Le Parole degli Angeli
Italiano  Inglese

Umanità

Atteggiamenti Verso Gli Altri E Il Creato Comprensione

Atteggiamenti Verso Gli Altri E Il Creato Comprensione
 
Miei dolci e amati fratelli e mie dolci e amate sorelle,continuiamo anche oggi a parlare dell'Amore e del rispetto.
 
Oggi affrontiamo una nuova comprensione necessaria, miei fratelli, ad orientarvi nel vostro percorso di crescita sulla strada dell'Amore perché comprendere è il passo necessario, unito alla vostra riflessione, per modificare i vostri atteggiamenti verso gli altri fratelli e il Creato tutto; questa comprensione è quella che permette di modificare i vostri atteggiamenti e modificare il vostro mondo rendendolo com'è oggi il Paradiso dal quale vi sto parlando.
 
Affrontiamo perciò l'argomento dell'Amore e del rispetto tra di noi fratelli.
 
Miei cari, oggi vi sorprenderò dicendo che prima di tutto ogni fratello può aiutarvi.
 
Siete sorpresi fratelli? Ma questa è verità.
 
Vi siete accorti che quando avete un problema, grande o piccolo che sia, parlando con i vostri fratelli, constatate che con il pensiero, molto più spesso di quanto pensiate, quel fratello vi propone una soluzione ottimale per risolvere il vostro problema? Molto spesso miei fratelli, tramite noi, giungono questi contatti, percorsi che si incontrano per aiutarvi, avete notato però che molto molto spesso questi fratelli rispondono al vostro invito comunicando il pensiero ma poi, fermi, aspettano che voi tutti facciate quanto necessario. In questo miei fratelli non c'è niente di male, ma forse, miei fratelli, non vorreste in quei momenti, in quelle situazioni, un maggiore aiuto? Ripensate alle tante situazioni che avete vissuto nel tempo, non è vero forse che avreste veramente preferito un aiuto maggiore per voi e per le vostre soluzioni? Alle volte bastava questo suggerimento fratelli per mettervi in grado di affrontare e risolvere quel determinato problema, mentre alle volte, il più delle volte, bastava essere insieme e quel problema più rapidamente avrebbe trovato soluzione.
 
Adesso miei fratelli pensate a tante altre volte quando sui vostri percorsi, fratelli vi hanno chiesto aiuto per un problema e voi avevate la soluzione, ripensate a quante volte invece di mettervi al loro fianco, avete solamente comunicato la vostra soluzione, lasciando che questi fratelli, secondo i loro tempi, si muovessero verso la soluzione da soli.
 
È Amore? riflettete.
 
L'impressione è di Amore, ma quanto Amore in effetti è stato impiegato per quel fratello?
 
Un Amore piccolo piccolo, com'è possibile?
 
Voi siete detentori di infinito Amore e ne avete donato così poco?
 
Sembra impossibile eppure è questa la realtà, detentori di un grande Amore che donate briciola dopo briciola e anche la vostra soddisfazione è briciola dopo briciola.
 
Giusto?
 
Conoscete forse la soddisfazione d'Amore nella condivisione donando qualche briciola?
 
Non è possibile provarla, sperimentarla dentro al vostro grande cuore, quel salto di gioia, quella soddisfazione, quell'esplosione d'Amore che è possibile proprio donando all'altro l'Amore infinito custodito nel cuore.
 
È tempo di assaggiare questi dolci frutti che l'Amore, come un'enorme pianta, vi mette a disposizione. Non pensate che dopo aver tanto imparato sull'Amore sia giunto il tempo di sperimentare il Paradiso nel cuore vostro? Queste sono scelte miei fratelli, per assaggiare il dolce zucchero che produce il vostro Amore, dovete mettere tutto il vostro Amore a disposizione degli altri fratelli.
 
C'è forse soddisfazione ad aiutare gli altri fratelli? Ad aiutarli con le parole ma anche con i fatti? Costruire fianco a fianco le risposte, le soluzioni ai problemi dei vostri fratelli? Portare tra le vostre braccia un fratello e aiutarlo con questo vostro meraviglioso Amore?
 
