Le Parole degli Angeli
Italiano  Inglese

Gruppi preghiera

Il futuro dell'umanità I veri valori

Il futuro dell’umanità I veri valori La giustizia La vita della terra

Le Guide Angeliche dettano a Lidia al Gruppo di preghiera Amore e guarigione di Catania

05.06.2012

Miei cari fratelli, vengo a voi e, come sempre, il mio cuore spirituale si riempie di gioia, di grande felicità a contatto con i vostri spiriti. È un connubio spirituale che ci rende felici e paghi del nostro stato perché nell'amore fraterno, nell'amore universale è tutta centrata la nostra esistenza; e se soltanto la decima parte di quella che noi viviamo diventasse il fulcro del vostro vivere sareste veramente contenti, soddisfatti e grati della vita. Voi umani - invece - avete impostato la vostra esistenza su quelli che voi chiamate valori ma non lo sono affatto perché riguardano i bassi istinti; neanche la civiltà, la civilizzazione ha potuto sradicare e debellare definitivamente quella parte animalesca, istintiva che fa sempre capolino in ogni momento della vita e soprattutto nei rapporti umani.  Ormai l'uomo non può più giustificare questa sua attitudine perché non vive più nelle caverne nelle quali doveva nascondersi per difendere a tutti i costi il suo sostentamento.

Oggi la lotta è per accaparrarsi posti di rilievo, posti di comando e possibilità economiche senza limiti, senza alcun limite.

Dove sono, dunque, finiti i veri valori dell'esistenza di un essere spirituale, di un essere divino? Si portano a giustificazione in questo andazzo tanti motivi, tante ideologie ma quel che conta è che i nostri fratelli umani si combattono, si uccidono reciprocamente per il vile danaro o per motivazioni sciocche, senza senso!

Neanche il compito delle innumerevoli religioni è riuscito a riportare sul giusto sentiero questi nostri fratelli e anche noi, dalla nostra dimensione spirituale, da lunghissimo tempo, ci adoperiamo al fine di rieducare le coscienze dei nostri fratelli umani in modo che il risveglio - dopo lungo torpore - porti alla consapevolezza giusta. In questa ottica si riaprono e si rivelano i veri valori dell'esistenza e si fa strada quel sentimento sopito, dimenticato che è l’amore universale, l'amore fraterno.

È un apprendistato perenne ma in questi ultimi tempi, nel tempo della Terra, i cambiamenti si rendono visibili e la natura con la sua violenza e l’apparente indifferenza sul dolore degli uomini ha fatto la sua parte; tuttavia riscontriamo una maggiore saggezza nell'affrontare le avversità, una maggiore compostezza nel vivere il disagio che le calamità comportano.

Da tutte queste sofferenze e privazioni cos'è che risalta maggiormente? Il valore unico, insostituibile della vita umana! Finché c'è vita bisogna sempre sperare in un futuro migliore e bisogna sempre darsi da fare per costruirsi un habitat consono alla dignità umana, all'essere umano, con l'aiuto degli altri ma anche con le proprie forze perché senza le forze individuali si diventa oggetti e non soggetti, cioè a dire agenti passivi del cambiamento.

La storia dell'uomo è cosparsa di innumerevoli episodi: di distruzioni, di morti e di rinascite. È un circolo infinito. ma noi siamo certi che la morte è solo apparente e come si ricostruisce una casa, un paese, anche la vita si ripropone nelle infinite incarnazioni. È vero anche che per ogni rinascita si mette a frutto un apprendistato, un'esperienza e ci si propone di non rifare più gli stessi errori, di non riproporre più le stesse esperienze e pertanto si riparte da una nota superiore, come nella scala musicale. È una nota superiore non lineare bensì determinata da un salto di qualità che permette alla creatura di cogliere l'esperienza che l'attende, che starà per fare, da una angolatura più ampia, con un sentire più profondo e con un apprezzamento maggiore nei confronti della vita. In questa scala musicale - che crea un’armonia che caratterizza ogni individuo, ogni creatura - l’amore permea tutta la vita, tutta l'esistenza anche se non ci si rende conto perché la pesantezza del vivere porta in evidenza il dolore e la fatica che esso comporta, assieme alla indifferenza degli altri. L’amore però lavora dentro ognuno di voi e scava in profondità per poi riemergere al momento giusto. Quante volte vi siete chiesto - provando una gioia immensa, provando una carica d'amore mai sperimentata prima, dove si celava, dove era il suo contenitore?

Spesso i nostri fratelli umani sono ciechi e sordi al richiamo d'amore che urge dentro di loro!

L'amore va riconosciuto prima per sé stessi e poi indirizzato agli altri, a quegli altri a cui tocca la stessa sorte. Pertanto questo flusso di amore, che proviene da una creatura all'altra, non può essere fermato ma solo disconosciuto, non può essere annullato e prima o poi si renderà visibile, concreto. È una forza, è un'energia che quanto più viene tenuta sotto pressione - perché non la si vuole riconoscere - tanto più esplode, esplode positivamente. Non c'è dubbio.

Quindi, l'indirizzo futuro dell'umanità è costellato, è imperniato sull’amore. L'amore che si associa alla saggezza, all'intelligenza, che sono tutti aspetti del nostro Creatore e noi li abbiamo ereditati perché figli Suoi.

