Le Parole degli Angeli
Italiano  Inglese

Gruppi preghiera

Morte Il tema della Morte

Morte Il tema della Morte affrontato dalle Guide Angeliche Passaggio Dimensionale
 
Le Guide Angeliche dettano a Lidia al Gruppo di preghiera Amore e guarigione di Catania
 
12.09. 2012
 
Fratelli, siamo con voi. Sospinti dalla richiesta dei vostri cuori accorriamo solleciti e ci prepariamo amorevolmente per questo colloquio di reciprocità e di amore.
 
Ogni vostro pensiero, ogni palpito del vostro cuore viene recepito puntualmente da quello spirito, da quella guida che vi sta vicino, che vi segue puntualmente in tutte le tappe del vostro cammino ma non interferisce mai … (interruzione citofono) …
 
Come dicevamo, siamo venuti per rispondere prontamente alle richieste del vostro cuore sconfortato da recenti avvenimenti, la dipartita di un fratello che voi considerate anzitempo secondo i canoni umani; una dipartita così improvvisa, così subitanea da lasciarvi ancora attoniti, sbalorditi, nonostante gli anni di sodalizio con i nostri spiriti vi abbiano preparato gradualmente al fenomeno della morte. Tutto ciò, malgrado sia già dentro di voi la convinzione che niente è perduto, che nessuno se ne è andato definitivamente - ma solo dalla vostra vista - perché la vita continua in maniera diversa, in una forma diversa nelle infinite dimensioni dello Spirito. Ciononostante, il dolore che sopravviene in occasione di questo evento è un dolore comprensibile umanamente e per questo, per tutto questo, noi vi siamo vicini e rispettosi del vostro dolore: un dolore pacato, un dolore accettato come prezzo di una esperienza incarnativa, un'esperienza preziosa che arricchisce e ha arricchito notevolmente il curriculum del nostro fratello defunto.
 
Noi non possiamo dirvi con certezza quale sia la sua collocazione in questo momento, non possiamo trasferirvi i contenuti del suo sentire interiore perché sarebbe completamente al di sopra, al di là delle vostre aspettative. Però possiamo dirvi con certezza che quando un essere si diparte da questa Terra, come avvenuto al nostro fratello F.F., qui da noi si fa grande festa. Il ritorno di uno spirito eletto, di uno spirito molto amato (nel siffatto caso la conoscenza affondava le radici nelle infinite incarnazioni), il ritorno di un’anima benedetta, di un’anima che ha risolto e compiuto il suo programma in maniera eccelsa, in maniera perfetta - pur tra alti e bassi, tra cadute e rialzate - ma con la profondità di un amore e di un animo puro. È un ritorno gioioso - ed è quanto vorremmo trasmettervi: un sentimento, uno stato d'animo che può sembrare in contrasto con la profondità del vostro dolore. Ma voi, fratelli, che vivete in questa dimensione bidimensionale, potete benissimo approdare alla gioia trasformando così il dolore che oggi provate.
 
Per F.F. si é compiuto il suo programma, un programma superiore, un programma più grande di quello della vostra Terra; pertanto i suoi congiunti, i suoi amici, i suoi parenti devono portare scolpiti nel cuore solo i ricordi piacevoli, solo i ricordi affettuosi di questa creatura che, come tutte le altre creature della Terra, ha dovuto lottare strenuamente contro gli impulsi distruttivi della sua vita, della sua indole ma li ha saputi dominare con la calma interiore, con la fede profonda dei convincimenti superiori cui egli era giunto, era approdato.
 
Una profonda fede, senza tentennamenti, lo ha sostenuto fino all'ultima ora della sua vita terrena. Nonostante la sua esistenza abbia registrato tappe dolorosissime, con motivi di sconforto, egli si è sempre saputo aggrappare alla fede, si è sempre data una spiegazione dei fatti più dolorosi e tragici che lo hanno contrassegnato. Liberato dal fardello umano, dal peso della vita terrena, oggi è privo di ogni retaggio e non si sente più legato a questa dimensione. Tuttavia, nel suo cuore spirituale restano sempre fulgidi e palpitanti i ricordi dell'amore ricevuto, dell'attenzione che gli avete prestato tutti; anche nel suo letto di morte egli ha sentito e recepito la veridicità del vostro amore e della vostra stima; ma non ci sono rimpianti, non ci sono rancori che lo trattengono su questa dimensione. La fede profonda che lo ha nutrito e continua a nutrirlo nell’ altra dimensione, la fede nel nostro Creatore suggerisce al suo spirito la certezza che anche le vostre vite, le vite dei suoi familiari, dei suoi cari saranno benedette, saranno accompagnate dalla presenza di spiriti guida, vicarianti di chi se ne è andato e ha lasciato questo compito ad altre entità. Sollevate dal dolore i vostri cuori, fratelli, perché la morte è solo un passaggio dimensionale e coltivate, nutrite la certezza, più che la speranza, di quel grande incontro, di quel riavvicinamento con tutti gli esseri che avete amato, quando sarà il momento della dipartita per ognuno di voi. Quello che voglio suggervi e raccomandarvi è, principalmente, di vivere ogni attimo della vostra vita come se fosse l'ultimo, gioendo in pieno di tutto quello che essa vi offre, non lagnandovi continuamente per ciò che vi manca, per ciò che la vostra mente vorrebbe a tutti i costi e non può avere, sia nell'ambito della salute, del benessere economico e dell'armonia con i vostri cari.
 
