Le Parole degli Angeli
Italiano  Inglese

Gruppi preghiera

La Solidarietà Umana

La Solidarietà Umana attiva nei momenti di calamità Sofferenza e Insegnamento

Le Guide Angeliche dettano a Lidia al Gruppo di preghiera Amore e guarigione di Catania

29.05.2012

Fratelli diletti, siamo convenuti numerosi come sempre all’appuntamento con i vostri spiriti. La nostra presenza vi suggerisce, vi comunica la carica del nostro amore ma soprattutto cementa le vostre certezze e vi ricompensa di tutte le amarezze che la vita vi propone.

Questa sera, con voi, affronteremo un servizio, un servizio di amore e di fratellanza, di protezione massima nei riguardi del pianeta Terra e di aiuto spirituale verso i fratelli che si trovano nel frangente dei sismi, terrorizzati e inermi.

Insieme a voi possiamo dare un contributo di grande energia che risollevi i loro animi afflitti e non li faccia sentire soli, derelitti e abbandonati.

Come potrebbero pensare di essere abbandonati dall'Amore di Dio?

Accostiamoci idealmente alle loro persone e facciamo sentire il calore, il calore umano, la comprensione e la compassione, la compassione vera perché in questo momento più che di bisogni materiali hanno bisogno di conforto spirituale, di solidarietà fraterna. È un aiuto che non costa soldi ma produce grandi risultati, grandi effetti sui loro animi.

Se l'afflato è genuino, è spontaneo, nell'avversità del momento, ci sono tanti cuori spirituali che si sentono compenetrati e vicini alla sofferenza di questi fratelli, alla privazione di tutti i loro beni.

È una prova dolorosissima che solo chi la ha sperimentata di persona può capirla! È proprio in questi momenti che ci si accorge dell'importanza e del valore della vita propria e altrui in quanto ci si può rendere utili, ci si può aiutare reciprocamente; anche nei disagi e nella provvisorietà di questi momenti si sente la necessità del calore umano.

È in questi momenti calamitosi che molta umanità si sveglia dalla propria abituale indifferenza, alle condizioni, alla vita di altri fratelli e come sempre da un grande male apparente si ricava un grande bene!

Qualcuno si chiede perché deve avvenire, perché avviene tutto questo? Perché ci siano dei risvegli, deve sacrificarsi qualcuno, perdere la vita o affrontare questo disagio.

Ricordate, fratelli, che siamo uniti e intrecciati nell'intricata tela karmica e quindi ogni avvenimento, nel dolore, nella gioia, nella sofferenza ha una ripercussione, ha un risvolto di tipo benefico su altri esseri. C'è da aggiungere inoltre che questi eventi calamitosi sono la diretta conseguenza delle trasformazioni vibrazionali che la Terra sta vivendo. È come se si scuotesse di dorso un peso eccessivo, un gravame ormai inutile, non necessario, e a farne le spese siete voi, fratelli, ma ognuno secondo il proprio programma incarnativo, quel programma che ha stipulato prima di incarnarsi.

Se vi commuovete, se vi sentite un po' dispiaciuti per quanto avviene a questi vostri cari fratelli, tutto questo non può farvi disconoscere che in ogni evento c'è un doppio aspetto: di sofferenza ma anche di apprendistato. Ogni esperienza - propria e altrui - è un insegnamento che deve essere ravvisato nella sua vera essenza, nella sua vera profondità.

Voi siete ormai usciti, avete lasciato da parte le considerazioni della massa e cioè a dire vedere in ogni cataclisma, in ogni evento doloroso - dovuto alle forze della natura o all'azione dell'uomo - la mano di Dio che si abbatte su questa umanità.

C'è ancora chi dice che Dio è assente, è lontano, è indifferente alla vita degli uomini. È un pensiero, è un modo di pensare completamente errato in quanto Dio ha dato a noi tutti la libertà di auto amministrarci, di gestire tutto il curriculum delle nostre esperienze nella massima libertà, nella massima autonomia anche se il libero arbitrio ha una sua sfera limitata di azione, cioè a dire nell'ambito del karma individuale.

Il risanamento totale della Terra, dei suoi abitanti avviene sempre attraverso sofferenze, attraverso un cambiamento che può sembrare catastrofico! C'è da considerare che la solidarietà umana si attiva maggiormente nei momenti di calamità ma non sarà sempre così. La solidarietà sociale sarà uno dei perni su cui si poggerà la vita futura di questa Terra e l'esperienza del passato, il dolore, la carestia, la privazione dei tanti beni lasceranno un segno indelebile nell'animo di ogni uomo, di chi lo ha vissuto personalmente ma anche di chi lo ha immaginato, lo ha preso in considerazione.

Questo discorso non ci esime dall'aiuto - anche concreto - verso chi soffre.

Quello che noi possiamo fare, fratelli, è mandare tutta la nostra luce, la luce che ritempra i loro spiriti, che ridona speranza nelle loro vite ma per voi il sacrificio deve essere anche concreto, viene spontaneo considerarsi molto più fortunati e perciò ringraziare il Creatore per quanto benessere c'è nelle vostre vite, nelle vostre case.

Ci attiviamo anche per tutte le creature del mondo che soffrono, per malattie o per sofferenze dell'animo, che si sentono privi di amore, che si sentono soli e abbandonati. A queste creature giunge tutto il nostro amore; in un abbraccio simbolico li sentiamo vicini e li consoliamo.

Ci attiviamo mandando energie, energie risanatrici a tutte le creature ospedalizzate o nelle carceri, che scontano le pene per i loro delitti.

Giunge anche a loro il nostro amore e la nostra solidarietà. Non dimentichiamo di mandare aiuto e amore a tutti i bambini abbandonati, orfani di guerra o vittime di soprusi o di violenze.

Infine attiviamoci per la nostra autoguarigione incanalando energia-luce bianca risanatrice di ogni malanno, luce per attivare tutti i chakra e renderli armoniosi tra di loro così che l'energia, attraverso i canali, giunge ad ogni organo, ad ogni apparato e fa funzionare il nostro corpo in maniera perfetta, in maniera efficiente così come era nel Progetto divino, progetto che noi abbiamo modificato. Insieme all'energia giunge anche l'amore e riempie i nostri cuori assetati di affetto, di comprensione. L'Amore di Dio, l'amore di tutto l'Universo è dentro di noi e per noi.

Per non farci sentire soli, l'Amore di Dio si affianca alla nostra vita e ci  sostiene nel dolore, fa luce nella nostra vita, nelle tenebre della nostra vita. 

Per questa sera è tutto, fratelli. Come sempre vi lasciamo il nostro amore e la nostra benedizione. 

Addio

 

La Solidarietà Umana attiva nei momenti di calamità Sofferenza e Insegnamento

 

 

www.leparoledegliangeli.com

 

Stampa Email