Le Parole degli Angeli
Italiano  Inglese

Gruppi preghiera

La consapevolezza è Conoscenza Della Verità

La consapevolezza è Conoscenza Della Verità è Conoscenza Di Dio

 

La consapevolezza è Conoscenza Della Verità

 

Le Guide Angeliche dettano a Lidia al Gruppo di preghiera Amore e guarigione di Catania

 

24.02.2015

 

Fratelli diletti, siamo con voi.

 

Come portavoce della Comunità di cui faccio parte, vi comunico tutto il nostro amore e il nostro compiacimento per l'andamento della vostra vita, che è il risultato della consapevolezza che sta maturando dentro di voi. E me ne dovete dare atto! Perché, se ognuno di voi - fratelli - guarda al proprio passato, agli anni precedenti dell’incontro con i nostri Spiriti, si accorge sicuramente del cambiamento, un profondo cambiamento nello stile di vita, nelle azioni ma, soprattutto, nel pensiero che muove le azioni.

 

Il pensiero è importantissimo, perché se la società vi ha insegnato a essere ipocriti e conservare quel perbenismo, quel certo perbenismo che è utile, che è la condicio sine qua non per avere il consenso della società, ora molti di voi si accorgono, sono consapevoli, che bisogna essere se stessi, e farsi accettare dagli altri per la propria personalità, per la vera natura della personalità.

 

Quante mortificazioni, quante rinunce nei riguardi dell'Io superiore, pur di essere amati, pur di essere stimati dai propri fratelli, ma è un prezzo troppo alto che entra in contrasto con quelle che sono le spinte, le motivazioni dello Spirito, lo Spirito divino che è improntato alla sincerità, all'amore, alla verità.

 

È vero anche che, a volte, per amore di pace, per non creare ostilità con il vostro prossimo, dovete piegarvi, vi siete piegati un'infinità di volte, anche alla prepotenza, alla tracotanza degli altri, ma deve essere soltanto un’eccezione e non una regola, perché voi - fratelli - siete uno Spirito libero, siete Spiriti, siete uno Spirito autentico, e la vostra autenticità deve essere sempre in primo piano e in piena luce. Ma l’autenticità di cui noi vi facciamo cenno, significa anche rispettare l’altrui pensiero, significa anche comprendere chi non è sul vostro stesso Cammino, coloro che non vi possono capire e che per questo motivo, forse, non vi accettano. Ecco lo sforzo in più da parte vostra per sviluppare il sentimento della comprensione o compassione.

 

Siete tutti uomini dotati di cervello, dotati di sentimenti, di emozioni, ma vi siete chiesti, fratelli, come ognuno li vive queste emozioni e sentimenti? In maniera diversificata, in maniera non simile l'uno all'altro: quello che per uno può essere un grande dolore, una mortificazione, una sottrazione di libertà, per un altro non può avere lo stesso valore, lo stesso significato. I vostri psicologi danno una spiegazione a questo fenomeno, attribuendolo a quel processo di socializzazione o di educazione che ogni bambino riceve dalla sua nascita fino a una certa età. Ma c'è qualcosa in più che viene ignorata, ed è lo Spirito che risiede in ogni creatura, che dà a quella creatura la propria impronta. Come le impronte digitali che sono uniche, il vostro Spirito ha lasciato questa impronta, che spesso non può venir fuori perché soggiogata, sopraffatta, dalla cosiddetta personalità inferiore.

 

 Qualcuno è convinto che nell'uomo, nell'essere umano, c'è soltanto una personalità, un carattere, come frutto di una educazione e di esperienze fatte nella prima giovinezza. Sono pochi che parlano dello Spirito che alberga in ogni creatura, che presiede alla vita di ogni creatura, lo Spirito che si incarna per dare la possibilità a quell'Essere di fare delle esperienze positive, di accumulare consapevolezza, saggezza, amore. Senza lo Spirito sareste più o meno come i vostri animali, anche se per loro c’è uno Spirito di gruppo, uno Spirito di razza, ma anche loro hanno sentimenti ed emozioni.

 

Più volte abbiamo speso delle parole nei confronti dei regni animale e vegetale, come regni amici dell'uomo e non ostili all'uomo. Da un po' di tempo a questa parte, si è risvegliata la coscienza, la consapevolezza nei confronti dei questi regni della natura, con un risvolto di rispetto, di amore che, alla fine, serve soltanto a farvi stare bene in questa coabitazione con gli animali e con le piante, perché, proprio da loro traete tante energie, con la loro presenza, con le loro manifestazioni d'affetto e di amore a volte senza contropartita, amore puro.

