Le Parole degli Angeli
Italiano  Inglese

Gruppi preghiera

Principio dell'Essenza Divina I Corpi Sottili

Principio dell'Essenza Divina I Corpi Sottili Educazione Permanente verso la Conoscenza
 
Le Guide Angeliche dettano a Lidia al Gruppo di preghiera Amore e guarigione di Catania
 
18 09 2012
 
Fratelli diletti, sono con voi e, come al solito, è motivo di grande gaudio per la nostra Comunità avere in attivo, sempre in attivo, la comunicazione con i vostri spiriti perché, come altre volte vi abbiamo spiegato, le nostre entità si arricchiscono nel contatto con i vostri esseri e noi, attraverso i nostri spiriti, vi trasmettiamo tutta la nostra conoscenza, la nostra saggezza. Avendo noi espletato le vostre stesse tappe incarnative, il succo della nostra esperienza - una volta trasmesso amorevolmente - può diventare un elemento prezioso in seno alla vostra crescita. E così serve comprendere maggiormente il significato della vostra vita, il vero significato della vostra vita, quel significato che a molti vostri fratelli sfugge perché, come è noto, si identificano con la materialità, con il divenire.
 
È nota a tutti noi e a tutti voi la grande sofferenza e infelicità, la nota stridente di infelicità che connota la vita umana di quasi tutti gli esseri di questa Terra. Costoro, pur avendo ottenuto il massimo delle loro aspettative come ricchezza, onore, celebrità, bellezza, non sanno superare, non sanno sradicare questa nota dolente dai loro cuori, una nota così forte, così incisiva da portare, a volte, anche al suicidio.
 
Anche per voi, fratelli, la regola non fa eccezione, sebbene la fede profonda vi sorregga più volte, vi sostenga e prevenga le cadute. Tuttavia, dovete ammettere che anche nella vostra vita ci sono momenti di profondo disagio, di grande sconforto. Più di una volta nella vostra mente e nel vostro cuore avete odiato la vita, avete desiderato la morte. Ma non scoraggiatevi, non rattristatevi per questo; senza questi alti e bassi, senza queste cadute e rialzate non si va avanti. Nel percorso spirituale tutti questi incidenti sono contemplati perché superabili dalla vostra tempra spirituale e, come sempre, il nostro amore, o meglio, l'Amore del Creatore, ci comanda di affiancarvi e di sostenervi nei momenti di bisogno. Purtuttavia quello che più conta, quello che ha più significato è l'educazione permanente verso la conoscenza, verso la Verità assoluta, una Verità che non potete trovare nella lettura dei vostri libri anche se in essi, a volte, trovate delle conferme a quello che avete già dentro, a quello che avete introiettato. Così la verità che si apre davanti ai vostri occhi spirituali è la realtà metafisica che solo lo Spirito puro può capire interamente. Ciononostante, sappiamo che l'Elemento divino che contraddistingue la vostra intelligenza vi permette di approdare a verità, a conoscenze superiori che per molti altri sono impossibili da recepire.
 
La vostra apertura di cuore e di mente permette l'assimilazione di concetti metafisici di grande portata, di grande respiro. Più volte abbiamo accennato all'Essenza divina come Principio unico, come Principio di unità e di molteplicità. Pur nella molteplicità, l'Elemento divino non perde la Sua unità: l’apparente frammentazione che cogliete nella manifestazione porta seco l’elemento unità. Quello che i vostri scienziati continuano a scoprire indagando sugli atomi e sui loro sottomultipli, in tutta la materia, da quella densa a quella più rarefatta - così come appare ai vostri occhi - porta in sé l'elemento energia, porta in sé l'elemento amore, segni incontrovertibili del nostro Creatore, dell'Assoluto. E, pertanto, Dio si manifesta attraverso un amore continuo, attraverso un respiro, attraverso le nascite di universi.
 
Da ogni morte di una stella o disintegrazione di una stella vengono fuori altre nascite, altre aggregazioni di energie. Tutto l'Universo è improntato da una Legge cosmica, da una Legge divina che mantiene e controlla le orbite di tutti i Pianeti, di tutti i Soli, di tutte le Galassie. Ciò che apparentemente può sembrare un caos, un disordine alla fine diventa un ordine assoluto, un ordine universale, un cosmo.
 
E anche sulla vostra Terra, sulla vostra dimensione regnano leggi ineluttabili. Il passare del tempo, lo scorrere del tempo che ha creato nella vostra mente l'idea del passato e del futuro, la legge della nascita e della morte come disintegrazione di tutta la natura a volte non vi permettono di andare oltre e, quindi, di credere che esistono altre dimensioni, infinite dimensioni alle quali si approda, si giunge -per dirla con voi - quando ci si è spogliati di vari elementi, cominciando dal corpo fisico e di altri corpi più sottili.
 
