Le Parole degli Angeli
Italiano  Inglese

Gruppi preghiera

Come avviene la cremazione

Come avviene la cremazione cosa vive il defunto

 

Le Guide Angeliche dettano a Lidia al Gruppo di preghiera Amore e guarigione di Catania

 

05.12.2017

 

Fratelli diletti, vi porto il saluto amoroso della Comunità di cui faccio parte. Questa Comunità mi ha eletto come rappresentante del loro Pensiero. Quindi,  il Pensiero che io vi porgo è la somma dei pensieri di tanti Spiriti che si sono messi insieme, unito le loro vibrazioni e creato un pensiero unico, che è la risultante di ogni pensiero individuale.

 

È difficile spiegare, alle vostre menti, questa nostra modalità di vivere, ma ciò che voi dovete prendere in considerazione è che il nostro mondo, nella nostra Dimensione, ogni rivalità di stampo umano è stata superata, ogni supremazia di stampo umano è stata annullata. In questa maniera, il pensiero del singolo può unirsi e coagularsi in un pensiero unico. È un pensiero che rispetta, comunque, le personalità individuali di ogni Essere, che vengono fuori dalle esperienze incarnative vissute alla massima potenza, con tutte le possibilità dell’Essere, perciò trascese nell’ambito della dualità, verso l’amore.

 

La trascendenza cui faccio riferimento, non appartiene dunque soltanto alla sfera Dimensionale di cui faccio parte integrante, la trascendenza significa distacco, abbandono, chiusura definitiva con tutti quegli aspetti problematici, pesanti e dolenti delle incarnazioni. In questa visione della nostra esistenza, si presenta anche il panorama del nostro vissuto incarnativo, di cui non ci sentiamo più parte integrante, non ci sentiamo più attori: guardiamo al nostro vissuto con il giusto distacco, senza alcuna recriminazione, senza alcun rimpianto.

 

Questo Stato dell’Essere, ci permette di essere maggiormente obiettivi nei riguardi della vostra esistenza, obiettivi e distaccati, in modo da essere in grado di suggerirvi un percorso più lineare, più idoneo. Per questo motivo, senza sostituirci alla vostra libera decisione, al vostro libero arbitrio, sentiamo che dalla collaborazione tra i vostri Spiriti ed i nostri Spiriti, possa nascere un prodotto meraviglioso di Crescita collettiva per tutti noi, quel grado in più di consapevolezza a cui ognuno di noi aspira.

 

Perché ci sta tanto a cuore questa Crescita, l’espansione della consapevolezza e della Coscienza? Perché, in tal modo, possiamo meglio capire la vera essenza della natura umana e, infine, avere una carica maggiore dell’Amore di Dio, un grado in più della Sua Luce.

 

È questa Luce e questo Amore in più, che noi possiamo trasferire a voi, fratelli, allorquando vi sentite degni e pronti a riceverlo, quando i vostri cuori ce lo permettono, quando la vostra mente si mette da parte per dare libero spazio al cuore. È vero che la vostra mente è necessaria, è utile nel contingente, e senza di essa sareste degli idioti, ma quando si parla di Coscienza, allora la mente non comanda più, non dirige più la vostra vita, perché viene sostituita dall’anima, in accordo con il vostro Spirito. Infatti, quando voi pregate, quando siete felici, quando non avete pensieri, la mente non si fa sentire, non vi propone i soliti assilli, le solite problematiche. Quando siete in comunione con il vostro Spirito, che è Dio in voi, ogni tristezza, ogni pesantezza della vita viene fugata, scompare. Quindi, il momento della preghiera, della meditazione nella solitudine di una stanza, è di grande efficacia per fermare, non solo il tran tran quotidiano che vi porta via energie, gioia e felicità, ma questi momenti di intesa con il vostro Spirito, vi consentono di ricevere beatitudini, ricevere grazie e risposte ai vostri quesiti, risposte che solo il vostro Spirito vi può dare. Dunque, non sopprimete nella vostra giornata quei piccoli spazi da dedicare alla preghiera, alla meditazione.

