è tanto che volevo parlar con te, mi hanno detto di farlo così ma...... io non so se questo messaggio arrivi veramente al tuo cuore, tu lo sai che sono scettico e per questo che ho sempre preferito congiungere le mani la sera e parlarti, solo che non ho mai avuto risposta alle mie domande.

 

Sai, sono 11 anni o quasi 12 che soffro di questa brutta malattia che è l'ansia, gli attacchi di panico, la paura di uscire dal mio paese e tutto questo mi allontana dal mondo, da tutte le cose belle che ci sono e per colpa mia, stanno pagando con me, anche se indirettamente, anche mia moglie e i miei tre figli, vorrei liberarli da tutto questo ma non riesco a lasciarli, a volte penso al suicidio ma so che tu ti arrabbieresti e credimi fratello Gesù, non voglio che tu ti arrabbi con me ma credimi, io proprio non ho più le forze per vivere, ogni giorno è difficile, ogni giorno è pesante, ogni giorno è una trave pesante da spostare e dopo quasi 12 anni mi chiedo perchè tutto questo, perchè tutto questo a me?

 

Si dice che le cose non sempre sono come sembrano e a tutto c'è sempre un motivo, una risposta; ecco, io vorrei averne una, vorrei chiederti perchè io devo pagare questa vita così a caro prezzo, magari un prezzo che non meritavo di pagare e se sapevi questo, perchè hai permesso che mia moglie e i miei figli si affiancassero alla mia sofferenza?

 

Che colpa hanno loro, perchè loro devono pagare con me, fino a quando io continuerò a negargli il sole solo per la mia sciocca ansia e paura?

 

Tu che puoi creare con le tue mani e leggere nella mente della gente, rispondimi ti prego, leggi nel mio cuore, nel mio "IO" e dimmi per quanto io devo ancora soffrire, perchè adesso le cose stanno addirittura peggiorando; Signore, tu che sei stato sempre la mia ancora, il mio scoglio, perchè adesso mi stai lasciando andare alla deriva, mi stai abbandonando ed io lo sento, arrivano le mie parole al tuo cuore Signore?

 

Arrivano le mie parole a Santo Pio e a tutti i Santi che prego ogni giorno?

 

Fratello mio, io vorrei solo ritrovare il sorriso sul mio viso, questo viso che si sta segnando con il tempo, gli anni passano Signore, tutto cambia intorno a me, il mondo, tutte le cose belle che tu hai creato, io vorrei rivederle come un tempo e anche se mi rimanesse poco da vivere, vorrei farlo senza limiti di salute, vorrei dare alla mia famiglia quello che gli è mancato fino ad oggi così come a me stesso.

 

Sono le ore 1:40 della notte, il mio cuore piange fratello Gesù, ho chiesto più volte a mamma Maria di intercedere tra noi, ma non è mai accaduto nulla, tu compi milioni di miracoli al giorno, io ci sono nei tuoi pensieri?

 

Io ci sono tra le cose da risolvere?

 

Forse anche tu senti il bisogno di parlare con me solo non abbiamo mai trovato il canale per farlo?

 

E' questo il canale giusto?

 

Dimmi fratello mio ci sono nel tuo cuore e se ci sono, perchè permetti che io soffra?

 

Ti ho scritto velocemente, come faccio sempre con il mio diario, non so se ti ho offeso, se si ti chiedo scusa ma sicuramente, fratello mio, tu saprai leggere tra le righe di questa lettera e non ti offenderai, dammi una soluzione al mio problema, ti prego, io so che tu puoi, come tu sai che io posso fare tanto per gli altri, dammi la forza di ritrovare me stesso e se dovessi accorgerti che non ci riesco da solo, allora dammi la mano e aiutami a camminare, non farmi più cadere, ho le ginocchia livide che ancora sanguinano e proprio non riesco più a sopportare questo calvario, non permettere che la mia mente superi la mia volontà e mi faccia commettere qualche gesto insano.