La conoscenza delle vostre componenti, di tutte le vostre componenti è indispensabile per potersi inoltrare nella conoscenza della metafisica e non per essere ossequianti ad una religione, ad un dogma religioso ma perché realmente convinti e certi di non essere solo e soltanto un corpo fisico, un cervello pensante. I corpi sottili che portate con voi, che sono viventi, che sono rinvenibili in vari momenti della vita, il corpo istintivo che preserva, che vi preserva dalla morte, il corpo emotivo che vi fa provare la gioia, la sofferenza, e poi c’è quello spirituale, quel corpo che vi dà i giusti consigli, le giuste intuizioni. Vi sono altri corpi più sottili che non sono attivati in questa dimensione ma che si rendono utili e necessari quando si passa su altre dimensioni dello spirito. Qualcuno si chiede: “Ma se con la morte si annulla il mio cervello e diventa polvere come il mio corpo, come possono sopravvivere tutti gli altri corpi alla distruzione materiale?” Lo Spirito, di cui sono impregnati, la sua energia non può essere mai distrutta e, come avviene per la trasformazione del corpo più pesante, anche per gli altri corpi più sottili c'è un programma che va seguito in rapporto al compito che ogni entità presume di compiere, si impegna a portare avanti, spronata dal desiderio e dall'ardore di avvicinarsi all'Amore primo, di gioire del Suo Amore e della Sua luce. Finché si è in questo stato di consapevolezza la crescita e la ricerca continuano, continuano all'infinito.
 
Ma ci sono vari gradi di consapevolezza, infiniti gradi di consapevolezza, in rapporto a ciò che si è sperimentato e a ciò che si è compreso sempre nell'ambito dell'amore, dell'amore dato e anche dell’amore ricevuto; sempre questo è il fulcro su cui ruota tutta la metafisica.
 
Tutti i concetti metafisici hanno come perno l'amore. Ed è proprio l'amore la chiave di tutto di cui si devono comprendere le infinite sfaccettature, i suoi volti infiniti. Quello che voi sperimentate sulla Terra è solo una pallida parvenza dell'Amore assoluto. Però è già qualcosa che vi dà l'idea dell'Amore quando lo percepite senza aspettative di ritorno, quando date amore con tutto voi stessi, quando non interviene la mente a guidare questo sentimento verso chi ne è degno o chi non ne è degno. Se vi capita di sperimentare l'amore in questa maniera allora avete già la certezza che Dio è dentro di voi, nella pienezza del Suo Amore e non vi manca niente, non desiderate nient'altro che vada oltre il permanere di questo stato di grazia, questa comunione, questa reciprocità con il Padre.
 
È vero, anche il programma incarnativo a volte vi impone degli impegni, delle fatiche enormi, delle lotte intestine con voi stessi e con gli altri ma, allorquando avrete superato questa fase, l’avrete lasciata alle vostre spalle, potrete dire di esservi riconquistato una medaglia, una gratifica e una vittoria con voi stessi, con i bassi istinti che vi dà la possibilità di sentirvi liberi, una libertà conquistata a caro prezzo e una libertà interiore che vi fa sentire al di sopra del giudizio degli altri, non più soggetta a critiche, né a giudizi negativi, senza per questo essere rancorosi, né rancorosi né invidiosi del benessere che ad altri giunge perché il benessere, il vero benessere è la libertà interiore, è la possibilità di mantenere sempre la gioia, il piacere della vita, una gioia e un piacere che non sono influenzati, non possono essere influenzati dagli averi materiali.
 
Se siete in questo stadio di accettazione consapevole di tutte le cose storte, di tutto quello che sembra in contrasto, apparentemente in contrasto con voi, allora siete sulla buona strada per sentirvi liberi, liberi da ogni schiavitù di pensiero, anche dal vostro stesso pensiero e dal pensiero altrui.
 
Credetemi, potete raggiungere tutto questo, potete farlo vostro se vi impegnate e se credete realmente e consapevolmente che è possibile.
 
Come sempre, noi desideriamo, noi vogliamo il vostro benessere. Desideriamo che la vostra vita diventi armoniosa così che un giorno, quando ci raggiungerete, vi sentirete fieri di ciò che avrete fatto su voi stessi, soprattutto su voi stessi, sui cambiamenti che avrete operato nella vostra interiorità, quando il mondo circostante vi appariva ostile, vi appariva distante dal vostro sentire interiore che si andava facendo sempre più raffinato, più sensibile.
 
