Le Parole degli Angeli
Italiano  Inglese

Gruppi preghiera

Spiriti Guida Riflessione Interiore

Spiriti Guida Riflessione Interiore per la Crescita Spirituale
 
Le Guide Angeliche dettano a Lidia al Gruppo di preghiera Amore e guarigione di Catania
 
04 12 2012
 
Cari fratelli diletti, anche questa sera la Comunità spirituale che io rappresento e di cui sono portavoce si prodigherà - come sempre - per trasmettervi tutta la nostra conoscenza e il nostro amore fraterno. Probabilmente non tutti colgono il sostegno affettivo, la forza interiore che si fa strada in voi come prodotto della nostra effettiva e costante presenza accanto ad ognuno di voi. Le distrazioni della vita, le esperienze dolorose della vostra esistenza possono portarvi a distrarvi dal grado di consapevolezza raggiunto e, in tal modo, farvi sentire infelici e isolati, come abbandonati, in esilio, su questo pianeta.
 
Ma dovete sapere che non è così.
 
Ogni creatura che decide di scendere su questo livello dimensionale porta con sé un programma esperienziale più o meno difficoltoso, più o meno ardito; ma alla sua vita si accompagna sempre un contorno di spiriti benedetti, di Maestri angelici che mai si distaccano da quella creatura presa in carico, da quell'essere spirituale. Spesso non possono intervenire direttamente, né interferire nell'azione di qualche fratello, sempre nel rispetto del libero arbitrio, della Legge di libero arbitrio. Quasi mai Essi rimangono passivi, silenziosi dinanzi ad un’azione individuale che è in netto contrasto con i principi dell'Amore universale; spesso, però, viene sollecitata, risvegliata la coscienza di tale creatura dopo un’azione inconsulta e a danno di un altro essere. La riflessione interiore sopraggiunge sempre in ogni momento, in ogni momento dell'esistenza.
 
Gli Spiriti guida che sovrintendono e collaborano nell'attuazione di un programma hanno un compito difficilissimo, impegnativo e non certo facile. L’unica guida che spinge il nostro operato verso di voi è l'amore disinteressato, l'amore senza aspettativa di tutte le Guide che vi stanno accanto, che vi proteggono quando questo è possibile. Non c'è giudizio non c'è condanna sul vostro operato in quanto quel che ci sta più a cuore è la vostra crescita spirituale, cioè a dire il superamento certamente graduale di tutti quei difetti caratteriali che si sono andati formando nel vostro crescere fisicamente. Quel che ci sta più a cuore è che voi possiate riformulare, più per voi stessi che per gli altri, un nuovo vocabolario laddove non esistono più, non sono contemplati gli stereotipi dei falsi valori della vostra cosiddetta civiltà.
 
Una società come la vostra, imperniata su un pensiero, un pensiero dominante di sopraffazione sui deboli, di superiorità sugli altri uomini, superiorità e ricchezza da conquistare a qualsiasi prezzo, non può certo definirsi una società civile allorquando manca il senso di fratellanza, il rispetto per ogni creatura - dalle piante agli animali, agli esseri umani.
 
La vostra società deve necessariamente cambiare i suoi codici per dirsi civile, civilizzata. Il nostro compito diventa difficoltoso ma non impossibile se non troviamo nel cuore dei nostri fratelli la disponibilità e l'accettazione verso un nuovo pensiero, accettazione non passiva ma ragionata, fatta propria dopo riflessione. Allorquando rinveniamo una parte di umanità risvegliata ai veri valori dello spirito, ogni nostra fatica per l'approccio diventa facile, diventa possibile.
 
Ed è sempre l'amore che guida questo grande programma rivoluzionario di risveglio e di ristrutturazione delle coscienze. Anche noi abbiamo una Guida, una grande Guida che ci proviene dall’Amore e dalla Luce di Dio; da Lui ci viene l'incarico a comunicare, a parlare ai vostri cuori e alle vostre menti. È un dolce incarico che seguiamo con molto gioia, con molta soddisfazione anche perché dai nostri interlocutori, dai nostri fratelli umani riceviamo un afflato, una carica di amore come cibo, come alimento in più per la nostra esistenza. Vi siamo grati, sempre grati perché ci permettete, ci date la possibilità di fare qualcosa per voi. Forse l'aiuto che vi diamo è assai modesto rispetto alle vostre aspettative ma non possiamo andare oltre, oltre quel limite imposto dalla Legge, dalla Legge spirituale. Noi siamo convinti e certi che siete in grado di trovare in voi stessi delle risorse specifiche e idonee a superare gli ostacoli della vita. Anche i cosiddetti malanni o disarmonie del vostro organismo - sapete già - sono la risultante di un pensiero e di un’azione non in linea con la Legge di Amore, con la Legge divina.
 