Non c'è gioia più grande e nel Paradiso vedeste l'orgoglio, la soddisfazione di aiutare tutti voi da quassù oggi e la soddisfazione, miei fratelli, di aver aiutato altri fratelli quando si era in vita dentro al corpo fisico.
 
Riflettiamo adesso sul perché aiutare gli altri non solo con le nostre parole ma con i fatti.
 
Fratelli, siamo tutti fratelli tra di noi, non è il sangue che ci definisce fratelli, ma fratelli siamo nello Spirito in quanto nati, creati, dallo stesso Padre, il Padre di noi tutti, Amore.
 
Questa condizione di essere stati generati da Colui che tutto ha creato utilizzando il suo stesso grande Amore, ci rende, fratelli, fratelli nell'Amore e nell'Amore c'è il nostro scambio, nell'Amore il nostro riconoscimento, nell'Amore il nostro unico scopo, nell'Amore il Tutto e il Tutto è Amore.
 
Fratelli, riflettete, il Paradiso è consapevolezza di essere diversi ma uniti dalla somiglianza con il Padre, Amore siamo noi tutti e Amore è nostro Padre.
 
Adesso fratelli, come Spirito, quassù ci riconosciamo tutti fratelli, nello Spirito il nostro affetto e Amore …. possibile che questa conoscenza si perda proprio nel contatto con la dimensione della terra, finisca mentre inizia l'avventura dentro il corpo fisico?
 
È possibile perché l'Amore vuole il riconoscimento incondizionato del proprio essere Amore, non ci sono condizioni necessarie a questo riconoscimento, perché già siamo da sempre infinito Amore, ma l'esistenza è continua riscoperta di questo infinito Amore, che oggi vi parla, che oggi è ascoltato, che noi siamo e che siete voi tutti.
 
Fratelli, perché state ascoltando? L'Amore nei vostri cuori è identico a quello del mio cuore, perché mi ascoltate con tanta attenzione, con tanto affetto, con tutto il vostro Amore?
 
Impossibilità, disperazione, valanghe di problemi, insicurezze, tensioni fra fratelli, forse mi ascoltate per rispondere a questa domanda 'Se io sono Amore e gli altri sono Amore, è possibile questo disastro che vedo tutto intorno a me?'
 
Questo vi spinge oggi, molto più di ieri a domandarvi tutto questo; la consapevolezza è aumentata e vi sembra sempre più impossibile concepirvi tutti detentori di immenso Amore, ma miei fratelli, mettete da parte le domande e cominciate a sentirvi e a comportarvi in sintonia con l'Amore infinito che custodite proprio dentro di voi, miei fratelli vi prego, liberate il vostro immenso Amore e riuscite a essere nella vostra esperienza nel corpo fisico sulla terra, come siete tutti quanti in questo Paradiso, siate costantemente consapevoli di essere Amore, amorevoli perché siete Amore, giusti perché siete Amore, sempre disponibili perché siete Amore, sempre rispettosi perché siete Amore, tutti fratelli perché siete Amore, tutti innamorati tra di voi perché siete Amore, sempre a disposizione per aiutare perché siete Amore, sempre disponibili a qualsiasi richiesta perché siete il vostro Amore infinito.
 
Per oggi vi lascio miei fratelli, l'Amore di vostro fratello Gesù vi ha donato tutto quello che il cuore gli ha consigliato e il mio aiuto sempre ma proprio sempre voi avrete miei fratelli perché il vostro fratello Gesù vi inonda con questo suo Amore, lasciando neppure una briciola dentro il cuore suo e quanta soddisfazione ho proprio dentro al mio cuore consapevole di essermi donato a voi tutti completamente.
 
Vostro fratello Gesù consapevole di essere, come voi, infinito Amore
 
Messaggio trasmesso dal Cielo il 18.09.2005
 
Titolo Atteggiamenti Verso Gli Altri E Il Creato Comprensione
 
 

Stampa Email