Le Parole degli Angeli
Italiano  Inglese

Gruppi preghiera

La Comunità Spirituale nella Realtà Metafisica

La Comunità Spirituale nella Realtà Metafisica Lo Spirito di Dio
 
Le Guide Angeliche dettano a Lidia al Gruppo di preghiera Amore e guarigione di Catania
 
25.09.2012
 
Fratelli cari, sono con voi.
 
Questa mia venuta, come sempre, è desiderata dai vostri spiriti e, come sempre, io rappresento il portavoce della Comunità spirituale che vi ha in carico.
 
Dopo tante esperienze incarnative, ci siamo ritrovati su questo piano di esistenza e, con il bagaglio di esperienza e di conoscenza accumulato, abbiamo formato una Comunità che ha come denominatore, come guida, un comune sentire: una qualità vibratoria dei nostri spiriti di grande intesa. In tal modo possiamo permetterci di comunicarvi sia il nostro amore sia la nostra conoscenza con un comune accordo, senza alcuna divergenza di pensiero. La Comunità spirituale, nel mondo metafisico, nella realtà metafisica si fonda su principi comuni e sulla condivisione di rispetto e amore; tutto un variegato pensiero che voi uomini della Terra non siete in grado di sperimentare, di mettere in pratica.
 
Questo fenomeno è possibile e si verifica presso di noi senza alcuna difficoltà da parte di ciascuno perché abbiamo superato ed eliminato le limitazioni della mente concreta e degli altri corpi pesanti. Intendo dire che noi fratelli della Comunità non siamo più in grado di vedere ostilità e inimicizia o prevaricazione nel rapporto con gli altri.
 
Avendo superato questi ostacoli dimensionali, propri della natura umana, cresciamo rapidamente in Consapevolezza, cioè a dire, in Conoscenza e Amore.
 
In tal modo la Conoscenza assume la forma di Conoscenza pura, di Conoscenza vera e l'Amore diventa Amore assoluto, Amore vero.
 
Sulla vostra Terra questo stato idilliaco è ancora di là da venire. Nonostante i cambiamenti che non avvertite avviene una crescita continua. In merito ai fatti scandalosi che si verificano - al di là di questo apparente progredire del male e dell'immoralità - c'è un grande fervore, c'è un grande desiderio di pulizia, di ordine, di disciplina, di giustizia sociale.
 
Sembra un controsenso ma non è così: tanto più cresce il malessere dinanzi a una realtà inaccettabile tanto più matura la coscienza individuale e, quindi, quella comunitaria.
 
Credetemi, fratelli, tutto serve per il Piano di Dio; il Piano di Dio che sembra così lontano, così impossibile e difficile da realizzare.
 
Eppure, attraverso il cosiddetto male si può conoscere il bene e, quando i valori superiori, spirituali, siano stati dimenticati, abiurati, calpestati, solo allora possono essere riconosciuti come compagni, unici della vita di ogni uomo, compagni e guida.
 
L'indignazione pubblica che segue ad ogni scandalo che riguarda la vostra società, non pensate che si fermi a quel momento di cronaca e poi tutto torna come prima.
 
Non è così, fratelli.
 
La consapevolezza che si dischiude nell'animo di ogni uomo non è qualcosa che si nota immediatamente, che fa chiasso, rumore; ma come le ceneri di un grande fuoco trattengono le braci e le fanno durare per molto tempo: questo è quanto sta accadendo nell’interiorità dei vostri fratelli, non in tutti però.
 
C'è ancora chi continua ad ignorare il valore della propria dignità, del proprio essere uomo, ma, come sapete, i tempi sono maturi per ribaltare i ruoli. Perché si tocchino con mano i primi segni della nuova realtà che si avvicina alla realtà dimensionale, della Terra e dei suoi abitanti, che volente o nolente ognuno subirà sulla propria pelle o accoglierà con entusiasmo, con accettazione.
 
Qualcuno ancora pensa che le persone più deboli, più povere, dovranno continuare a subire le ingiustizie e le prevaricazioni dei potenti, degli uomini di potere, degli uomini che hanno in mano il benessere e la ricchezza.
 
Non lasciatevi ingannare dalle apparenze, il vostro mondo sta cambiando e cambierà con un miglioramento generale, un miglioramento che non sarà proposto da questo o quello altro politico, piuttosto si creeranno le condizioni sia economiche sia climatiche, perché ritorni un'atmosfera di giustizia, di equità. E' vero che ci sono nazioni che arrancano verso questo traguardo e quelle che vanno più spedite: voi italiani siete in una via di mezzo. Provando e riprovando, riuscirete a uscire dall'impasse di questi momenti, così oscuri, così tenebrosi da non lasciare trapelare alcuna luce.
 
Eppure la luce c'è; fate in modo di coltivarla e renderla palpabile con tutta la vostra forza interiore. Non è questo il tempo di soccombere di rassegnarsi, bisogna sempre andare avanti, desiderare e creare il meglio per sé e per gli altri.
 