Vi ammalate, soffrite nel corpo, perché soffrite nell'anima e non sapete perdonare a voi stessi e agli altri. In definitiva siete voi stessi e solo voi gli artefici del vostro malessere o benessere. Avere rancore, risentimenti e tenerli stretti dentro di sé non giova affatto alla vostra salute. Se poi si aggiunge un non perfetto controllo dei pensieri della vostra mente, il gioco è fatto: continuate a sentirvi male, continuate a soffrire inutilmente.
 
Questo tipo di sofferenza non è gradito a nessuno e non serve a niente; dovete convincervi di questa verità per rielaborare e ristrutturare le consuetudini del vostro vivere. Bisogna accettare la vita nel suo aspetto bipolare di luce e ombra, di gioia e dolore - ma vedendola come un tutt'uno, cioè nella sua unità.
 
È questa separazione che avete prodotto, e continuate a produrre, che crea la disarmonia del vostro essere, continuate ad essere divisi, spaccati a metà. Così, frammentati in più parti, non potete mai trovare il vostro equilibrio. Intanto cominciate a pensare che tutto è perfetto nell'orizzonte della vita, che tutto è necessario e unico per la comprensione di quelle esperienze che state portando avanti.
 
Cominciate a pensare che quello che vi capita non è frutto della sfortuna o del karma negativo e convincetevi che tutto avviene per il vostro bene. Come possiamo distrarvi, sradicare dalla mente e dal cuore queste errate convinzioni? Potete farlo solo voi. Ora siete pronti, siete adulti nello spirito per questa grande svolta; anche i tempi sono maturi per consentirvi la possibilità di esprimervi, di mostrarvi nella nuova maniera. I tempi che state vivendo mettono in luce tante magagne e smascherano i vostri fratelli cosiddetti ‘perbene’.
 
È questo il momento in cui riaffiorano i veri valori dell'esistenza; a volte l'indigenza e la povertà possono far venir fuori gli aspetti migliori di ogni uomo: assisterete ad esempi, a manifestazioni, sempre crescenti di aiuto reciproco, di vicendevole sostegno e di vera considerazione verso chi è debole, verso chi soffre.
 
Siete ormai usciti da quel pantano d'ipocrisia, di egoismo ad oltranza che tanta sofferenza ha creato, che tante persone ha traviato. Quel che a prima vista può sembrare un momento critico per molti di voi, o per qualcuno, una disgrazia che viene del cielo, rappresenta invece la possibilità di far crescere questa umanità e di farla andare avanti.
 
Tutte le menti attenzionano l'aspetto economico ma bisogna andar oltre e scendere in profondità: quello che sta succedendo interessa la parte spirituale dei nostri fratelli, di quei fratelli che prima dormivano subendo, a volte, angherie e soprusi.
 
Desiderate porre qualche domanda? Parlate, fratelli, e noi vi risponderemo, esaudendo le vostre richieste nell'ambito delle nostre possibilità. Siamo qui per questo.
 
La sorella M.C.L.R. interviene chiedendo ai Fratelli se sia utile inserire l’omeopatia nella Medicina del Sé.
 
R. - Perché hai dei dubbi, sorella? Quali sono le tue remore? Forse pensi che non puoi farcela senza l'aiuto dei farmaci? Io ti dico che il tuo impegno è notevole e tu sei capace di portare avanti il tuo progetto. Però, siccome vivi ed eserciti in rapporto con esseri umani che hanno bisogno dell'elemento materiale, una medicina allopatica o omeopatica può essere considerata come se fosse un placebo, in grado di attivare le risorse meravigliose di auto-guarigione preposte e nascoste in ogni creatura. Perciò il mio consiglio è di fare questa associazione pur riconoscendo come prioritaria la tua funzione di operatore della medicina, della medicina dell'Io.
 
Come sempre, sai che i primi tempi di una nuova esperienza sono difficili e comportano, a volte, qualche delusione ma tu non demordere e continua a portare avanti questo progetto, questo filone nuovo della cura alla persona, vista nella sua interezza, nella meravigliosa interezza delle varie componenti. È questo quanto ti posso dire, ti posso suggerire.
 
Se non serve altro, io vi saluto, fratelli, e vi lascio sempre il mio amore.
 
Addio, fratelli.
 
 
Spiriti Guida Riflessione Interiore Per La Crescita Spirituale
 
 
www.leparoledegliangeli.com
 

Stampa Email