 

Se per molti è difficile ritrovarsi in una chiesa, in un tempio, dove esistono molte distrazioni, si può pregare nella propria casa, anche per pochi minuti al giorno, perché la preghiera non è solo richiesta di amore e di aiuto, ma è soprattutto ricerca di un’Alleanza, di una Presenza, è ricerca di un colloquio con lo Spirito che è in noi.

 

Certo, ciò che si aspetta non avviene immediatamente, occorre la pratica, provare tante e tante volte, affinché questa meravigliosa aspettativa possa diventare certezza, realtà. È, comunque, una pratica che fa bene anche al vostro fisico, forse più di una ginnastica, perché riequilibra i vari corpi e le loro funzioni, perciò ve la raccomando e  consiglio.

 

Ora, passiamo all’argomento che è stato motivo di una vostra richiesta, anche da parte di una sorella che conosciamo molto bene e alla quale va la nostra più grande stima e ammirazione. Essa ha lasciato un’impronta di sé in questo gruppo, e anche da lontano se ne sente ancora parte integrante.

 

La richiesta che ci è stata prospettata, riguarda la cremazione dei vostri defunti, anche se già ci siamo soffermati in un messaggio di quest’anno su questi argomenti.

 

Sapete che, con la morte, avviene come primo elemento il distacco dell’anima e poi, in fasi successive, il distacco da tutti gli altri corpi che non sono più necessari alla destinazione verso cui è diretto quello Spirito.

 

Ma come ogni distacco, quello dal corpo fisico non avviene in un attimo.

 

Se il disincarnato desidera ancora sentire il calore e l’affetto dei familiari che ha lasciato sulla terra, viene accontentato. E’ un conforto che si dà al disincarnato, se lo richiede, ma naturalmente questo stadio ha una sua durata, perché l’attrazione verso lo stadio superiore che egli sente, può a volte essere maggiore rispetto a questa necessità, a questa fame d’amore.

 

Con la cremazione che cosa avviene? Avviene la distruzione del corpo fisico, che poi non è una distruzione assoluta, perché attraverso le ceneri la materia viene assorbita, ricomposta negli elementi della natura: diventa terra, diventa acqua, diventa vento: nulla si crea e nulla si distrugge, ma tutto si trasforma.

 

Gli elementi che continuano a vivere con il disincarnato, sono quegli elementi non soggetti all’usura del tempo, alla distruzione che avviene con la morte, elementi che potranno coesistere finchè c’è necessità, finchè ce n’è bisogno. I corpi sottili del mentale superiore, dell’astrale, sono necessari se il disincarnato ne necessita, e questo è in rapporto alla Dimensione verso cui esso è attratto e di cui farà parte integrante.

 

A volte, il mentale non è necessario, perché si è destinati ad un’attività che non richiede questo tipo di impegno, ma quasi sempre il mentale è uno dei corpi sottili che accompagnerà il disincarnato in molte Dimensioni.

 

Naturalmente, tutto ciò che attiene all’istinto viene considerato superato, non necessario, come l’istinto di conservazione della propria vita o l’istinto di difesa; questo ed altro, se non più necessari, vengono lasciati.

 

La cremazione, se fatta dopo il tempo giusto, non influenzerà neanche questo elemento, perciò è sempre raccomandabile un tempo adeguato prima della cremazione e della sepoltura, per la disintegrazione di alcuni corpi più pesanti, il cui distacco non avviene in un attimo, ma a volte richiede più tempo, sempre se richiesto dal disincarnato.

 

Il percorso spirituale di ogni Essere è importantissimo, anche nei riguardi della spoliazione di questi corpi: tanto meno si è attaccati alle cose ed ai piaceri del mondo, tanto più velocemente ci si sbarazzerà di questi attaccamenti, e se è tanto più alta la considerazione del mondo che aspetta il disincarnato. Questa aspettativa non viene mai delusa, in quanto le Guide che accolgono il disincarnato, saranno pronte a capire che cosa si aspetta e che cosa chiede quell’Essere, ed in tal modo si prodigano ad esaudire le sue richieste.

