Le Parole degli Angeli
Italiano  Inglese

Umanità

Inseminazione Artificiale A Proposito Di Inseminazione Artificiale

Inseminazione Artificiale A Proposito Di Inseminazione Artificiale
 
Fratelli, oggi la Sara mi ha chiesto la possibilità che in un prossimo dettato avrei parlato ai fratelli sui quesiti del prossimo referendum sull'inseminazione artificiale; la dolce Sara ha dei documenti specifici per ogni quesito e oggi piano piano li leggeremo e io vi risponderò con il nostro pensiero, vi spiegherò il perchè di questo nostro pensiero per rendervi liberi di valutare col cuore vostro e decidere se votare o no e come votare quesito per quesito.
 
Va bene? Procediamo.
 
Il primo quesito è se votare o non votare.
 
Non posso dirvi io cosa fare, queste sono vostre proprie decisioni perchè una partecipazione è un atto dovuto se, pensandoci insieme tutti noi fratelli, riteniamo che ad esempio il quesito referendario possa essere utile per esprimere collettivamente la valutazione su detto quesito. Per esempio, perchè votate? Molti di voi votano perchè ritengono che il voto possa riguardare il vostro futuro collettivo, pensate che ci sono differenze tra i vari schieramenti e guardando i programmi pensate che collettivamente sarebbe meglio uno schieramento o un altro; in modo simile potete ragionare se recarvi alle urne oppure no, a seconda se ritenete che questo referendum ha un'importanza per tutta la collettività oppure no, in questo caso la vostra decisione è di non andare a votare, nell'altro la vostra decisione sarà di andare a votare.
 
Molti dei vostri referendum negli ultimi anni hanno spesso carattere abrogativo ma con il tempo guarderei con piacere a referendum propositivi, vari progetti che appoggiando sull'istituzione dei referendum conducessero la vostra società promuovendo sempre nuove soluzioni per il benessere della collettività.
 
Se la vostra decisione è quella di andare a votare, allora vi troverete davanti delle schede colorate con un SI e un NO, una matita e tante domande a cui rispondere nel minor tempo possibile, senza parlare, senza confrontarsi. Questo è il vostro referendum, le domande devono essere comprese prima.
 
Procediamo
 
Quesito : Norme sui limiti all'accesso:
 
'Volete voi che sia abrogata la legge 19 febbraio 2004, n. 40, avente ad oggetto 'Norme in materia di procreazione medicalmente assistita', limitatamente alle seguenti parti: articolo 1, comma 1, limitatamente alle parole:' Al fine di favorire la soluzione dei problemi riproduttivi derivanti dalla sterilità o dalla infertilità umana'; articolo 1, comma 2:' Il ricorso alla procreazione medicalmente assistita è consentito qualora non vi siano altri metodi terapeutici efficaci per rimuovere le cause di sterilità o infertilità'; articolo 4, comma 1:' il corso alle tecniche di procreazione medicalmente assistita è consentito solo quando sia accertata l'impossibilità di rimuovere altrimenti le cause impeditive della procreazione ed è comunque circoscritto ai casi di sterilità o infertilità inspiegate documentate da atto medico nonchè ai casi di sterilità e infertilità da causa accertata e certificata da atto medico'; articolo 4, comma 2, lettera a, limitatamente alle parole: ' gradualità al fine di evitare il ricorso ad interventi aventi un grado di invasivita' tecnico e psicologico più gravoso per i destinatari, ispirandosi al principio della'; articolo 5, comma 1, limitatamente alle parole 'Fermo restando quanto stabilito dall'articolo 4, comma 1,'; articolo 6, comma 3, limitatamente alle parole: ' fino al momento della fecondazione dell'ovulo'; articolo 13, comma 3, lettera b, limitatamente alle parole: ' di cui al comma 2 del presente articolo'; articolo 14, comma 2, limitatamente alle parole 'ad un unico e contemporaneo impianto, comunque non superiore a tre'; articolo 14, comma 3, limitatamente alle parole 'per grave e documentata causa di forza maggiore relativa allo stato di salute della donna non prevedibile al momento della fecondazione'; nonchè alle parole: 'fino alla data del trasferimento, da realizzare non appena possibile'?
 
Abbiamo letto il lungo messaggio sugli articoli e commi. Il mio pensiero è che dovrebbe essere concessa prima di tutto alla donna e dopo al suo compagno, la possibilità di scegliere questa possibile soluzione per la realizzazione del sogno di avere un bambino. Ogni donna e ogni compagno sanno cosa significa desiderare un loro figlio e sanno anche che questa tecnica è invasiva e l'esito incerto, possibilità è libertà di scegliere, con l'informazione giusta alla coppia si mette in grado i singoli di decidere se fare ricorso o meno alla procreazione medicalmente assistita; a questo punto è giustissimo che sia proprio il medico a decidere il modo migliore per procedere in ogni singolo caso, perchè proteggere il bambino è compito del medico in questo caso e fare degli accertamenti che escludono delle patologie in quella cellula inseminata, è proteggere il futuro bambino. Miei fratelli io voterei certo 'SI', ma voi considerate la vostra libertà di esprimere e esercitare un ragionamento diverso dal mio.
 