Il potere più grande che il nostro Signore Dio ci ha trasmesso, nella sua immensa bontà e misericordia, va attivato, messo in ( fieri…) Se tutti gli uomini di buona volontà, su questa Terra, credono fermamente di essere in grado di cambiare il sistema, le condizioni del pianeta e di tutti i ceti sociali, questo miracolo si realizzerà; come è previsto nel Piano di Dio di cui noi conosciamo a grandi linee il progetto. Come sempre, il Piano di Dio, il suo programma, si fonda sulla collaborazione fattiva di ogni uomo, di tutti gli uomini. Pertanto la responsabilità diventa enorme, sia individualmente che collettivamente, in quanto siete in grado di operare miracoli. Ancora c'è qualcuno che pensa che il miracolo è il risultato di un intervento di una entità, di un santo, perché ancora non si è compreso il grande potere insito in ogni creatura, il potere del suo spirito che lavora sempre attraverso la mente e il cuore.
 
Lo spirito di Dio è anche nel santo a cui attribuiamo il miracolo, lo spirito di Dio è anche nella creatura che si impegna a guarire da un male, nella stessa maniera lo spirito di Dio, se riconosciuto e messo in atto, può cambiare le sorti di tutti gli uomini della Terra soprattutto di quelli più bisognosi e indigenti.
 
La fede vera, la fede convinta può far sollevare le montagne, può operare veramente miracoli. Non pregate mai un Dio fuori di voi, non implorate mai un intervento esterno, una concessione speciale. Sapete già che dentro di voi esiste un Dio che va riconosciuto, ascoltato e chiamato in causa al momento opportuno. La fede esteriore può essere utile a coloro che non hanno raggiunto alcun grado di consapevolezza, di conoscenza, ma va assecondata da chi crede in un Dio interiore e lo riconosce anche nel fratello che gli sta di fronte. Comunque, ogni esteriorizzazione della fede diventa superflua, diventa inutile.
 
Si può pregare in una chiesa, in un santuario ma nulla toglie valore alla preghiera quando ci si rivolge a Dio nella propria casa, come nella propria automobile. Bisogna, anche, riconoscere l'utilità di una preghiera collettiva, allorquando è veramente sentita internamente, interiormente e non come manifestazione esteriore. I concetti che noi vi comunichiamo, possono sembrare, apparire in aperto contrasto con le abitudini e con le consuetudini delle varie religioni. Ma vedete, fratelli, il nostro pensiero ha superato questo stadio, è avulso dal pensiero umano, ci sentiamo veramente liberi da tutti quei paraocchi che ancora, a voi fratelli vi impediscono e ritardano la visione della realtà.
 
È lasciato comunque alla libertà individuale continuare a frequentare i riti religiosi della consuetudine cristiana, cattolica.
 
Se a volte sentite il bisogno di appartarvi di isolarvi dal mondo circostante, tutto questo non è un male ma una necessità per placare la mente e ridare pace al cuore. Il frastuono assordante del mondo che vi circonda, la pesantezza del pensiero altrui sono difficili da tollerare continuamente. Il sentirvi diversi dagli altri non può essere scambiato per un venir meno dell'amore verso il vostro prossimo, siete diventati diversi ma non per questo migliori degli altri, o superiori agli altri; siete diversi perché siete diventati refrattari alla maldicenza, ai malumori, ai rancori che gli altri nutrono e conservano gelosamente nel cuore; siete refrattari a tutte le banalità di cui gioisce la massa: è questo il frastuono che c'è intorno a voi, ma non dentro di voi.
 
Allorquando la sintonia vibrazionale non è possibile, oppure è molto alterata, nonostante tutto l'amore, l'impegno e la comprensione che mettete, il bisogno di isolarsi è necessario e fa bene alla vostra salute fisica e psichica. Pertanto, scegliete solo alcuni amici da frequentare, quelli con cui si ha sintonia, con cui si condividono gli interessi veri, interessi che appagano l'anima non solo il corpo.
 
Siete già in compagnia del vostro Spirito, della vostra Guida, non potete mai temere la solitudine. Anche quando vi sentite defraudati dell’amore e dell’affetto dai vostri cari, potete trovare amore e comprensione nelle nostre presenze; quando ci chiamate noi veniamo a sorreggervi, a rinfrancarvi dal vostro soffrire.
 
Siamo sempre con voi, nella cosiddetta buona e cattiva sorte, nei momenti di dolore e negli attimi di gioia. Sempre con voi, fratelli, e su di voi diffondiamo la nostra energia, energia riequilibrante, ristrutturante, energia vivificante.
 
Se non c'è altro chiudiamo questa serata augurandovi sempre di essere sempre presenti a voi stessi e attenti al pensiero oltre che all'azione, consapevoli al massimo della vita che state vivendo.
 
Addio, fratelli.
 
La Comunità Spirituale nella Realtà Metafisica Lo Spirito di Dio
 
www.leparoledegliangeli.com
 

Stampa Email