 

Se un Essere disincarnato che si diparte dalla Terra senza credere in niente ed in nessuno, avrà tanto da penare prima che si apra quella parentesi della Luce, del colloquio con i suoi parenti, con le sue Guide. Lo aspetterà un percorso molto più lungo e pernicioso, prima di giungere alla Luce ed alla Verità.

 

Il desiderio di Dio, l’amore verso Dio, accorcia i tempi del percorso. Quindi, non c’è da meravigliarsi se, a volte, Spiriti di disincarnati che si dibattono nel buio dell’inconsapevolezza, anche se cercano la Strada della Luce non la trovano, e possano approfittare dell’energia di altri fratelli viventi per appropriarsene!

 

Per ogni fratello che si diparte dalla Terra come disincarnato, augurategli Luce ed un percorso lineare con una mèta. È questo l’amore che potete dare ad ogni creatura che vi lascia, che si allontana da questo mondo.

 

Il dolore, le sofferenze delle malattie, se vissute con accettazione sono la preparazione più idonea al percorso che attende il disincarnato. Può succedere che una morte improvvisa sia d’impaccio al distacco dell’anima, ma c’è sempre l’Amore di Dio, la Sua misericordia, che attraverso le Guide Celesti ed i suoi rappresentanti, può dare una mano alla creatura che brancola nel buio.

 

Sappiate che nessuno viene lasciato per molto tempo nell’inconsapevolezza, anche la preghiera e l’amore che provengono dalla Terra, fanno si che questa creatura trovi, prima o poi, la sua Strada. Il destino che attende il disincarnato, è sempre direttamente proporzionale al suo grado di Coscienza raggiunto sulla Terra. Ma c’è sempre la possibilità di allargare ed espandere questa coscienza, mediante una Rinascita che comporti un Programma, a volte impegnativo, a volte un po’ doloroso, ma che sia un programma di evoluzione e di Crescita.

 

Da queste mie parole, si desume che il maggiore impegno deve convergere nelle incarnazioni, nelle vite vissute in questa Dimensione, impegno che diventerà poi un premio, un’acquisizione perenne.

 

Perciò, fratelli, datevi da fare in questa esistenza, datevi da fare ad accrescere la vostra consapevolezza. In che maniera? Rispettando le vostre esperienze sia nel dolore, sia nella gioia, ma soprattutto come esperienze volute, desiderate, per potere Crescere, esperienze sperimentate nell’amore verso se stessi e verso gli altri, amore come accettazione di se e degli altri.

 

Non fermatevi, dunque, a segnare il passo; date alla vostra vita ogni giorno qualche elemento in più per essere fieri della vostra Crescita, del vostro progredire. Siate fieri di ciò che avete lasciato alle spalle, come un vestito smesso, inutile, e pensate sempre che il domani sia migliore dell’oggi, che il passato è già morto, defunto, disintegrato, perché superato dall’Oggi: questo è quanto vi dobbiamo.

 

Ad ogni nostra parola, ad ogni nostro pensiero, si accompagna una carica d’Amore, d’Energia Universale, che vi indirizziamo ben volentieri.

 

Per oggi ci fermiamo, ci salutiamo alla solita maniera, infondendovi tanta Energia, tanta Luce, tanto Amore, rispettando il vostro pensiero e la vostra azione, dedicandovi  la nostra Attenzione continua.

 

Addio fratelli, siate in Pace

 

Come avviene la cremazione cosa vive il defunto è il Messaggio delle Guide Angeliche

 

 

 

Come avviene la cremazione cosa vive il defunto

 

www.leparoledegliangeli.com

 

Stampa Email

Le Parole degli Angeli