Le Parole degli Angeli
Italiano  Inglese

Testimonianze

Il Mio Angelo Custode Mettermi In Contatto Con Il Mio Angelo

Il Mio Angelo Custode Mettermi In Contatto Con Il Mio Angelo Custode Violetta
 
Sono emozionatissima!! Sono riuscita a mettermi in contatto con il mio Angelo Custode, vi racconto.
 
Tre giorni fa mia mamma si è sentita male, non riusciva a stare in piedi, l’abbiamo ricoverata all’ospedale per accertamenti. Ha avuto un ictus in forma non tanto pesante ma il problema è che lei ha perso quasi completamente la memoria.
 
Ieri l’altro sera quando sono uscita dal negozio dove lavoro per andare da lei in ospedale, durante il viaggio, parlavo al mio Angelo e gli ho detto questo: Senti io ho ascoltato quello che hanno raccontato tante persone, ma non ho capito ancora come si fa a mettersi in contatto con Te, però lo vorrei tanto, dammi un segno questa sera che ci sei, Ti prego!
 
Quando poi sono andata da mia mamma, al momento di lasciare l’ospedale mi sono resa conto che non ci si poteva fidare a lasciarla da sola durante la notte perchè, essendo una persona che ama l’autonomia fino allo spasimo, e non ricordandosi nulla, avrebbe potuto alzarsi e cadere, rischiando di farsi del male, quindi sono stata con lei fino al mattino.
 
Durante i rari momenti in cui si addormentava, passeggiavo lungo il corridoio e mi andavo a fumare una sigaretta in uno spazio dove si poteva. Pensavo a certi casi di persone che hanno sentito il profumo della violetta in presenza degli angeli e dicevo: Dai ti prego Angelo dammi un piccolo segno, magari fammi sentire anche se per pochi minuti il profumo della violetta, così so con certezza che ci sei e posso affidarti i miei pensieri, e posso affidarti mia mamma nei momenti in cui io qui non ci posso essere, perchè io non potrò esserci tutte le notti, come posso fare? Ti prego pensavo solo il profumo della violetta... non chiedo altro.
 
Alle quattro del mattino ero in guardiola dagli infermieri che mi stavo informando se eventualmente si poteva pagare una persona per fare delle notti, e se conoscevano qualcuno: prima mi hanno indicato un ragazzo, hanno telefonato ma non era libero, poi una delle infermiere ha detto: Ah ma c’è Violetta che sicuramente è libera!
 
Come ho sentito quel nome mi sono venuti i brividi. Al mattino le ho telefonato, e mi ha detto che era disponibile quindi ci saremmo viste alla sera alle otto in ospedale.
 
Durante il pomeriggio mi è venuto anche questo pensiero: Sicuramente quando conoscerò questa ragazza sentirò anche che è profumata.
 
Alla sera ero lì. Con i capelli lunghi, mossi e biondi, il viso paffutello, proprio come si raffigurano gli Angeli, alle otto entra questa ragazza che io ho riconosciuto immediatamente, e quando le sono stata vicina ho sentito anche il suo delicatissimo e dolcissimo profumo. Era proprio anche profumata, ero sicura che lo fosse, in fondo non tutti usano il profumo, ma doveva esserlo perchè gli Angeli hanno voluto farmi sentire il profumo di Violetta!
 
Per me questa una risposta grandissima del mio Angelo perchè non mi ha fatto sentire solo un profumo ma mi da dato la serenità di poter lasciare la mia mamma in mani sicure, perchè naturalmente Violetta è una ragazza dolcissima che ama gli ammalati e dalle prime parole che sono saltate fuori ieri sera, ho capito che è una ragazza che crede in Dio! Che cosa potevo volere di più dal mio Angelo?
 
E mia mamma questa mattina ha detto a Violetta che da lei è venuto Dio con tre angeli. Quando stasera Violetta me l’ha riferito mi sono venuti di nuovo i brividi, mia mamma dubita molto e proprio ieri mi chiedeva se secondo me esiste la vita dopo il passaggio.
 
Sono davvero emozionatissima.
 
Ciao, vi voglio bene, un bacio
 
Il Mio Angelo Custode Mettermi In Contatto Con Il Mio Angelo Custode Violetta è il racconto di Lidia
 
 
Il Mio Angelo Custode Mettermi In Contatto Con Il Mio Angelo Custode Violetta
 
www.leparoledegliangeli.com
 

Stampa Email

Le Parole degli Angeli