 

Vado a letto fratello mio, sta con me questa notte e per tutte le notti che verranno, io sto ascoltando il mio cuore adesso ma i mie pensieri ancora litigano chiedendosi che strada ha scelto il mio destino, non lasciarmi la mano ti prego, non farlo potrei perdermi, io resterò ad ascoltare il mio cuore perchè so che in esso tu arriverai, fa che questa notte sia magica e mi regali quello che da anni chiedo; la pace, e se ritieni che sia giusto, allora vieni a prendermi e portami via con te, gli altri capiranno, non preoccuparti.

 

Con tutto l'amore che provo per te e la mamma .....

 

tuo fratello Sergio!"

 

Cara Sara, spero che questa lettera arrivi al Signore Gesù e che esso mi risponda presto

 

Grazie di tutto, Sergio

Risponde Gesù

 

Mio caro questa tua dolce letterina è arrivata al mio cuore come al mio cuore giunge il pensiero costante che tu rivolgi per aiuto a me. Al mio cuore tutto giunge, da te e da tutti gli altri fratelli, e io rispondo nel cuore dei fratelli come nel tuo, ma è realtà che spesso nei cuori attenzione non c’è per sentire che cosa vi dico, che cosa vi consiglio e come vi incoraggio. Per questo mio amato ci sono persone che ascoltano i miei messaggi dettati per voi perché le mie tante parole siano finalmente ascoltate, non dal cuore che sempre mi riconosce, ma dalle vostre menti ammantate di paura. Ed è questo il motivo per cui nonostante ti abbia donato tante parole impressione tu hai di non avermi capito. La mente è solo la vostra mente il vero ostacolo. Per cui fratello occupiamoci della tua mente.

 

A questa situazione sei arrivato per responsabilità esclusiva della tua mente. Non era nel percorso che tu hai scelto, predestinato non c’era questo problema nella tua vita e predestinato non è mai stato nella vita dei tuoi figli ne in quella di tua moglie. Dalla mente cancella l’idea di questa croce predisposta per te.

 

Lo so che l’hai pensato molte volte e a forza di dirtelo hai permesso a te stesso di credere questo verità, ma fratello, questa non è assolutamente verità.

 

Se proprio vuoi ripeterti verità, comincia a ripeterti nella tua mente ‘Non croce io sto portando, ma un grande problema convive adesso con me’

 

Ed è questo, il problema, che adesso affrontiamo.

 

Se il tuo cuore è pieno d’Amore per gli altri, dov’è lo stesso Amore per te stesso?

 

Se ascolti la tua lettera, noterai che rabbia nutri per te stesso, sei in una sfida ma chi sfidi è proprio te stesso, non accettando questo problema come temporaneo che necessitava dell’affetto del cuore per te stesso, ecco che il problema si è sempre trascinato ingrandendosi sul sentiero e allo stato attuale ti senti quasi battuto e il pensiero di un gesto insano resta l’estrema soluzione.

 

Fratello non sono arrabbiato per ciò che scrivi e soprattutto per ciò che pensi, sono soltanto arrabbiato con te perché non credi nel tuo cuore e alla passione che tu dedichi agli altri e non a te stesso. Questo se proprio di rabbia vuoi parlare del mio cuore è il mio sentimento. Ma sono venuto per aiutarti perché spero che queste parole miracolo mettano nel tuo cuore.

 

E cominciamo a cambiare

 

Dunque questo è la prima cosa che ti ho detto: riguarda la mente, non il corpo, il tuo fisico, questo malessere grandissimo che vivi. Esistono sensibilità nel tuo corpo certo, ma tutto il tuo corpo gode di buona salute, ne più ne meno degli altri della tua età.

 

Rifletti, ti hanno rassicurato anche i dottori, nel tuo corpo non c’è problema particolare.

 

Il corpo sta bene, ripeti ‘Il mio corpo sta bene’ dentro la tua testa, così allontani quei dubbi che esistono nella mente e che accrescono la tua sensazione di impossibilità.

 

Adesso occupiamoci dell’Amore. Quando ti guardi allo specchio dolce fratello, il tuo Amore dovresti guardare, non il viso tirato non le rughe o i segni sulla pelle, tu sei sempre stato per gli altri disponibile, hai sempre aiutato gli altri nei piccoli problemi come nei grandi, non hai risparmiato mai te stesso nel tuo aiuto e per gli altri sei tesoro. Con gli occhi degli altri dovresti specchiarti, il tuo cuore è tesoro, sempre è stato con te e sempre è stato il tuo vero tesoro. Dovresti ricordarti le emozioni che sentivi mentre gli altri aiutavi, eri pieno di speranza, d’Amore grande, e di soluzioni possibili e cercavi col tuo affetto la soluzione migliore. Per questo ti pensano tesoro, per questo tu sei tesoro.

