Le Parole degli Angeli
Italiano  Inglese

Umanità

Incarnazione I Progetti Concordati In Cielo Prima Dell'Incarnazione

Incarnazione I Progetti Concordati In Cielo Prima Dell'Incarnazione
 
Continuiamo miei amati fratelli e mie amate sorelle, il discorso sull'incarnazione.
 
Oggi se é possibile vorrei parlare dei vostri progetti concordati con noi in questo Cielo prima dell'incarnazione.
 
Miei fratelli, tanti aspetti ho intenzione di chiarirvi ed é per questo che non so se saranno necessari ulteriori messaggi, cominciamo subito.
 
I progetti é utile ripeterlo, riguardano la vostra sperimentazione come Spirito, come Spirito incarnato in un corpo fisico, come occasione di contatto, di riconoscimento del proprio essere Spirito, Amore, nonostante l'assenza di percezione dello Spirito stesso.
 
Come vi ho insegnato, l'incarnazione come occasione, regalo del Padre, per permettere il riconoscimento, si basa su un progetto concordato qui nel Cielo.
 
Se vi ricordate vi avevo accennato che quasi tutti, attualmente, scegliete ancora progetti per sfidare voi stessi nel vostro essere Amore, piuttosto che scegliere vie dolcissime con cui sperimentarvi.
 
Qui nel Cielo, ricordate, potete contare sempre sul nostro aiuto continuo, nel rispetto però, delle scelte che voi stessi avete compiuto per le vostre incarnazioni.
 
Ad esempio una 'dolcissima via' per aiutarvi a comprendere cosa intendo io con il termine 'dolcissima via' é quella di scegliere l'Amore come occasione di aiutare gli altri fratelli liberamente senza troppi problemi economici che possano disturbarvi; 'dolce via' potrebbe essere abbracciare interamente un preciso progetto per portarlo a termine nell'interesse di tutti noi figli, senza che accadimenti della vita possano disturbare quel progetto portandoci ad abbandonarlo nel corso della vita; ancora 'dolce via' potrebbe essere dedicare la vita alla sperimentazione dell'Amore dedicato agli altri in una condizione per sempre lieta e per sempre felice.
 
Nonostante questi nostri consigli sulle vie dolci dell'incarnazione, ancora troppo spesso noi assistiamo voi fratelli che scegliete percorsi complicati e arricchite il vostro percorso complicato scegliendo occasioni in cui mettete la sfida un secondo più tardi di un evento molto favorevole per il vostro progetto di riconoscimento; il dubbio e la sfiducia sono tra le sfide più comuni; anche la sfida di altre persone di opposti pensieri sono assai comuni e i vostri progetti specie fuori dai progetti comunissimi sulla vostra terra, vengono sfidati in continuazione e anche questo é molto comune come programmazione.
 
La sfida poi continua nella scelta di varie patologie non supportati dall'Amore, dall'aiuto di altri fratelli o di progetti impossibili per un'Anima al vostro livello di evoluzione perché é impossibile miei fratelli per chi sta ancora crescendo nella sua consapevolezza, accettare tante sfide che solo un'Anima completamente evoluta potrebbe portare a termine.
 
Perché queste sfide? Perché vi sfidate quasi sempre per poi ritrovarvi dal principio della vostra incarnazione con fratelli che non possono darvi quel sostegno necessario alla realizzazione dei vostri tanti progetti? Perché impiegate tante persone per disturbare i vostri progetti, invece di circondarvi di persone che possono aiutarvi, insistendo, a realizzare proprio il vostro progetto?
 
Noi assistiamo continuamente a queste scelte, perché non ci ascoltate?
 
Sull'esperienza vi posso dire quello che vedo nei cuori, speranza, una grossa speranza di riuscire ad affermare il vostro Amore nonostante tutto.
 
In parte, l'essere in Paradiso, il vederlo, il vedere voi stessi come Spirito, come Amore in voi e nei vostri fratelli, ha la sua responsabilità.
 
