Le Parole degli Angeli
Italiano  Inglese

Gruppi preghiera

Consigli per il cammino spirituale

Consigli per il cammino spirituale verso la vera vita

 

Consigli per il cammino spirituale

 

Le Guide Angeliche dettano a Lidia al Gruppo di preghiera Amore e guarigione di Catania

 

14.11.2017

 

Cari fratelli, sono qui con voi per dedicarvi tutto il mio Pensiero, tutto il mio Amore. Una carica d’amore che non potreste conoscere; è un amore ultraterreno, quanto di più grande si possa immaginare, un sentimento che riempie tutti i vuoti dell’esistenza, i vuoti dell’anima per offese ricevute, se ancora  non siete stati capaci di debellarli, di vincerli.

 

La mia presenza, dunque, è un lenitivo per queste ferite non ancora rimarginate, non ancora cicatrizzate.

 

Attraverso il mio Spirito, ricevete quella marcia in più che vi permette di superare tanti ricordi tristi, penosi. La mia presenza spirituale fa sì che si aprano quelle porte preposte alla consapevolezza; mediante la consapevolezza si possono fare passi e salti da gigante nel Cammino spirituale.

 

La consapevolezza permette un grado di visione allargato, molto allargato, sulle vicende della vostra vita e quella dei vostri simili.

 

Attraverso quest’ottica, che compendia il bene ed il male, il buono ed il meno buono, si possono superare e sradicare definitivamente, tanti difetti, tanti errori della vostra esistenza. Ma, come spesso vi è stato insegnato, una panoramica più ampia dell’esistenza può essere raggiunta ammorbidendo la vostra mente, la vostra caratterialità. Come spesso accade, quella sicurezza, o sicumera, che vi fa sentire capaci di affrontare ogni ostacolo, ogni problematica della vita, alla fine non è  sicurezza, ma rigidità mentale.

 

Se insistiamo tanto su questo argomento, è perchè ancora in molti di voi questo elemento è radicato, incallito. La rigidità mentale non permette al pensiero di spaziare, nè di accogliere dentro di sè la diversità degli altri. Tutto ciò che è schematizzato e stereotipato nella vostra mente, produce poi comportamenti di poca tolleranza e di supremazia sugli altri vostri fratelli. Se vi spogliate di questa falsa sicurezza, potete veramente riconoscere le vostre debolezze e accettare le debolezze degli altri, potete riconoscere i vostri errori, errori di inconsapevolezza, errori di ignoranza, e accettare altrettanta inconsapevolezza e ignoranza nel fratello.

 

Il nostro lavoro, di fratelli coadiutori della vostra Crescita, procede attraverso e mediante questi consigli. Sappiamo come la natura umana sia difficile da convincere, ma attraverso il nostro amore disinteressato e senza tornaconto, possiamo riuscirci.

 

Le trasformazioni che attendiamo da voi, fratelli, produrranno una svolta decisiva nel vostro percorso incarnativo, svolta fortunata, felice, fruttuosa, che produrrà una leggerezza del vivere, un ottimismo incondizionato, la pace interiore, la pace con sè stessi e  con gli altri.

 

E’ un traguardo notevolissimo e rispettabilissimo, per il quale vale la pena impegnarsi, impegnarsi a sradicare ciò che è nocivo, che vi danneggia come una cancrena.

 

Qualcuno si chiede: “Perché la vita non mi sorride? - Perché non sono felice all’alba di ogni giorno?” Perché, fratello, ti porti appresso tanti di quei legami così gravosi, che ti appesantiscono l’esistenza e non ti fanno vedere il bello di essa. Ti porti appresso tanti fardelli del tuo passato ed anche del tuo presente, ti segue sempre l’insoddisfazione per ciò che non hai potuto realizzare. Io ti suggerisco, fratello, sorella, di guardare con occhi nuovi alla tua esistenza, dando maggior risalto agli aspetti positivi della tua giornata, al necessario che non ti manca ed alle piccole conquiste che hai raggiunto.

 

Non misurare la tua vita con la vita degli altri uomini, di cui vedi soltanto l’apparenza e non la sostanza. Non sentirti infelice se non hai un grosso conto in banca, perché c’è chi è più ricco di te e soffre terribilmente per altre maniere.

