Le Parole degli Angeli
Italiano  Inglese

Gruppi preghiera

Pensiero Negativo Senso di Colpa

Pensiero Negativo Senso di Colpa Errori di Percorso e Pensiero Creativo
 
Le Guide Angeliche dettano a Lidia al Gruppo di preghiera Amore e guarigione di Catania
 
23.10.2012
 
Fratelli diletti, vi saluto. Sono con voi. Accendiamo insieme un grande fuoco da cui una luce potente si diffonde. In questo fuoco bruciamo ogni pensiero negativo che possa danneggiare noi stessi e gli altri. Disintegriamo ogni senso di colpa assieme ad ogni idea di dover pagare i nostri errori con dolore e sofferenza.
 
Eliminate dalla vostra mente, fratelli, questi codici che aumentano il senso di pesantezza della vostra vita perché già la Legge del karma lavora su di voi, esercitando la sua azione sulla vostra vita. Quindi, ogni ulteriore appesantimento della Legge, degli effetti della legge che il pensiero della vostra mente vi propone, alla fine diventa un ostacolo, un enorme ostacolo alla vostra realizzazione. Perciò, da questo momento in poi, sentitevi ripuliti da tutti quei carichi che avete volutamente creato su di voi, sentitevi rinati a una nuova vita perché l'espiazione non dovrà più essere una compagna giornaliera della vostra esistenza. Molte vostre debolezze, o senso di annichilimento, possono provenire da un eccessivo rigore con se stessi, da una eccessiva analisi delle proprie colpe o, meglio, responsabilità perché noi siamo sicuri che ormai sapete come dirigere il pensiero e l'azione, essendo supportati dal vostro maestro interiore.
 
Gli errori di percorso sono assai improbabili quando si ha una direttiva come la vostra alla quale avete dato piena fiducia e dalla quale siamo sicuri non vi discosterete più.
 
La fiducia che riponiamo in voi, la grande fiducia, deve trovare posto nella vostra interiorità, deve essere presente nei vostri comportamenti nel rapporto con gli altri e, soprattutto, nel rapporto con voi stessi. Siamo convinti che, ormai, la parola saggezza entra di diritto nel vostro modo di vivere. Anche se molti vostri fratelli non la colgono e non la riconoscono, questo non può essere motivo di rammarico, di struggimento per la vostra anima.
 
Vedete, fratelli, non sempre quello che si desidera intensamente si può vedere realizzato; e se, a volte, sfugge il motivo di questo impedimento ai vostri occhi umani, all'occhio spirituale tutto è chiaro. Pertanto, vorremmo che vi avvicinaste a questo nuovo modo di pensare e di vedere la vostra vita sotto altra ottica. Non è Dio che si accanisce ostacolando le vostre realizzazioni contro i vostri desideri ma è piuttosto la Legge Karmica che agisce - non spontaneamente - perché voi l’avete chiamata, l’avete fatta intervenire nel vostro programma, l'avete voluta come parte integrante della vostra vita. Se oggi, nella consapevolezza di questa dimensione, non riuscite a capire i motivi delle vostre sofferenze, delle vostre limitazioni dovete pensare necessariamente che c'è un significato profondo, un motivo superiore che attualmente non è accessibile alle vostre menti. Ma è solo un fatto temporaneo, momentaneo, perché la Legge divina li rende palesi, li rende limpidi, intelligibili quando si è pronti per questo tipo di comprensione.
 
Le modalità per raggiungere questo obiettivo, questo stato di grazia già le conoscete. Bisogna fare posto nell'interiorità della vostra anima e della vostra mente affinché la consapevolezza possa allargarsi e così la verità possa rendersi palese, intelligibile. È vero, occorre del tempo perché niente si realizza sul vostro piano senza lo scorrere del tempo. Dietro di voi ci sono le infinite incarnazioni che si sono snodate nel tempo, in un tempo che poi si annulla e diventa un unicum. Le tante vite, le tante sfaccettature della vostra personalità spirituale si condensano, si raggruppano meravigliosamente incastrandosi l'una con l'altra per creare un’unità, un prisma meraviglioso di luce e di amore. In questo unicum ed eterno presente siamo tutti quanti li, insieme, realizzati e felici, dimentichi di ogni sofferenza, di ogni privazione. Ci sentiamo realizzati e completi perché consapevoli della presenza di Dio e riceviamo continuamente la linfa vitale del Suo Amore, della Sua Grazia.
 