Non dimentichiamo questa grande Verità! 

Qualche volta, un nostro fratello appare così indegno della discendenza divina che qualcuno la mette in dubbio, definendola soltanto una apparenza. In realtà tutte le apparenze ingannano, come sempre! 

Siete stati educati, introdotti dolcemente a non fermarvi alle apparenze, alla superficie delle cose perché - andando in profondità - si trova l'essenza di ogni avvenimento, di ogni azione!

Se la legge umana condanna giustamente - secondo una legislazione - alcuni tipi di azioni contro il patrimonio, contro la persona, si ferma soltanto alla superficie di questo atto ma c'è molto di più da considerare. Solo la giustizia di Dio è quella che vede nel cuore di ogni uomo le motivazioni vere di ogni pensiero, di ogni azione.

Se rimanete delusi della giustizia umana è normale che sia così!

Solo Dio, che è veramente giusto e veramente amoroso, può esplorare e capire l'animo di ogni creatura. Il nostro Creatore ha affidato a noi stessi - attraverso la legge karmica - il riequilibrio delle nostre azioni, del cosiddetto bene e del cosiddetto male.

Noi non parliamo mai di peccato e neanche di condanna perché Dio ci ha insegnato che tutto è esperienza e ogni esperienza serve come apprendistato per se stessi e per gli altri. La condanna non è quella umana ma il programma incarnativo che propone attraverso il dolore, la riscoperta di una verità, una verità nascosta, una verità disconosciuta.

Quando facciamo soffrire gli altri per il nostro egoismo, per il nostro benessere, abbiamo disconosciuto la Legge dell'amore, abbiamo ignorato il rispetto per gli altri. In una successiva incarnazione dovremo mettere a frutto questa esperienza perché quel grado di consapevolezza che sopravviene non ci faccia riproporre la stessa esperienza.

È chiaro, dunque, come l'Amore di Dio, la compassione nei confronti dei Suoi figli che deviano dal giusto cammino è infinita, è sovrumana. Pertanto il nostro amore e il vostro amore verso Dio non dovrebbe mai crollare perché Dio è il fulcro di tutte le esistenze, è la linfa vitale delle nostre vite; e come voi siete vivi nella carne noi siamo vivi nello spirito per quello che Lui ci trasmette.

Ora mi fermo per dare la possibilità di chiedere chiarimenti o domande se ce ne fossero. 

Domanda

“Voci attendibili” prevedono un terremoto in Sicilia ed il collasso di un Vulcano oltre le isole Eolie fino all'arcipelago toscano. Io so - per averlo studiato - che il terremoto non si può prevedere.  Cosa potete dirci al riguardo?

Risposta

Io ti dico solo che questi eventi tellurici o vulcanici sono possibili, probabili perché la vostra Terra poggia sul fuoco e ci sono molti punti della vostra Terra che potrebbero anche sprofondare ma tutto questo non si può prevedere, nell'arco di un anno, di un decennio o di 100 anni.

Noi siamo sempre pronti a proteggere le vostre vite se ce ne fosse bisogno ma questa distruzione totale che qualcuno paventa non è compresa nel piano di Dio almeno per i prossimi 100-200 anni. Le colate laviche ci sono sempre state e ci saranno ma voi uomini siete in grado di deviare il flusso della lava, avete i mezzi tecnologici per salvarvi la vita. Noi saremo sempre pronti a proteggervi, potremo anche avvertirvi se ce ne fosse bisogno, per mettervi in allerta. Ma quel che voglio dirti, fratello, vivere con questa ansia, con questa preoccupazione è come morire e non è questo che vogliamo per voi.

Per ognuno di voi c'è un momento preciso in cui deve finire la vita, quando si è completato il compito, e può avvenire per malattie o per altri mille motivi!

Altra domanda

Sul perché non si fa più il cerchio di guarigione.

Risposta

Ci sono dei momenti in cui bisogna fare il cerchio di guarigione e ci sono dei momenti in cui bisogna istruire i vostri animi perché l'apprendistato non finisce mai; e quindi bisogna alternare momenti di crescita interiore con momenti di aiuto verso gli altri. Questo è il nostro programma; poi individualmente potete darvi da fare anche concretamente aiutando i vostri fratelli. Questo va a vostro merito.

Possiamo chiudere questo nostro incontro tenendoci per mano, attivando l'energia, facendo scendere la luce su tutti i vostri corpi affinché le vostre menti diventino limpide, splendenti, il vostro animo sereno e tutta la vostra vita piana e senza ostacoli affinché ad ogni risveglio si possa ringraziare il Creatore per la gioia dell'esistenza, per la gioia che vi riserva la vita.

Sapete come gratificarvi anche con le piccole cose!

Non disprezzate questi momenti, non ignorateli perché sono preziosi per rendere meno pesante la vostra quotidianità, alleggerirla, ricercando le gioie dell'esistenza. Le energie circolano da un fratello all'altro, è uno scambio di amore, è un dono che vi fate consapevolmente. Che il Signore benedica le vostre vite.

Addio, fratelli.

 

 

Il futuro dell’umanità I veri valori La giustizia La vita della terra

 

www.leparoledegliangeli.com

 

Stampa Email