Le Parole degli Angeli
Italiano  Inglese

Miracoli

Come Uscire Dalla Droga Voglio Uscire

Come Uscire Dalla Droga Voglio Uscire Dalla droga

 

Come Uscire Dalla Droga Voglio Uscire

 

Mi chiamo Andrea e sono nativo di Caltagirone, vicino Catania, mio padre impiegato postale e mia madre impiegata comunale.

 

Sin da piccolo,sono andato in chiesa e ho ricevuto tutti i sacramenti che vengono conferiti: battesimo, confessione, comunione, cresima e matrimonio.

 

Ad un certo punto della mia vita, all’età di 12 anni, è avvenuta dentro di me una trasformazione, ho iniziato a manifestare una certa ribellione, sia interiore che esteriore. Ho iniziato a fumare sigarette e droghe leggere (hascish, mariwana, alcool e psicofarmaci).

 

Fino a 18 anni sono andato avanti così, spacciando nelle piazze del mio paese e ogni tanto venivo arrestato per furto. Poi ho iniziato ad usare Eroina per via endovenosa e ne facevo un uso giornaliero.

 

All’età di 21 anni sono entrato in una comunità e ci ho trascorso ben due anni della mia vita; a quell’età, mi era nata già mia figlia Christine, che praticamente, non ho visto crescere i primi anni della sua vita per via della comunità. Poi sono uscito e ho iniziato una nuova vita, ma a 25 anni, ho iniziato ad usare la Cocaina, ma non più una volta al giorno, ma mi facevo in vena una media di 10/15 volte al giorno. In quel periodo era nato l’altro mio figlio, Daniel.

 

Questa sostanza mi ha portato a vendere una falegnameria che mi andava benissimo, ho ridotto la mia famiglia anche senza mangiare, i miei figli a volte per mancanza di luce si lavavano con l’acqua freddissima. In tutti questi anni, ho provato tante altre volte a smettere. Sono ritornato di nuovo in quella comunità per altri 6 mesi, ma neanche dopo 1 anno che uscii, sono ricaduto. E poi,sono stato a fare sedute con psicologi, psichiatri, sono andato anche dai preti perché ero convinto che ero posseduto .... ma niente!!

 

Ad Agosto 2011, ero arrivato ad un punto che non ero mai arrivato nella mia vita.

 

In quello stesso periodo, ho fatto un sogno, ed era questo: mi trovavo in una immensa distesa di prato verde e in lontananza, vedevo una persona e la vedevo piccolissima. Questa persona, ha avuto i miei stessi problemi di tossicodipendenza, ma già da 10 anni viveva nella fede in Gesù Cristo. Io lo conoscevo solo di vista, ma non avevo avuto mai a che fare con lui. Nel sogno mi parlava e mi diceva delle parole di conforto: “Stai tranquillo, stai sereno, si sistemerà tutto”.

 

Sentivo la sua voce come se era accanto a me. Poi d’improvviso, tutta quella distanza fu accorciata e me lo ritrovai davanti a me e continuava a confortarmi.

 

La notte seguente, mi sono sognato che ero nello stesso prato verde, ma, anziché essere all’inpiedi, ero disteso e guardavo il cielo e sentivo solo una voce che mi diceva: “Devi iniziare a pregare, devi iniziare a leggere una Bibbia, devi avvicinarti in una chiesa”. A tal punto che quando mi sono svegliato, ho acceso il computer e ho cercato di comprare una Bibbia on-line, ma, vedendo che costava 20 euro, decisi di abbandonare l’idea.

 

In quei giorni,il dolore è stato molto forte, la disperazione ormai era troppa e la voglia di uccidermi era ormai il mio chiodo fisso. Il 2 settembre,decisi di lasciare mia moglie e i miei figli, che già erano a Padova da 1 anno e volevo tornare giù in Sicilia per suicidarmi nella mia casa.

 

Salutai mio figlio e mia figlia dicendogli queste parole: figli miei, quest’oggi io me ne andrò e non ritornerò più con voi, perché voglio estirpare questo cancro e liberarvi.

