Le Parole degli Angeli
Italiano  Inglese

Gruppi preghiera

I medium e la medianità

I medium e la medianità riflessioni

 

I medium e la medianità

 

Le Guide Angeliche dettano a Lidia al Gruppo di preghiera Amore e guarigione di Catania

 

07.03.2016

 

Fratelli diletti, fratelli cari, in occasione di ogni nostro incontro, tutte le volte che desiderate incontrarci, si verifica una gioia che proviene essenzialmente dai nostri Spiriti, perché attraverso i nostri Spiriti ci siamo conosciuti, ed ora ci riconosciamo, ci ritroviamo. Voi ancora nella veste umana, nella veste di carne, e noi nelle Dimensioni più Sottili, più eteree che, tuttavia, non hanno dissipato il ricordo - rimasto indelebile - del nostro vissuto insieme.

 

Ed è in tal modo che anche l’amore terreno, l’amore vero, non si interrompe, non si dimentica, non può dissiparsi quando si passa oltre il Velo.

 

Parlo di velo, perché è qualcosa che è presente, che può essere sempre presente nella vostra Dimensione; è solo un velo che si frappone tra una Dimensione ed un’altra, quindi è qualcosa di impercettibile che coesiste anche in seno alla vostra Dimensione.

 

Sapete già che i vostri sensi umani sono stati tarati in una certa maniera: oltre un certo livello non potete sentire né vedere, ma c’è la percezione, che va al di là dei sensi fisici, quella particolare sensibilità presente in tutti gli uomini, in tutti gli esseri, ma che si sviluppa e si rende palese solo ad alcuni.

 

Pertanto, i cosiddetti medium utilizzano, mettono a disposizione tra il mondo materiale ed i mondi più raffinati ed eterei, questa loro particolarità, questa preziosa sensibilità. Qualcuno si chiede: perché essa non è presente, non è percepibile in tutte le creature? Il discorso è molto ampio.

 

Il riferimento è necessariamente attribuibile alle varie incarnazioni, ai vari vissuti incarnativi che hanno prodotto in quelle creature, in quegli esseri, una sperimentazione e, quindi, una conoscenza più profonda. In tal modo, si rendono disponibili, idonei, al colloquio fra le nostre Dimensioni e la vostra Terra.

 

La medianità - dunque - non è un dono che viene dato a qualcuno e ad altri è negato, piuttosto è la resultante di un Percorso che è stato fatto e trasceso, e va dunque considerato come un ulteriore atto d’Amore che si offre agli altri fratelli incarnati.

 

Quando la disponibilità è sincera e senza aspettative, e non ha creato orgoglio o supremazia, questo connubio tra Cielo e Terra diventa possibile attraverso la percezione profonda dei nostri fratelli medium. Pertanto, è una condizione che può essere resa possibile, può sopravvenire da un momento all’altro in ognuno di voi; sempre rapportandolo al karma individuale, ai percorsi conoscitivi, alla sperimentazione dell’Amore.

 

Dobbiamo considerarlo - dunque - un dono, ma anche un onere: è un dono perché la gioia che si prova non è una gioia di natura terrena, ed è anche un onere perché diventa un impegno per tutta la vita, per tutta l’esistenza di quella creatura, un impegno al quale non potrà mai sottrarsi.

 

E c’è di più: i nostri fratelli, che sono un mezzo tra il nostro Pensiero ed il vostro, non hanno sconti e riduzioni in seno alla loro vita, in seno alle loro esperienze più o meno dolorose, alla stregua di tutti gli altri non cosiddetti medium.

 

Però, c’è un fatto di grande merito nei confronti del nostro Creatore: l’impegno che si è intrapreso e che si porta fino alla fine dei propri giorni, diventa un emblema, un contrassegno indelebile di evoluzione spirituale, di amore dato, di impegno nell’amore,  nella  comunicazione e nella diffusione di conoscenza, di conoscenza Superiore.

 

Da qui la nostra stima infinita e la gratitudine, perché possiamo così veicolare il nostro Pensiero Superiore. Perché lo chiamo un  Pensiero Superiore? Perché è un pensiero che non solo è stato sperimentato attraverso molti vissuti, attraverso gioie e dolori, ma perché - soprattutto - è un pensiero che va oltre il pensiero umano, supera il pensiero umano.

 

È vero che anche i nostri fratelli umani si elevano, come pensiero, dalla massa, perché stimolati dal loro Spirito; auspicano una fratellanza cosmica, un amore ultraterreno, ma anche questo tipo di pensiero, per quanto elevato, è soggetto al passare del tempo, alle mode - quindi - sempre modificabile.

 

Il Pensiero Superiore è un pensiero eterno, che non subisce mutazione, né aggiunte, né diminuzioni, è il Pensiero dell'Assoluto, è il Pensiero di Dio. È motivo di gratitudine che ci spinge verso di voi nel darvi qualcosa dei nostri contenuti interiori, della sintesi delle nostre Conoscenze, conoscenze sperimentate che sono diventate saggezza.

 

Noi vi ringraziamo continuamente, perché attraverso il nostro Servizio aumentiamo di potenza la nostra energia di Luce, di Amore, e ci sentiamo sempre più meritevoli dinnanzi al nostro Creatore.