Accettate le discrepanze, accettate qualche deficienza, perché il valore della vita è un valore assoluto, un valore incommensurabile che anche tra questi fastidi, tra queste sofferenze deve essere sottolineato, valorizzato.
 
Ricordatevi che questa esperienza è stata da voi stessi scelta, programmata nelle sue grandi linee e, se c'è dolore, anch’esso va accettato nella considerazione che serve, che è utile per capire meglio se stessi e gli altri.
 
Se non ci fosse il dolore non comprendereste la gioia, se non ci fosse qualche infermità non comprendereste cosa significa essere sani, in piena salute. Devo aggiungere, inoltre, che ogni tappa della vita, dalla prima giovinezza alla maturità, alla vecchiaia è una tappa non solo indispensabile ma preziosa per mettere in atto tutte quelle che sono le vostre potenzialità e far valere le vostre qualità: la saggezza, la pazienza, la comprensione non sono elementi che vengono fuori dal nulla bensì da un lungo operare e anche da un profondo soffrire; perciò siate sempre felici, grati delle vostre giornate quando vi svegliate e aprite gli occhi alla luce, alla luce del sole; per molti vostri fratelli questa luce non esiste più, ma esiste una luce interiore che il nostro Padre Creatore trasmette, irradiandola su tutti i suoi figli. Sta a noi, ad ognuno di noi, poterla percepire, sentirla e farla propria.
 
Quando si è sulla Terra, le distrazioni sono infinite e la Luce e l'Amore di Dio non sono sempre facili da percepire. Ma, quando si è puro spirito, questo miracolo è possibile: è quello che sta succedendo, capitando a nostro fratello Francesco, al suo spirito. Accompagnate il suo ricordo con la preghiera e con atti di amore verso il vostro prossimo, perché il vostro prossimo in quel momento in cui date amore è un vostro fratello.
 
Accompagnate il suo ricordo liberandovi da ogni rancore, da ogni risentimento che la sua vita terrena ha potuto lasciare nella vostra mente, accompagnate il suo ricordo con il perdono totale e completo, accompagnate il suo ricordo potenziando l'amore verso chi soffre, anche verso chi apparentemente vi è ostile. Siate dunque più generosi, più aperti, perché questo è quello che lui vuole dirvi, vuole suggerirvi nella gioia del suo essere; nella tranquillità del suo spirito vi esorta ad essere sereni, a bandire l'inquietudine e la paura per il futuro.
 
Rivolgetevi alla Provvidenza nei momenti di disagio e di preoccupazione e la Provvidenza dirigerà verso di voi, verso ognuno di voi l’aiuto giusto, il pensiero giusto.
 
Che altro dirvi, fratelli? … Se c'è qualcosa che ancora preme nel vostro cuore, nella vostra mente, e non vi dà pace, chiedete sempre al vostro spirito di suggerivi la risposta. Sarà sempre e soltanto il vostro spirito il vostro miglior alleato e il vostro miglior consigliere, sempre che lo sappiate ascoltare e individuare tra le tante voci della vostra interiorità.
 
Ora mi fermo per darvi la possibilità di soddisfare le vostre domande, se ce ne fosse bisogno, per quello che noi possiamo dirvi, per quello che rientra nelle nostre possibilità.
 
Allora chiudiamo questo cerchio di amore, di preghiera e guarigione ...
 
D. - La sorella P. chiede ai fratelli qualche altro suggerimento per la dipartita del proprio congiunto, il nostro fratello F.F.
 
R. - Alla sorella possiamo dire che ella comunicherà con il suo caro congiunto ma non attraverso la sorella Adriana. Ella lo sognerà tante volte nei momenti di bisogno, Quando dovrà operare una scelta, prendere una decisione, lo spirito del fratello F. scenderà in questa dimensione e la consiglierà adeguatamente. Per tutto il resto lei non ha bisogno di sostegni perché è già adulta nello spirito per poter affrontare questa evenienza e per il futuro della sua famiglia, adulta e capace di provvedere a tutte le esigenze della sua famiglia e così diventare il punto di riferimento per tutti i suoi cari.
 
In un prossimo futuro anche in questo gruppo si avranno dei cambiamenti che toccherete con mano, di cui avrete consapevolezza.
 
Ora convogliamo su tutti voi la Luce e l'Amore dei nostri spiriti, li facciamo scendere sui vostri corpi, su tutti i vostri corpi, da quello più pesante a quelli più sottili; la luce e l'Amore nutrano il vostro cuore, lo confortino, lo sostengano, diano forza e vigore alla vostra personalità perché possa essere in grado di affrontare tutte le evenienze della vita, diano gioia alle vostre giornate, calore, serenità alle vostre nottate, sonni tranquilli e ristoratori. La Luce riequilibri tutti i vostri chakra, li rimetta in comunicazione l’uno con l'altro affinché i vostri corpi diventino armoniosi e splendenti di luce, pieni di amore.
 
Vi affianchiamo nelle vostre scelte e assieme al vostro spirito diamo vigore alle vostre decisioni perché le scelte possano essere sempre quelle giuste, quelle benefiche e necessarie al vostro curriculum spirituale. Mi accomiato da voi con riluttanza ma ricordate che siamo sempre con voi quando lo vorrete, quando ci chiamerete.
 
Addio, fratelli !
 
Morte Il tema della Morte affrontato dalle Guide Angeliche Passaggio Dimensionale
 
www.leparoledegliangeli.com
 

Stampa Email