 

Non sono la ricchezza e la notorietà, gli unici elementi che portano alla felicità. Se manca l’interiorità, l’ottimismo, anche le fortune più grandi diventano motivo di grattacapo, di pensiero.

 

Sii fiero, dunque, di ciò che hai conquistato come benessere, come agiatezza, con la tua laboriosità, con il tuo lavoro, e cerca la felicità nelle persone che ti stanno accanto, nelle piccole gioie dell’esistenza, nella salute che ti accompagna. Se questo decalogo diventerà un pensiero quotidiano, tutto l’orizzonte della tua vita cambierà in meglio: non ti affannerai più per le piccole cose, non ti turberai per le parole del tuo prossimo, non porterai rancore, né invidia.

 

Ricordati: questa vita ti è stata data, ti è stata concessa dal tuo Spirito, è assai preziosa e dovrà essere vissuta nel migliore dei modi.

 

Se poi hai scelto questo dialogo con noi, Fratelli della Luce, devi accettare dentro di te queste mie parole, farle germogliare e crescere.

 

Gira, dunque, le spalle al tuo vecchio modo d’essere, come fosse un vestito che va eliminato perché non ti sta più bene. L’abito che indossi oggi è un abito di Luce, di Amore sfolgorante, e può darti le massime soddisfazioni.

 

Non devi aspettare il passaggio ad un’altra Dimensione per cercare la beatitudine, perché la puoi realizzare anche in questa esistenza, così come è da esempio la vita di molti santi e  illuminati.

 

Questi consigli che ti porgiamo, provengono da un amore incondizionato, da un amore puro, che non chiede una controparte. Noi siamo sicuri che possiate tutti sperimentarlo al meglio e nella sua pienezza, però occorre molta volontà e molta disciplina.

 

Non sprecate tante parole e chiacchiere inutili, é spreco di energia che potrebbe essere incanalata per la vostra crescita spirituale. Perciò, rendetevi disponibili se altri fratelli vi chiedono chiarimenti, non abbiate vergogna a raccontare la vostra esperienza, perché non fate parte di una setta, non andate contro la morale della chiesa, non sentitevi messi all’Indice.

 

Se qualcuno si scandalizza, girate le spalle e lasciatelo nella sua opinione.

 

Ricordatevi che, come gli apostoli, potete portare il Pensiero di Dio, se lo sperimentate ogni giorno dentro di voi e attorno a voi. Il Pensiero di Dio, il pensiero d’Amore, non può scandalizzare nessuno e non permette critiche da nessuno. Quindi, fate qualche passo in avanti, fratelli, anche questo fa parte del vostro Cammino spirituale. Ricordatevi che avete a disposizione un’esperienza meravigliosa, che non è concessa a tutti,  perciò condividetela con altri che ne siano degni e che siano disponibili ad accettarla.

 

Facciamo un Cerchio di Luce potentissima: tenetevi per mano, la Luce che vi mandiamo dalle nostre Dimensioni, entra nella vostra testa e raggiunge tutto il vostro organismo, si ferma nel cervello per irrorarlo opportunamente, affinchè tutte le sinapsi possano funzionare adeguatamente, darvi lucidità di pensiero e memoria.

 

La Luce entra e continua a penetrare nel vostro corpo, si ferma in ogni organo, in ogni apparato, e lascia un’impronta di sè di grande amore: è l’Amore che viene dall’Universo. Questo amore, farà si che ogni organo funzioni meravigliosamente ed in armonia con gli altri organi, per darvi una salute piena e risanare tante infermità.

 

La Luce aumenta il vostro potere immunitario, per difendervi dalle malattie della stagione. La Luce ripropone serenità e pace nella vostra anima.

 

Questo messaggio di serenità e pace, trasmetta a tutti i vostri corpi, anche a quelli sottili, serenità, pace e accettazione consapevole di questa esistenza.

 

Vi lasciamo con Amore, addio fratelli.

 

Consigli per il cammino spirituale verso la vera vita è il Messaggio delle Guide Angeliche

 

 

 

Consigli per il cammino spirituale verso la vera vita

 

www.leparoledegliangeli.com

 

Stampa Email