Le Parole degli Angeli
Italiano  Inglese

Gruppi preghiera

L'Esempio positivo Essere Un Esempio Da Seguire

L'Esempio positivo Essere Un Esempio Da Seguire Messaggi

 

L'Esempio positivo Essere Un Esempio Da Seguire

 

Le Guide Angeliche dettano a Lidia al Gruppo di preghiera Amore e guarigione di Catania

 

29.10.2013

 

Fratelli diletti, vi porto il saluto della Comunità che io rappresento, il saluto fraterno, amoroso di tutti quegli esseri che vi proteggono, vi sostengono e vi stanno accanto. Sono Angeli, Arcangeli - come volete definirli - ma soprattutto esseri di luce che vivono nell’amore e per l’amore. Una vita improntata a questo progetto può sembrarvi un paradosso, un'assurdità confrontandola alla vostra esistenza: esistenza di esseri umani impegnati totalmente nelle faccende quotidiane, nelle faccende materiali. Quando, qualcuno si ricorda che esiste l'amore ha difficoltà a ricercarlo, ha difficoltà a rinvenirlo in se stessi e negli altri. Fortuna vuole che non tutti gli esseri del vostro mondo sono in questa condizione di abbrutimento e di infelicità. Se tante volte noi ci accostiamo alle loro essenze per risvegliare in loro l'elemento spirituale, per farli crescere in saggezza e conoscenza, sono spesso sordi ai nostri richiami e impenetrabili al nostro amore. Ma voi fratelli che ci ascoltate, che da anni ci seguite, riconoscete l'utilità dei nostri consigli, mettendoli in pratica quotidianamente, sperimentando ogni giorno l'assurdità di certi modi di vivere, in contrasto con la dignità spirituale di ogni creatura, di ogni essere umano; in contrasto con il rispetto reciproco fra uomo e uomo. Ancora tanti fratelli vogliono restare nel pantano delle loro emozioni e dei sentimenti deteriori, dell'odio, del rancore, dell'invidia e della supremazia egoica. Ma noi non ci scoraggiamo perché sappiamo di certo che per ogni essere umano c'è un percorso, ad ogni creatura è stato dato un tempo, un tempo per vivere, un tempo per morire ma, soprattutto, un tempo per crescere spiritualmente. Cosicché, tutte le vite, tutte le incarnazioni hanno in comune, hanno come caposaldo, il progetto della crescita evolutiva dell' individuo. 

 

Qualcuno pensa che la crescita corrisponda alla civilizzazione il cui vostro significato ha due aspetti che non sempre vanno di pari passo. La vera civiltà, a nostro parere, risiede nel riconoscimento della fraternità universale tra esseri di razza, di colore, di pelle diversi e di condizioni economico-sociali diverse.

 

Se ancora persiste il razzismo e la separatività di tipo mentale, se ancora persiste il pregiudizio di classe, di ceto, di sesso di che civiltà possiamo parlare? E’ un termine improprio, un termine inadatto. Se avete tanti confort che allietano la vostra vita, vi risparmiano tanta fatica, sappiamo che tutto ciò è frutto del progresso umano. Ma che cos'è il progresso umano, da che cosa viene fuori? Tutto viene fuori dalla mente dell'uomo, da quella parte di mente da voi considerata divina, retaggio ereditario del Padre nostro; è l'intelligenza che presiede a tutte le invenzioni e sperimentazioni. Che cos'è l'intelligenza divina, se non lume di Dio? Ma visto che sappiamo che Dio è Luce, Intelligenza suprema, Amore assoluto, anche l'intelligenza umana, deve camminare di pari passo col prototipo amore.

 

Tutte le invenzioni, tutta la tecnologia tanto cara all'uomo moderno, costituiscono una riscoperta di ciò che già esiste e anche di ciò che non è ancora tangibile, non in maniera materiale. Le particelle di energia contengono già il potere immenso creativo impresso in sé e propongono gli archetipi di tutte le forme di esistenza, di tutte le forme di vita materiali. Ogni animale, ogni pianta che è presente nel vostro pianeta si sono venuti a formare per l'opera creativa dell'essere umano che attinge, attraverso l'intelligenza, agli archetipi divini. Alla stessa maniera. ogni creazione musicale poetica, letteraria, possiede questa caratteristica e nessuno può negarla.