 

Se avete un’atmosfera respirabile lo dovete alle vostre piante, se avete un animale che vi aspetta quando siete fuori e vi ritirate, lo dovete all'amore che anima questa bestiola; diciamo che è un processo simbiotico, perché date e ricevete. Se date amore alle piante e agli animali, innaffiandole, coltivandole, e date cibo ai vostri animali, carezze e attenzioni, ricevete un apporto di energia e di amore che non è solo palpabile, è anche impalpabile: non potete immaginare da quante malattie vi difendono i vostri animali e le vostre piante.

 

Il potere immunitario che hanno gli animali che vivono con voi in simbiosi nelle vostre case, fa si che aumenti anche il vostro potere immunitario, per cui è sbagliato pensare che gli animali portino malattie e infezioni, se tenuti con l'igiene giusta e con l'alimentazione adeguata. E poi, dove crescono e vivono dei bambini, gli animali sono il miglior giocattolo ed il miglior passatempo per questi pargoli.

 

Il rispetto, dunque, e, soprattutto, l'amore che riversate alle piante e agli animali, farà sì che ci sia un ritorno, un ritorno maggiorato di amore e di rispetto. Tutto l'Universo è in comunicazione, è in simbiosi, e ogni pianeta trasmette Amore e Luce a tutti gli altri pianeti. E così, ciò che vive su questa Terra, entra in sintonia, in simbiosi con le forze dell'Universo, con le energie dell'Universo: non c'è nessuna separazione tra le varie galassie, tra pianeta e pianeta, perché la Legge divina così vuole.

 

Se a volte una stella si estingue, si spegne, c’è subito un'altra stella che nasce e dà Luce: la vita  dell'Universo è un continuum senza fine. Per analogia, anche sulla vostra Terra, pur essendo di un altra dimensione, e quindi con altre Leggi dimensionali, c’è questo processo di vita e di distruzione, di apparente distruzione.  E poi, ricordatevi che siete eterni, non solo dal punto di vista spirituale, ma anche perché avete dato vita ad altre creature, che vi sopravvivono e continuano il ciclo imperituro  di nascita e di morte, anzi di morte e di rinascita.

 

Se qualcuno si chiede: “Che cosa è l'eternità”? Siete voi eterni, sia dal punto di vista spirituale che dal punto di vista umano, terreno, come tutto è eterno nell'Universo.

 

Qual è la differenza tra le varie dimensioni dell'Essere, dello Spirito? È solo la composizione, la struttura energetica, ma l'elemento principe è sempre quello: la struttura di un atomo e dei suoi sottomultipli, uguale nel regno animale, nel regno vegetale, e così in tutto l'Universo. Dall'aggregazione di questi atomi, dalla struttura molecolare, si hanno diversi elementi, si ha la compattezza della materia o la stratificazione della materia, ecco perché ci sono cose che potete vedere e sentire e toccare con i vostri sensi, e altri elementi energetici che non possono essere visti e toccati, ma solo immaginati.

 

Comunque, attraverso i microscopi elettronici e la fisica quantistica, molte di queste verità sono state svelate all'umanità, e ciò che prima era solo una conoscenza esoterica per gli addetti ai lavori, oggi è conoscenza alla portata di tutti, di chi ha buona volontà, di chi vuole imparare e vuole scoprire.

 

La conoscenza di Dio e la sua multifattorialità, è alla portata di tutti, quel Dio interiore ed esteriore che è dentro e fuori di voi e di cui non si può negare l'esistenza, anche se bisogna rivedere il concetto di Dio, nelle sue fattezze umane, nella connotazione che voi uomini Gli avete conferito.

 

Dio è l'energia imperitura, infinita, di cui è composto tutto l'Universo, ma Dio è anche ordine, perfezione, perché nell'Universo c'è ordine e perfezione, ma ci sono anche delle leggi che regolano le orbite dei vari pianeti, delle varie galassie, e quindi Dio è Legge, è Giustizia, è Armonia.

 

In ognuno di noi, come figli di Dio, come Sue creature, c'è questa risonanza: amore per la giustizia, per l'armonia, amore, per l'equilibrio.

 

In tutte queste vite e in tutte le incarnazioni, tendiamo verso questo equilibrio, questa  perfezione che vogliamo raggiungere, ma che abbiamo già dentro e dobbiamo riscoprire a poco a poco. Equilibrio, armonia, perfezione, sono state dimenticate e sopraffatte dall'imperfezione acquisita nell'essere umano, nel tratto umano e, quindi, se voi uomini vi sentite imperfetti, per certi versi siete anche perfetti nello stato spirituale, nella presenza del vostro Spirito.