È questo che voglio sottolineare, fratelli umani che vi sentite così infelici: tutto ciò avviene perché non riconoscete la presenza del Creatore nella vostra vita e perciò vi fate atterrare dalle piccolezze e dalle bassezze di questo vostro mondo.
 
Più volte vi abbiamo suggerito come allontanare da voi questo carico enorme annullandone gli effetti, facendo crescere la fede. La fede non è rivolta solo al Creatore ma rivolta piuttosto alla fiamma perenne interiore che arde dentro di voi. Nella fiamma c'è Dio, nella fiamma c'è tutto: le vostre potenzialità, la vostra creatività: quindi, tutti gli strumenti per sentirsi paghi della vita così da allontanare e sminuire ogni pressione sociale, ogni coinvolgimento, ogni tentativo di coinvolgimento verso l'infelicità, verso lo stato di indigenza che la mente paventa continuamente: e quanto più ci pensate tanto più essa prende consistenza e forma nella vostra vita.
 
Ciò che si paventa, si teme - come è nel pensiero creativo - diventa distruzione anche del benessere e della serenità. Più si parla di malessere sociale e più il malessere aumenta ad oltranza in quanto attirate a voi quella parte negativa che nessuno desidera, che nessuno vuole. Pertanto, il processo deve essere invertito. Dovete sapere che i potenti, le classi dirigenti non vogliono la vostra felicità, non vogliono il benessere a cui aspira ogni creatura per suo diritto; anzi, si adoperano per mettere in atto meccanismi che non sono volti affatto a migliorare il sistema sociale, anche se con le parole si designano come dei protettori, dei salvatori della patria.
 
Cari fratelli, vivete in un mondo di lupi come pecore ma non restate nelle condizioni di pecore. Il discernimento guidi sempre le vostre azioni e il vostro pensiero. Non accettate per oro colato quanto vi viene apparentemente proposto per il vostro bene, a vostro beneficio.
 
Ogni fratello, quasi tutti i vostri fratelli agiscono nell'interesse personale, individuale e se qualche cosa di buono viene fatto per la collettività, c'è sempre un beneficio che torna verso il soggetto, verso chi lo ha proposto. Così non diventate lupi anche voi ma, senza farvi schiacciare dalla prepotenza altrui, conservate intatto il candore interiore e siate amorevolmente comprensivi verso questi vostri simili. Non augurate loro del male, allontanate da voi i sensi di vendetta e di rancore, consapevoli come siete che la Legge di causa effetto fa sempre il suo corso; agisce sempre nella legalità e nella giustizia come impronta del nostro Creatore. È solo questione di tempo ma tanti nodi vengono al pettine e le tante maschere cadono dal viso di fratelli che parlavano così bene e che apparentemente si prodigavano per il bene della collettività.
 
È difficile mantenere questo status quo che vi proponiamo in mezzo a tante sollecitazioni esterne e ai tanti fatti incresciosi che la cronaca vi propone. Però, ricordate sempre che è prioritaria la vostra integrità interiore, quella forma di serenità che vi siete conquistata a caro prezzo e che non è spuntata dall'oggi al domani ma attraverso un duro lavoro con voi stessi e mediante il sodalizio con le nostre essenze. Quindi, oltre alla dote naturale di cui siete portatori, avete aggiunto altra ricchezza avendo introitato la profondità e l'ampiezza del nostro pensiero come frutto di esperienze, di infinite esperienze nella carne e fuori della carne.
 
Ora mi fermo per darvi la possibilità di proporre le vostre domande, se ce ne sono, alle quali risponderemo ben volentieri.
 
Allora, io vado. Addio, fratelli
 
Pensiero Negativo Senso di Colpa Errori di Percorso e Pensiero Creativo
 
www.leparoledegliangeli.com
 

Stampa Email