 

È vero anche che, nelle Dimensioni dello Spirito, ci sono infinite incombenze rapportate alle caratteristiche degli Esseri che le compongono, e l'Insegnamento è il compito maggiore, il compito precipuo. Può essere destinato ad Esseri ancora inconsapevoli che sono giunti anzitempo, possono essere bambini o, comunque, creature che hanno bisogno di un notevole supporto. E' un servizio che noi si fa con tutto il cuore e rientra nei compiti assegnatoci: sostenere anime afflitte, disorientate, creature ancora legate alla Terra ed agli affetti della Terra, Entità che hanno bisogno di essere accolte con amore, con tenerezza, perché non hanno avuto amore e tenerezza.

 

Ci sono Entità che non sanno di essere morte, che continuano a vivere in una dimensione di sogno, di pseudo sogno, ed hanno bisogno di essere gradatamente svegliati da questo torpore dello Spirito. Le incombenze sono infinite, e vengono fuori dalle effettive necessità e dalle richieste interiori dei nostri fratelli disincarnati.

 

Vedete fratelli, come voi vi prodigate per aiutare chi è più bisognoso di cure, di cure fisiche, di assistenza materiale e morale, questo succede anche nelle altre Dimensioni, perché ci deve essere una continuazione logica di ciò che si è lasciato.

 

C’è un vostro fratello che vi ha lasciato di recente, che vuol farvi sapere che è stato preposto, ed ha accettato ben volentieri, di  educare dei fanciulli e di metterli in comunicazione con le sue Conoscenze. E’ un fratello che ha molti meriti, e forse un giorno, quando deciderà il suo Spirito, potrà mettersi in contatto con voi, ma ora il compito che ha scelto ben volentieri, è prioritario, perché così ha deciso il suo Spirito.

 

Il fratello Arcobaleno, che noi chiamiamo Arcobaleno, vuol farvi sapere che vi segue costantemente ed è contento dei vostri progressi, ed è anche contento e soddisfatto della sua nuova Dimora, una Dimora che lo riempie di gioia, di soddisfazione. Sono riconosciuti i suoi meriti e si sente contornato da tanto Amore, Amore che spesso sulla terra gli è mancato.

 

Tornando a voi, fratelli, ho sentito che c'è un anelito, una richiesta che vogliamo mettere in atto, in esecuzione, perché è necessario a tutti e ad ognuno di voi. Faremo insieme un Cerchio di guarigione, un Cerchio di Luce, per il quale dovrete predisporvi mentalmente e fisicamente, aprendo tutti i vostri canali ricettivi, sgomberando la mente da ogni pensiero assillante, rendendovi disponibili, al massimo, all'energia che proviene dalle nostre Dimensioni.

 

È un'energia d'Amore di grande potenza, che penetrando nei vostri corpi, da quello più pesante a quelli più sottili, annienta e distrugge ogni blocco di energia, annienta ogni principio di malattia. Nel suo percorso senza ostacoli, dalla testa ai vostri piedi fa in modo che ogni organo immagazzini Luce, immagazzini Energia.

 

È una Luce potente che non brucia, ma che distrugge ciò che si oppone al suo corso: quei blocchi creati dalla mente, quei blocchi creati dalla sofferenza e dal dolore, che purtroppo impediscono che si realizzi una salute piena, e impediscono anche ai farmaci, alle cure approntate dai vostri medici, di agire efficacemente.

 

Così, ogni blocco, ogni diaframma, viene eliminato, perché alla Luce si accompagna l'Amore, l'Amore che è persuasione dolce rivolta ad ogni cellula, affinché si allinei  al volere di Dio, al volere dell'Amore.

 

Ogni cellula ubbidisce a questo richiamo, a questo potente richiamo, perché possiate riavere una salute piena ed una contentezza di vivere, che è un elemento indispensabile per mantenere la salute. Questa gioia di vivere sarà sempre presente nella vostra vita, anche a dispetto degli avvenimenti non voluti, non desiderati; avvenimenti che saranno vissuti con maggiore forza d'animo e con maggiore comprensione.

 

La Luce dell'Infinito sarà compagna dalla vostra vita fino al momento del distacco, perché ogni passo vostro sia sicuro e senza inciampi. Questo Amore e questa Luce, di cui noi siamo conduttori, vanno oltre le dimensioni di questa sala, oltre la sfera personale, perché tutta la vostra città, tutta la vostra Terra, abbiano a goderne, abbiano a beneficiarne.

 

Per mezzo vostro, chi vi avvicinerà sarà contagiato da questa Luce, da questa magnifica Energia: sappiate farne buon uso, fate in modo di non dissiparla nelle miserie della quotidianità, nelle piccolezze del vostro mondo, perché ha un valore incommensurabile ed è un premio dovuto alla vostra Crescita.

 

Per questa sera è tutto.  Addio fratelli, addio sorelle.

 

I medium e la medianità è il Messaggio dettato dalle Guide Angeliche il 07.03.2016

 

 

 

I medium e la medianità riflessioni

 

I medium e la medianità

 

www.leparoledegliangeli.com

 

Stampa Email