Vedere quanto usiamo il tempo per aiutarvi, per trasmettervi le parole che vi incoraggino, che vi confortano, vedere questa disponibilità del Cielo nei vostri confronti, ha anche questo una sua responsabilità, ma nonostante i consigli che sulla terra molte informazioni scompaiono agli occhi del corpo fisico, voi scegliete lo stesso le sfide, perché agli occhi, in quel momento, del vostro Spirito, voi vi riconoscete completamente come Spirito, Amore, e pensate che questa consapevolezza sia davvero e fortemente cementata dentro voi stessi. E il consiglio diventa drammatizzazione agli occhi vostri e anche se vedete con gli occhi dello Spirito ai tanti fratelli che sono sulla terra e notate la grande, enorme difficoltà nel riconoscersi Spirito, pensate che quei fratelli hanno dimenticato e che a voi la possibilità della ricerca non mancherà mai. E tutti quanti fratelli programmate ricerca ma non é sempre sufficiente programmare la ricerca perché la ricerca va perseguita e nasce dal cuore la ricerca della verità e se non c'é contatto con il cuore come la ricerca verrà realizzata?
 
Ma qui siete tutti convinti che é veramente impossibile non accorgersi del cuore e in effetti questi fratelli hanno ragione, é veramente impossibile non accorgersi del proprio cuore, del proprio affetto, dell'affetto degli altri fratelli, ma qualcuno di voi fratelli, che state compiendo la vostra ricerca, ha sperimentato quanto é difficile ascoltare il proprio cuore come manifestazione del vostro essere Spirito. Quando si comprende ogni manifestazione d'Amore come manifestazione del vostro essere Spirito, la ricerca può essere raggiunta, molti dati, molte informazioni aiutano da quel momento a prendere coraggio nello sperimentarsi come Spirito, come Amore e la crescita procede molto rapidamente da quel momento, ma ascoltare il proprio cuore come manifestazione del proprio essere Spirito é senza dubbio molto semplice ma può essere molto complicato.
 
E basta uno sguardo intorno a voi per dar ragione all'espressione 'molto complicato'.
 
Perché miei fratelli?
 
I signori di potere sulla terra non hanno cuore? Chi comanda, chi sceglie per il collettivo, non ha cuore? Chi combatte sulla terra non ha cuore? Chi uccide, chi violenta, chi sfrutta, chi umilia, chi picchia non ha cuore?
 
No fratelli, anche il più cattivo degli esseri umani ha un cuore, é anch'esso Spirito in un corpo fisico, solo non comprende che mettere Amore o non mettere Amore non é una scelta dettata dallo Spirito (dallo Spirito la scelta é solo d'Amore), ma una constatazione mentale dell'osservarsi intorno. Perché dovrei essere Spirito, Amore, quando gli altri mi rispecchiano che lo Spirito, l'Amore non esistono?
 
É questo dunque il pensiero, che a tanti livelli vi coinvolge, che trasforma una creatura nata dall'Amore in una persona che non ascolta più il suo cuore, il suo Spirito, la sua Essenza, che non riconosce più la sua grande natura.
 
Quante, quante volte miei amati fratelli e mie amate sorelle, questi stessi pensieri sono stati a volte i vostri stessi pensieri? Numerose, veramente numerose volte e se oggi siete qui, ad ascoltarmi, é perché la vostra sfida l'avete completamente superata ed é per questo miei fratelli che dovete essere orgogliosi di voi stessi, perché fratelli il vostro esempio può essere di aiuto a tanti vostri fratelli che guardandosi intorno adesso possono vedere, si certo il non-Amore, ma possono vedere anche l'Amore espresso da voi tutti, raggi d'Amore che rischiarano e aprono alla speranza della riscoperta del cuore anche dentro di loro, alla riscoperta del loro essere Spirito, alla riscoperta della loro vera natura, l'Amore da sempre dentro ai cuori di tutti noi fratelli.
 
E mentre continuate la vostra preziosa ricerca, vedeste con i miei occhi, dei fari state diventando per tanti, dei fari che hanno il potere di ricordare ai fratelli di essere Amore e uniamoci fratelli nel nostro Amore, dalla terra e dal Cielo illuminiamo di speranza e di certezza tutta la terra, abbracciamoci forte, forte, forte e apriamo una mano ai fratelli per accoglierli con compassione alla ricerca dell'Amore dentro ai loro cuori.
 
Dentro ai cuori una scintilla si accende, alimentate con il vostro dolcissimo Amore l'Amore nei vostri fratelli.
 
Con Amore restiamo così vicini, per il mio cuore é così bello che per sempre io starei così con voi tutti, abbracciato e abbracciati nell'Amore
 
Vostro fratello Gesù Cristo, per sempre vostro fratello Gesù Cristo
 
Messaggio trasmesso il 08.01.2006
 
 
Titolo   Incarnazione I Progetti Concordati In Cielo Prima Dell'Incarnazione
 
 

Stampa Email