Le Parole degli Angeli
Italiano  Inglese

Testimonianze

Sara Luce e il suo Angelo Custode Esperienze Bacetti I baci di un Angelo Custode

 

Sara Luce e il suo Angelo Custode Esperienze Bacetti I baci di un Angelo Custode

 

Era ormai un periodo in cui facevo tardi la sera sul computer per rispondere alle tante lettere che giungevano. Mi dimenticavo di guardare l’orologio e quando finalmente vedevo l’ora era sempre notte fonda. La mattina poi facevo tanta fatica ad alzarmi e ci mettevo sempre un bel po’ prima di carburare. E anche il sonno non era completamente riposante.

Decisi così che era bene cambiare. Inutile sperare di portare più attenzione sull’orologio la sera, in questi casi, quando vogliamo darci un nuovo ritmo, è bene partire dalla sveglia alla mattina. La stanchezza della sera mi avrebbe fatto spegnere prima il computer.

Non chiesi aiuto al mio Angelo Samuele, anche convinta che il mio sistema avrebbe funzionato, ma a quanto pare a lui piacque la mia proposta e decise di aiutarmi spontaneamente.

Misi così la sveglia e mi misi a dormire.

La mattina, cinque minuti prima che suonasse la sveglia sentii un rumore forte, come di un martello pneumatico, durò un attimo, il tempo di svegliarmi completamente e poi cessò. Spensi la sveglia, tanto ormai ero sveglia.

Poi la mia giornata, metto la sveglia prima di addormentarmi e il sonno.

La mattina seguente, circa cinque minuti prima che suonasse la sveglia un altro rumore fastidioso mi sveglia : martellate. Eccomi nuovamente sveglia, in piedi a spegnere la sveglia perché mi ero già alzata.

La mattina dopo sempre quei cinque minuti prima il rumore dei camion che raccolgono la spazzatura e nuovamente sveglia e nuovamente quel suono cessava all’istante.

La mattina successiva rumor di trapano, ma ormai avevo capito che era l’aiuto del mio Angelo al mio progetto.

Spensi nuovamente la sveglia prima che suonasse però dissi al mio Angelo ‘Ma Amore mio, non c’è un modo più carino, più dolce per svegliarmi la mattina?????’

La sera rimisi la sveglia e mi addormentai.

Nel sonno leggero della mattina sentii un rumore lieve ‘Ma che cos’è?’ chiesi tra me e me e sempre con gli occhi chiusi, nella stessa posizione, prestai più ascolto a quel suono, ritmico, schiocchi, bacetti????? Si era proprio il rumore di quando con la bocca mandiamo i bacetti. Cominciai a ridere dentro di me, ma guarda cosa si era inventato il mio Angelo, bacetti, che cosa deliziosa. Me ne presi un po’ e poi aprii gli occhi e mi alzai col sorriso, guardai la sveglia per spegnerla, era mezz’ora prima dell’orario che avevo impostato sulla sveglia.

Il mio Angelo non doveva essere molto sicuro che avrebbero funzionato i bacetti e ha iniziato molto prima dei suoi classici cinque minuti.

Io ho passato una giornata meravigliosa e ridevo ogni tanto ripensando ai bacetti della mattina.

Un dolce abbraccio

Sara Luce

 

 

 

Sara Luce e il suo Angelo Custode Esperienze Bacetti I baci di un Angelo Custode

 

www.leparoledegliangeli.com

 

Stampa Email

Le Parole degli Angeli