 

Quindi, la mano divina, la presenza divina è sempre intorno a voi e tra di voi  e se Dio è in tutto il Creato allora tutto il vostro mondo è divino, tutto l'Universo è divino e ognuno di voi e di noi è divino. Non ci può essere dubbio alcuno che anche il fratello che ti sta accanto, che ti nuoce, che ti irrita, che ti indispettisce è un essere divino. Così anche ogni animale, ogni pianta ha in sé il divino.

 

San Francesco è stato un essere che ha colto tale essenza, questa somiglianza, la corrispondenza divina e amorosa tra gli elementi del Creato: il Sole la Luna, gli  animali e le piante.

 

E’ stata una grande intuizione e noi ve la riproponiamo alla luce delle scoperte scientifiche della fisica quantistica che vi illumina  in tal senso e vi dà delle prove concrete.

 

Se la forma, quella che si coglie attraverso gli occhi e gli altri  sensi esteriori può ingannare, ormai sappiamo con certezza che la sostanza è identica tra tutti gli esseri della Natura.

 

Non occorre essere degli scienziati, dei fisici per appropriarsi di questa Verità; anche quando la realtà che vi circonda vi propone la nascita e la morte delle creature, di tutti gli esseri viventi. Anche dal punto di vista scientifico, nulla si crea e nulla si distrugge ma tutto si ripropone. In questa legge scientifica è compresa una Legge spirituale: la Legge di causa ed effetto, la Legge delle reincarnazioni. I processi di morte e rinascita dello spirito che si incarna per acquisire esperienza, conoscenza, saggezza, per verificare l'incorruttibilità del proprio essere. In ogni vita, in ogni esistenza, l'alternasi delle gioie e dei dolori, l'alternarsi di tutti i sentimenti e di tutte le emozioni possibili, permette di creare un substrato di saggezza, di conoscenza che man mano si accumula, che man mano si espande e dà vita alla consapevolezza che si manifesta qualche volta, nei rari momenti in cui siete presenti a voi stessi, non presi dal passato o dal futuro ma solo immersi nel presente, nell'attimo fuggente, allora, a queste condizioni, sicuramente avrete provato una gioia indescrivibile.

 

E’ solo un piccolo assaggio relativo a quel grado di consapevolezza raggiunto, un piccolo grado. Attratto da questa gioia così grande, l'essere, ancor prima di incarnarsi, affronta con gioia la rinascita; ma risucchiato dal vortice della materialità può dimenticare la sua vera essenza e identificarsi con il falsi valori della dimensione che lo ospita.

 

Però, tutto ciò che si è fatto nelle altre vite, tutto ciò che si è costruito, prima o poi si ripresenta nella coscienza della creatura per darle la certezza di non essere soltanto un corpo fisico ma qualcosa molto di più, per darle la certezza di avere un maestro spirituale che la sproni, che accompagni la sua crescita ma, soprattutto, il suo risveglio; un risveglio che può essere graduale o repentino ma sempre in base a ciò che ha costruito, a ciò che ha messo insieme.

 

Come fanno, erroneamente. molti vostri fratelli accumulando ricchezze e possedimenti, l'essere spirituale accumula esperienze che poi formano la saggezza e la Conoscenza. Nell’esistenza di ogni creatura questo processo non si ferma e non va indietro, non va regredendo perché lo spirito che lo anima non lo permette. Se un vostro fratello può apparire caduto in disgrazia, lontano dalla Luce di Dio, e immedesimato nel cosiddetto male, il suo spirito, in quel momento, in quelle condizioni, non è influenzato dalle azioni negative perché si distacca temporaneamente dal contatto con questa creatura. Però non è un distacco definitivo ma solo temporaneo perché al risveglio della coscienza, della coscienza divina, della coscienza portata all’amore, lo spirito riprenderà a collaborare con quella creatura per farla progredire. Quel momento nero di abbrutimento è solo un momento di stasi temporanea.