 

Dunque incominciamo la mattina col guardarti allo specchio scoprendo in te il tuo essere tesoro.

 

Aspetta un istante prima di dare inizio alla tua giornata, ‘Chi sono?, questo cuore che sulla terra sta vivendo una grande difficoltà, non è colpa di nessuno se non della mia mente che pensa che io sono morto quando invece è soltanto la mente che trasforma in difficoltà ogni mia azione. Per questo ho spesso l’impressione di grandi montagne da scalare e che mi costerà energia e anche se non penso con il cuore che sia questa la realtà, la mente mi ripete l’enorme difficoltà e in questo conflitto tra ciò che dice il mio cuore e ciò che mi dice la mente, io non mi sento me stesso, io non mi sento in grado, io ho paura’. Questo bilancio iniziale è necessario, altrimenti anche senza volerlo sfiderai te stesso e i risultati li vedi, vero fratello?

 

Riprendi il tuo cuore, la fonte del tuo tesoro, e prometti a te stesso che l’Amore accompagnerà la tua giornata. Per esempio un dolce sorriso ai tuoi figli è dare Amore, quel sorriso alla tua sposa è dare Amore, quei sorrisi che vedrai sarà Amore per te. Hai donato e stai ricevendo. Ogni giorno pensa a donare e a ricevere Amore per te.

 

Durante la giornata, scegli un piccolo passo di libertà, sceglilo con cura senza sfidarti, devi darti il tempo di tranquillizzare la tua mente che la difficoltà pensata impossibile è solo paura ma che procedendo piano piano facendo espressione d’Amore ogni piccolo passo, ogni piccola quotidiana conquista di libertà del cuore di amare e di essere d’Amore nutrito, scioglie le difficoltà e per il cuore conquista significa poter essere proprio sempre quel tesoro che tutte le mattine vedi riflesso nel tuo specchio.

 

E questo ogni giorno, fai di ogni giorno un passo verso la tua libertà .

 

Ed ecco la sera, il bilancio è necessario, hai seguito il tuo impegno, hai conquistata una piccola frazione della tua libertà. Ascolta le emozioni che provi, sei contento di te e non metterti a sfidarti dicendoti che è solo un piccolo passo, perché invece in ogni piccolo passo libertà più grande è contenuta. Poi rivolgiti alla mente per rassicurarla ‘Hai visto il mio piccolo passo? Se stavo ad ascoltare te, sarei depresso, mi sentirei un fallito, e se penso ai pensieri che mi sarebbero venuti, dal cuore con gioia ti dico, un piccolo passo ma proprio questo piccolo passo mi rende sereno, ho emozioni diverse, un piccolo passo per me ho fatto quest’oggi, devi abituarti mia mente alla realtà che nel tempo ti ascolterò sempre di meno, le tue paure intendo’

 

E poi un bacio alla tua sposa e il meritato riposo.

 

Ecco il progetto, fin nei più piccoli dettagli, questo è il dolce mio aiuto. E continua a cercarmi intorno a te, sarò al tuo fianco, è una promessa, ma sei tu in conflitto e ti assicuro è una grande conquista essere l’artefice della propria guarigione. Sentirai una grande forza che non ti abbandonerà mai più.

 

Adesso a te, tesoro di questo tuo fratello

 

Ti abbraccio con tutto il mio Amore, io che ho superato così tante difficoltà contando sull’Amore del mio cuore

 

Io sono con te fratello

 

Gesù Cristo

 

Grazie amato Gesù

 

Attacchi di panico risposte dal Cielo sugli attacchi di panico sono le parole di Gesù a Sergio

 

Attacchi di panico risposte dal Cielo sugli attacchi di panico guarire dall'ansia problema

 

Attacchi di panico risposte dal Cielo

 

Attacchi di panico

 

www.leparoledegliangeli.com

 

Stampa Email