Quando non si può cambiare individualmente la realtà esteriore non resta altro che impegnarsi a cambiare il proprio sé, quel sé che si è andato formando dall'influenza della personalità umana, quel sé che non ha niente a che fare con il Sé spirituale. Anche se lo avvertite dentro di voi come presenza, è un sé malato, è un sé da ristrutturare, è un sé che porta realmente anche malattie fisiche, malattie psichiche. Pertanto una sola vita può essere insufficiente per questa grande opera e, anche se ci si dà da fare con fervore, con alacrità, una vita spesso non basta. Il programma incarnativo pertanto, si impernia su molte esistenze. La conoscenza di sé non è un fatto semplice e non si approda ad essa dall'oggi al domani. Se poi ci si rivolge agli altri, che sono l’aspetto speculare della interiorità del ricercatore, l'esperienza si fa ancora più ardua e difficile.
 
Tutte le energie vanno, dunque, convogliate nella vera conoscenza di se stessi, ma senza indulgere né nel senso di colpevolezza, a cui si è a volte abituati, nel vedere se stessi o gli altri come gli unici colpevoli dei propri errori o, meglio, delle proprie esperienze. Non vi atteggiate, dunque, a giudici di voi stessi e guardate la vostra vita senza alcun giudizio ma, piuttosto, mettendo in risalto quello che vi gonfia di piacere, ciò che di buono avete fatto per voi stessi, le soddisfazioni che la vita vi ha dato. È molto difficile ma questo esame va fatto sempre con costanza e sempre migliorando le tecniche di introiezione. Se vi rivolgete ad uno psicanalista, anche se è un professionista che ha studiato molto sulla natura umana, sul pensiero umano, su tutte le componenti della personalità, non potrà fare altro che riproporre falsi valori della cultura di cui è formato.
 
I cambiamenti veri avvengono soltanto in questa maniera, sempre che si voglia cambiare lo status quo raggiunto e, quando questo status quo fa diventare la vita pesante e insostenibile, siete in grado, fratelli, di operare il cambiamento da soli, se lo volete. Questo è quanto vi suggeriamo ma, come sempre, tutto è nelle vostre mani, tutto è affidato alle vostre capacità. I sostegni servono quando si è infermi, quando non si può deambulare da soli e solo per un breve momento, quindi non affidatevi a questo o a quello come sostegno della vostra vita. Questi nostri consigli, le conoscenze che introiettate e che poi fate vostre mettendole in pratica non ve le potrà suggerire nessuno dei vostri compagni di vita perché provengono, tutto ciò proviene, dalla saggezza dei nostri spiriti e dall'amore che vi portiamo. Se non ci sono domande...
 
Domanda:
 
M.C. chiede notizie sulla salute dei suoi genitori e, in particolare, sullo stato di salute della madre che dovrà essere sottoposta a intervento chirurgico alla gola. Se è possibile diagnosi e prognosi.
 
Risposta
 
I genitori di questa sorella hanno il loro karma a cui vanno soggetti. Questo problema alla gola è qualcosa che si porta appresso da tanto tempo ed è un problema serio, non c'è una soluzione definitiva di guarigione.
 
Questo è quello che posso dirti fratello. Questa sorella, Maria Concetta, dovrebbe entrare nell'ordine di idee che i suoi genitori, prima o poi, la lasceranno. Quindi si deve preparare a questo evento perché anche loro non sono eterni. Il distacco … ella dovrà essere preparata al distacco, anche se non avverrà immediatamente.
 
Bisogna affidare le sorti di questa creatura nelle mani di medici bravi e preparati in modo che non combinino altro danno su quello già presente. Purtroppo la salute di questi genitori non va progredendo, non va migliorando ma peggiorando. Nonostante le cure e la sollecitudine di questa sorella , i mali avanzano inesorabilmente. Quindi … che si prepari con animo sereno ai tempi futuri che non saranno migliori di quelli di oggi. Noi, comunque, sosteniamo questa creatura e sosteniamo i loro cuori, il potere rigenerativo dei loro corpi, Noi non possiamo cambiare il loro karma, l'ineluttabilità della loro sorte …
 
E sosteniamo anche la sorella Maria perché diventi forte e coraggiosa negli eventi futuri che dovrà affrontare.
 
Addio, fratelli.
 
Principio dell'Essenza Divina I Corpi Sottili Educazione Permanente verso la Conoscenza
 
www.leparoledegliangeli.com
 

Stampa Email