 

In tal modo, vediamo la condizione di molti vostri fratelli abbrutiti dal delitto, dalle ruberie, dalla sopraffazione sugli altri. Sono solo dei momenti di distacco da quella che è l'indicazione dello spirito, necessari per poter andare avanti e capire, comprendere, attraverso determinate azioni, qual è il proprio progetto, qual è il proprio programma. Un tipo di comprensione che per noi è di facile portata, di facile assimilazione ma poco comprensibile per quelle menti di coloro che sono abituati a non andare oltre le apparenze. In tal senso noi vi vogliamo sollecitare a sforzarvi ad entrare nell'ambito della comprensione amorosa tra voi simili, tra voi fratelli.

 

Sappiamo che le apparenze sono a volte inaccettabili per la vostra interiorità, per i vostri sentimenti ma bisogna superare questa fase per entrare in un’ottica molto più ampia: quella della reciprocità tra esseri; la reciprocità che ci e vi fa  sentire vicini ad ogni fratello, anche a quello più abbrutito dalla violenza. Riconoscere in lui quella parte di discendenza divina che ci accomuna tutti è uno sforzo enorme e anche un percorso che ognuno, se vuole, può fare se si sente portato a farlo. Ma una volta che ci si è incamminati su questa direttiva bisogna andare fino in fondo e non si può tornare indietro. E’ giusto andare oltre le apparenze perché tutti i sentimenti, le emozioni sono nocivi e deleteri per la vostra indole e per la vostra interiorità, se non  sono utili a risvegliare le coscienze.

 

Ogni individuo, ogni creatura ha un maestro interiore che può seguire nelle direttive, o può rifiutare. Può esserci un momento di sonnolenza, di abbandono, ma la coscienza è sempre lì pronta a presentarsi alla creatura come uno specchio. Tutta la cronaca così impegnata a diffondere notizie di delitti, di nefandezze di vostri fratelli ha come intento, erroneamente, di educare l'uomo verso altri valori, ma questo purtroppo, non avviene e rimane soltanto un'utopia. Ogni individuo, cambia il suo modo d'essere, la sua interiorità se è convinto di cambiare. Pertanto una creatura può seguire dalla nascita alla morte un percorso non ascoltando consigli, riproponendo sempre gli stessi errori, non facendo tesoro delle esperienze.

 

Tutto questo processo non dura in eterno, perché arriva il momento del risveglio totale, del risveglio della coscienza. Tutte le forme educative dirette a fare evolvere l'uomo verso altri valori non possono intaccare l'interiorità se non si è pronti per questo insegnamento, per questo cambiamento. Ma è vero anche che l’esempio, l'esempio positivo, risulta più illuminante e necessario e anche più produttivo di tante cronache negative, di tante cronache nere. Che ognuno di voi fratelli sia esempio illuminante del proprio modo di vivere verso gli altri; sia esempio di cambiamento, di cambiamento profondo e duraturo. Così, come crescete voi, crescono anche gli altri se quello che vedono in voi è un esempio da seguire. Il vostro gruppo ha questo grande impegno. E’ un lavoro di grande portata perchè fa da eco nell'Universo intero, perchè ciò che succede nel vostro mondo, e anche nelle vostre interiorità individuali, viene avvertito nella cassa armonica dell'Universo e resta impresso nella memoria cosmica. Vi ricordiamo che siamo un tutt'Uno, siamo in molti ma tutti nell'Uno apparentemente separati, distanziati e distaccati ma uniti nell'Uno.

 

Avete domande da fare, fratelli? Sono qui anche per soddisfare le vostre richieste.

 

Se non c’è altro, io vado, vi lascio il mio amore e la mia benedizione sulle vostre teste, sulle vostre vite, sulle vostre case.

 

Addio.

 

L'Esempio positivo Essere Un Esempio Da Seguire Messaggi è Messaggi delle Guide Angeliche 29.10.2013

 

 

L'Esempio positivo Essere Un Esempio Da Seguire Messaggi

 

L'Esempio positivo Essere Un Esempio Da Seguire

 

www.leparoledegliangeli.com

 

Stampa Email