Quesito: Divieto di fecondazione eterologa:
 
'Volete voi che sia abrogata la legge 19 febbraio 2004, n. 40, avente ad oggetto 'Norme in materia di procreazione medicalmente assistita', limitatamente alle seguenti parti: articolo 4, comma 3: 'È vietato il ricorso a tecniche di procreazione medicalmente assistita di tipo eterologo'; articolo 9, comma 1, limitatamente alle parole: 'in violazione del divieto di cui all'articolo 4, comma 3'; articolo 9, comma 3, limitatamente alle parole:' in violazione del divieto di cui all'articolo 4, comma 3; articolo 12, comma 1: 'Chiunque a qualsiasi titolo utilizzi a fini procreativi gameti di soggetti estranei alla coppia richiedente, in violazione di quanto previsto dall'articolo 4, comma 3, è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da 300.000 a 600.000 euro'; articolo 12, comma 8, limitatamente alla parola: ' 1,'?
 
Fratelli, mi dispiace per quelle coppie che hanno problemi nei loro corpi e non riescono a produrre ovociti e spermatozoi, ma per noi, quando è possibile che la vostra scienza vi possa mettere in condizioni di poter utilizzare i vostri propri corpi per realizzare il vostro desiderio, possibilità reali di successo, noi ci troviamo d'accordo, ma quando si ricorre al corpo di un'altra persona, o parte del corpo come uno spermatozoo, allora mi dispiace, noi non siamo più d'accordo, è una forma di sfruttamento e per sfruttamento noi intendiamo l'utilizzo improprio di ciò che non è concesso per fini privati, questo è sfruttamento, non è concesso che un corpo o parte di un corpo di un fratello venga utilizzato per fini che non riguardano quel fratello. È sfruttamento in questo senso, quel donatore non avrà niente per la sua donazione e nel caso riceva dei soldi in compenso, quella è prostituzione, vendita del proprio corpo, interesse egoistico di chi compra a prescindere dalla considerazione delle emozioni, del cuore, di chi si mette in vendita spesso per sopravvivere, è egoismo doppio perchè invece di aiutare si prende e si porta via una cosa così preziosa come la possibilità della vita, della propria creazione.
 
A questo quesito miei fratelli con forza io voterei 'NO', ma siete liberi, avete la stessa libertà che ho io di esprimere il vostro pensiero. Soltanto ragionate arricchiti del nostro pensiero.
 
Quesito: Libertà di ricerca scientifica
 
'Volete voi che sia abrogata la legge 19 febbraio 2004, n. 40, avente ad oggetto 'Norme in materia di procreazione medicalmente assistita', limitatamente alle seguenti parti: articolo 12, comma 7, limitatamente alle parole: 'discendente da un'unica cellula di partenza, eventualmente'; articolo 13, comma 2, limitatamente alle parole: ' ad essa collegate volte alla tutela della salute e lo sviluppo dell'embrione stesso, e qualora non siano disponibili metodologie alternative'; articolo 13, comma 3, lettera c, limitatamente alle parole: 'di clonazione mediante trasferimento di nucleo o'; articolo 14, comma 1, limitatamente alle parole: 'la crioconservazione è?
 
Quesito molto complesso, mi dispiace ma in questo caso non sono d'accordo che la scienza utilizzi gli embrioni per poter ricavare cellule staminali, ci sono altri importanti motivi per cui non sono d'accordo e questi importanti motivi riguardano il vostro uso della scienza, in questo preciso momento sono sicuro che questa abrogazione porterebbe molti più danni a tutti quanti i miei fratelli che benefici. D'accordo c'è libertà e gli scienziati hanno bisogno di questa libertà per continuare a conoscere e ad aiutarvi con i progressi, con le conoscenze raggiunte, ma fratelli, quanti di loro avrebbero un atteggiamento corretto nei confronti della vita non solo degli embrioni, ma verso tutti quanti voi?
 
Pochissimi in questo momento e gli altri? Stiamo già assistendo a creazioni innaturali, la ricerca deve essere sempre finalizzata ad aiutarvi, non finalizzata al successo nella creazione di uomini che poi come saranno? Quanti pericoli io vedo, troppi pericoli in questo momento e questo mi dispiace miei fratelli perchè in altre circostanze sarebbe molto utile questa sperimentazione, ma oggi vedo troppi pericoli. Mi dispiace miei fratelli, ma se fossi tra di voi io voterei 'NO', siete comunque liberi di accettare il mio pensiero, o meglio le mie tante preoccupazioni o meno, siete liberi, questa è la vostra libertà.
 
