Le Parole degli Angeli
Italiano  Inglese

Umanità

L'Ingiustizia Genera Sempre Violenza L'Ingiustizia Che Provoca Le Stragi La Sensazione Di Impotenza

L'Ingiustizia Genera Sempre Violenza L'Ingiustizia Che Provoca Le Stragi La Sensazione Di Impotenza
 
Miei cari e amati fratelli, mie care ed amate sorelle, questo mio messaggio di oggi vuole aiutarvi a comprendere questa violenza che fino agli ultimi giorni sta insanguinando il vostro pianeta, questa terra che tanto amiamo sia voi che noi.
 
L'ingiustizia genera sempre violenza.
 
In questa frase e' contenuta la verita' ultima su quello che state vivendo attraverso le notizie dei telegiornali ma anche all'interno del vostro territorio nazionale.
 
L'ingiustizia genera sempre violenza.
 
In questo nostro Paradiso la violenza non e' che un ricordo delle nostre vite sul vostro pianeta; la violenza e' studiata pero' qui da noi per permettere alle singole Anime di comprendere quegli aspetti di ingiustizia che la generano e che portano i vostri fratelli vivi sulla terra a commettere stragi nel nome di una giustizia supposta perche' scritta in qualche religioso testo, come anche a mettere la falsa giustizia come scusante ad atti di vendetta sia personale che collettiva.
 
Questo messaggio di oggi vi vuole aiutare a comprendere gli stessi messaggi sulla violenza che vengono trasmessi ai vostri fratelli che sono qui con noi in questo Paradiso cosi' insieme a loro potrete imparare, riflettere e considerare le cose da una prospettiva unica tra queste nostre dimensioni.
 
Cosa e' successo veramente in quella scuola?
 
I ministri forse lo sanno ma quello che e' certo e' che voi che continuate a sentire telegiornali e a leggere i vostri giornali non lo saprete certamente e so che queste mie parole potrebbero portare qualche problema ma innanzi tutto quello che conta e' la verita'.
 
Non sono stati questi terroristi a mettere le bombe in quella scuola, materialmente sono stati proprio questi fratelli, ma e' l'ingiustizia che ha messo le bombe in quella scuola come sugli altri mezzi, compreso addosso alle singole persone, che hanno provocato ognuna una strage e per strage io intendo anche l'uccisione della singola creatura che indossava la stessa bomba, anche questa singola persona per me e' essa stessa vittima della stessa strage anche perche', miei fratelli, pensate, cosa potrebbe spingervi ad indossare un corsetto pieno di bombe se non vi sentiste vittime e vittime impotenti rispetto alla violenza e all'ingiustizia che state subendo? Quando io parlo quindi di strage miei fratelli intendo anche come vittime della strage le stesse persone che procurano la stessa strage.
 
Occupiamoci dell'ingiustizia che provoca queste stragi.
 
Come e' possibile non riconoscere i problemi, gli annosi problemi, vecchi di decine di anni, che affondano radici nella storia del vostro pianeta? Nessuno vi ha raccontato che questo popolo ha subito violenze, ha subito dominazioni, ha subito sterminio, deportazioni, ingiustizie tremende e che oggi vorrebbe veder riconosciuta la sua liberta', la sua indipendenza, la sua autonomia nell'occuparsi della propria comunita'. E' questo il motivo di tanta violenza, di tutte queste stragi, di tutta questa sofferenza che spinge i singoli a una sofferenza maggiore della paura di perdere la vita stessa e questa sofferenza si chiama impotenza. E' l'impotenza, questa sofferenza che arma i kamikaze, che arma tutti questi Ceceni, che arma ogni essere umano contro altri esseri umani.
 
I discorsi di oggi vogliono aiutarvi a capire che e' questo sentimento quello che sta dietro ad ogni episodio delittuoso sia che coinvolge una singola persona o centinaia di creature.
 
E' impossibile, non ci sono altre strade, altre possibilita', altre soluzioni, c'e' solo la morte, la distruzione che puo' cambiare, rompere questa impotenza, questa sensazione di impossibilita' ad essere liberi, a provvedere in autonomia alle necessita' della nostra vita; questi sono dunque i pensieri, le emozioni che provano in modo continuo questi fratelli che guidano o organizzano ogni singola strage.
 
Mi e' difficile spiegare in dettaglio quello che succede in queste menti dei fratelli, comincia col sospetto che nulla possa essere fatto per cambiare quella situazione e poi questo pensiero viene continuamente alimentato dall'ingiustizia a volte vera e a volte addirittura immaginata, sospettata e questa soluzione, quella della violenza opposta alla violenza, risulta l'unica strada possibile e percorribile.
 
La violenza procura sempre violenza e piu' la violenza e' perpetrata contro un gruppo determinato piu' la violenza subita comincia a produrre quella sensazione di impotenza di cui si nutre la nuova violenza di ritorno e questa nuova violenza giustifica a sua volta nuova e molto piu' grande violenza con il risultato che anche la violenza di ritorno sara' sempre piu' violenta.
 
Miei fratelli oggi sono moltissimi i campi in cui sperimentate questa violenza, da queste terribili stragi a tutte queste forme di violenza sui bambini, sulle donne, nei confronti dei propri familiari, dei propri figli, dei propri partner, lo so che e' difficile vivere in questo vostro mondo cosi' circondato di violenza; oggi il mio aiuto vi ha voluto insegnare cosa c'e' dietro questa violenza perche' possiate comprendere i vostri fratelli e aiutarli a superare l'ostacolo dell'impotenza aiutandoli prima di tutto a comprendere che non esiste mai un'unica strada e soprattutto non e' mai il ricorso alla violenza la strada migliore per uscire dall'impotenza ma invece e' proprio quella la strada contraria alla liberta', all'autonomia, al desiderio di occuparsi nel modo piu' bello e amorevole possibile delle proprie e delle altrui necessita'.
 
E' nella forza di tutti, nella consapevolezza di tutti, nell'impegno di tutti, nella coscienza di tutti, che c'e' la vera soluzione; perche' l'ingiustizia sia battuta per sempre e' la Giustizia che deve essere affermata e questo un gruppo di persone consapevoli puo' farlo e puo' promuoverlo nel rispetto della propria esistenza e nel rispetto dell'esistenza dell'altro.
 
Con queste parole vi lascio alle vostre importanti riflessioni, pensate a tutto quanto vi ho dettato e fate tesoro di questo insegnamento congiunto tra Cielo e terra.
 
Vi saluto con molto molto rispetto, con molto molto calore, con molto molto Amore.
 
Questo vostro fratello Gesu' sempre e per sempre accanto ad ognuno di voi miei fratelli del Cielo e miei fratelli e sorelle della terra.
 
Messaggio dettato il 05.09.2004
 
Titolo L'Ingiustizia Genera Sempre Violenza L'Ingiustizia Che Provoca Le Stragi La Sensazione Di Impotenza
 
 

Stampa Email