 

Quindi, si ambisce, si desidera la perfezione, si desidera l'amore perché si è dimenticato a favore di altri elementi fasulli, inutili della condizione umana. Allora bisogna riscoprire l'amore, bisogna riscoprire di essere perfetti, bisogna riscoprire la propria divinità. “In che maniera”?”- vi chiedete - Soffrendo, e anche gioendo, perché in ogni rinascita è compreso tanto dolore, tanta sofferenza, sia di natura fisica che di natura emotiva; ma c'è anche un risvolto di gioia, ci sono occasioni infinite di contentezza, di consolazione che il nostro Dio ci vuole donare. E in questo mixer la vita diventa preziosa, la vita diventa una esperienza di un valore incommensurabile.

 

Senza questi elementi, la vita sarebbe piatta e non porterebbe apprendimento, non darebbe luogo alla saggezza, alla consapevolezza. Quindi, non si possono scindere questi elementi, e se vi lagnate, a volte, che la vita assume aspetti pesanti, considerateli necessari per il vostro apprendimento, necessari e utili per l'acquisizione di qualche elemento in più nei confronti della consapevolezza.

 

Che cos'è la consapevolezza di cui tanto si parla? Nel gergo umano è qualcosa di completamente diverso, ma essa ha un significato assolutamente al di sopra di quello che vi hanno insegnato. La consapevolezza è conoscenza della Verità, conoscenza piena, quindi, conoscenza di Dio, e la conoscenza di Dio significa sentirsi appagati totalmente, non desiderare niente, nient'altro che l'Amore di Dio.

 

La consapevolezza è l'estasi provata da tanti vostri santi, il sentirsi non solo vicini a Dio, ma sentire la presenza, la coabitazione con Dio. L’estasi  è un grado superiore alla gioia che voi potreste provare nelle esperienze della vostra vita. La consapevolezza significa essere presenti a se stessi, e la presenza a se stessi significa capire che non si è solo carne, o solo cervello, ma soprattutto Spirito; la presenza a se stessi porta ad essere e ad agire in maniera diversa di come si agisce quando non si è presenti a se stessi. Anziché preda delle emozioni, degli  impulsi, dell’istinto, si parla e si agisce con cognizione di causa, con equilibrio.

 

Un uomo che danneggia un altro uomo è inconsapevole, un uomo che si abbandona ai suoi bassi istinti è inconsapevole, un uomo che non vuole progredire, che rimane nella sfera dimensionale del suo vivere senza crearsi e senza domandarsi niente, è inconsapevole.

 

Quindi, la consapevolezza è un percorso di affinamento del sentire interiore. Quindi, il sentire interiore cosa produce? Produce la capacità di amare in maniera incondizionata, produce l'amore universale.

 

Certi termini che usate abitualmente nel vostro vivere quotidiano, non si adattano al percorso spirituale nella sfera della trascendenza, e quindi bisogna rimodulare questi termini.

 

Chiedete, fratelli, siamo qui per voi.

 

Il fratello A. chiede notizie sul nostro fratello Franco Fallico, se ancora si trova nella Loro stessa Comunità.

 

R. - Il fratello che voi avete chiamato Franco ora ha un altro nome, un nome che si è scelto in base alle sue vibrazioni, alle vibrazioni del suo Essere. Noi lo chiamiamo Arcobaleno, perché ci ha portato tutti i colori della vostra Terra, il colore delle piante, i colori dei tramonti, il colore del mare, del cielo, e poi perché ha tanto senso di pace dentro di sé, e l'arcobaleno viene fuori dopo una pioggia, un temporale, e ridona consolazione, pace agli uomini, spaventati dal fenomeno.

 

Egli vorrebbe comunicare con voi, ma attualmente è impegnato a dar vita,  istruzione e vita, ad un gruppo di fanciulli, perché lui è molto portato nel contatto con i giovani , quindi, questo compito educativo gli è stato affidato dai Maestri e lui l'ha accettato ben volentieri, perché quello è ciò che faceva anche su questa Terra con il proprio figliolo. Ma arriveranno dei tempi - in futuro - che egli potrà comunicare con voi, ora ha un compito prioritario. Ci siamo noi attualmente, quando daremo il cambio a questo nostro fratello, a questo nostro Essere, lo saprete.

 

Chiedete, fratelli, c'è altro?

 

Allora io vado. Addio.

 

La consapevolezza è Conoscenza Della Verità è Conoscenza Di Dio è il Messaggio delle Guide Angeliche

 

La consapevolezza è Conoscenza Della Verità è Conoscenza Di Dio

 

www.leparoledegliangeli.com

 

Stampa Email