Quesito: Norme sulle finalità, sui diritti dei soggetti coinvolti e sui limiti all'accesso
 
'Volete voi che sia abrogata la legge 19 febbraio 2004, n. 40, avente ad oggetto 'Norme in materia di procreazione medicalmente assistita', limitatamente alle seguenti parti: articolo 1, comma 1:' Al fine di favorire la soluzione dei problemi riproduttivi derivanti dalla sterilità o dalla infertilità umana è consentito il ricorso alla procreazione medicalmente assistita, alle condizioni e secondo le modalità previste dalla presente legge, che assicura i diritti di tutti i soggetti coinvolti, compreso il concepito''; articolo 1, comma 2:' Il ricorso alla procreazione medicalmente assistita è consentito qualora non vi siano altri metodi terapeutici efficaci per rimuovere le cause di sterilità o infertilità'; articolo 4, comma 1:' il corso alle tecniche di procreazione medicalmente assistita è consentito solo quando sia accertata l'impossibilità di rimuovere altrimenti le cause impeditive della procreazione ed è comunque circoscritto ai casi di sterilità o infertilità inspiegate documentate da atto medico nonchè ai casi di sterilità e infertilità da causa accertata e certificata da atto medico'; articolo 4, comma 2, lettera a, limitatamente alle parole: ' gradualità al fine di evitare il ricorso ad interventi aventi un grado di invasività tecnico e psicologico più gravoso per i destinatari, ispirandosi al principio della'; articolo 5, comma 1, limitatamente alle parole 'Fermo restando quanto stabilito dall'articolo 4, comma 1,'; articolo 6, comma 3, limitatamente alle parole: ' fino al momento della fecondazione dell'ovulo'; articolo 13, comma 3, lettera b, limitatamente alle parole: ' di cui al comma 2 del presente articolo'; articolo 14, comma 2, limitatamente alle parole 'ad un unico e contemporaneo impianto, comunque non superiore a tre'; articolo 14, comma 3, limitatamente alle parole 'per grave e documentata causa di forza maggiore relativa allo stato di salute della donna non prevedibile al momento della fecondazione'; nonchè alle parole: 'fino alla data del trasferimento, da realizzare non appena possibile'?
 
Questo è un discorso molto interessante, quando una creatura acquisisce i suoi diritti? Al concepimento oppure quando nasce? Interessante dibattito. Per noi una creatura è tale quando a quel corpo è destinata un'Anima, in quel momento per noi un vostro corpo diventa persona; per noi è l'ingresso dell'Anima in quel corpo che la definisce persona, ma se questo per noi è semplice, ci rendiamo perfettamente conto che per voi è molto difficile catalogare persona o cosa un corpo. Spesso gli impianti di ovuli fecondati non si trasformano in corpi, di conseguenza anche nessuna Anima sceglie quel corpo. Per noi il corpo è l'involucro, quando definiamo persona, il corpo è visto come la possibilità per quell'Anima di sperimentare il movimento, la percezione con i suoi sensi, l'esperienza fra gli altri corpi. Quando l'Anima entra nel corpo? Nel corso della gravidanza inizia ad entrare e ad uscire fuori per sperimentare la sensazione fisica di compressione e per conoscere le condizioni della vita che la sta aspettando. In ogni caso solo quando un corpo è destinato a nascere allora scegliamo l'Anima per quella esperienza, è li che un corpo diventa persona. Miei fratelli anche a questo quesito mi sento che se fossi tra voi voterei 'SI' perchè una creatura acquisisce i suoi famosi diritti durante la gravidanza se c'è l'intenzione di portare avanti la gravidanza, e l'intenzione è il vostro indizio per comprendere se da noi, da questo Cielo, può essere stata assegnata un'Anima a quel corpo in costruzione.
 
Ecco fratelli come ho risposto alle domande sul vostro referendum sulla procreazione medicalmente assistita. Io spero tanto di avervi aiutato a comprendere il nostro punto di vista.
 
Miei fratelli, le donne ci hanno donato questi nostri preziosi fratelli, prendetevi tanta cura di tutti questi piccoli fratelli e aiutateli a crescere sempre nell'Amore e nella dolce speranza della costruzione di un mondo veramente migliore.
 
Vi bacio oggi come sempre
 
Il vostro fratello Gesù Cristo
 
Messaggio trasmesso dal Cielo il 01.06.2005
 
Titolo Inseminazione Artificiale A Proposito Di Inseminazione Artificiale
 
 

Stampa Email