 

Ricordo che durante il viaggio di ritorno in macchina, ci sono stati dei momenti di forte disperazione e dolore, che mi portavano a piangere fortissimo e ad aprire il finestrino e gridare con tutte le mie forze e con tutto il cuore: “Signore Dio, o mi salvi ora in questo momento o toglimi la vita,perché non ce la faccio più a vivere così”.

 

Arrivai a Caltagirone e fui accolto da mio padre, che vedendomi nello stato in cui ero (58 Kg, ero 12 chili in meno di ora che sono 70 chili) neanche mi salutò, ma mi fece una domanda secca: cosa sei venuto a fare qua? E io gli risposi con tutta sincerità: sono venuto per uccidermi a casa mia.

 

Qualche giorno dopo però, per il mio compleanno, il 14 settembre, su facebook, mi arrivano gli auguri di buon compleanno da parte di tutti i miei conoscenti e, in mezzo, c’erano anche gli auguri da parte di Maurizio, il ragazzo che mi ero sognato, e mi scrive: “Andrea, tanti auguri di buon compleanno e che DIO ti benedica”.

 

Io non riuscii a restare indifferente a quel messaggio e gli risposi dicendogli che gli avrei voluto parlare. E lui, subito pronto, mi disse: “Quando vuoi”. E ci siamo incontrati subito dopo.

 

Anche se non ci conoscevamo, io gli raccontai tutta la mia vita in tutti i particolari. Quando finii la mia domanda fu "Cosa devo fare? io non so se supererò anche questa notte" e lui mi disse che ci dovevamo mettere in preghiera subito.

 

Io non credevo ormai più a niente, neanche all’esistenza di un Dio, ma ricordo che chiusi gli occhi e con tutto il mio cuore ho iniziato a parlare con Gesù come se fosse accanto a me e gli iniziai a chiedere perdono di tutti i miei peccati e poi gli ho chiesto di entrare nel mio cuore, liberarmi e diventare il Signore della mia vita.

 

Il pianto e le grida furono fortissimi, ma in quello stesso momento, sentii che ero stato liberato. Subito dopo, ho provato un senso di pace che non avevo mai sentito nella mia vita. Ero nato di nuovo !!

 

Da quel giorno ad oggi non ho più usato nessun tipo di droga, psicofarmaci, metadone, alcool ... niente di niente!!

 

Iniziai a leggere la Bibbia la sera stessa e questo mi faceva e mi fa ancora ora sentire bene, mi dà una grande pace interiore e una gioia costante.

 

Qualche giorno dopo, nel Vangelo di Marco capitolo 11 versetto 24 lessi: “Tutto quello che domandate nella preghiera, credete di averlo già ottenuto e vi sarà dato” e decisi di mettermi in preghiera e, parlando con il SIGNORE, gli dissi questo “Signore, se sei così potente come sta scritto qua, io ti chiedo di aiutarmi a togliermi il vizio della sigaretta, ma con un particolare, che non debba soffrire la mancanza e non mi debba rendermi nervoso.” In quel periodo ne fumavo all’incirca 40 al giorno.

 

La mattina seguente provai a fumarmi una sigaretta,e ne riuscii a fumare solo mezza e poi buttai via quella e tutto il pacco, con la certezza di non riprenderlo mai più. Ero stato liberato anche dalla sigaretta!!

 

Giorno dopo giorno il SIGNORE mi sta cambiando il mio modo di pensare, le mie azioni e il mio modo di vivere. Mi ha riunito di nuovo con mia moglie e i miei figli; le nostre ferite sono state completamente guarite, ma in modo particolare, la gioia mia più grande è che ora ho trovato lo scopo della vita: aiutare gli altri a trovare la pace e la gioia, in modo particolare, tutti coloro che usano droghe, alcool, ecc ... tutti coloro che hanno una forte sofferenza nel cuore.

 

Questa è solo una piccola parte di quello che mi è successo nella mia vita, perché se entrassi nei particolari non finirei più e poi, in questi tre anni che vivo nella fede, ho visto così tanti di quei miracoli che potrei scrivere fino a sei giorni di seguito.

 

Come Uscire Dalla Droga Voglio Uscire Dalla droga è la testimonianza di Andrea

 

Come Uscire Dalla Droga Voglio Uscire Dalla droga

 

Come Uscire Dalla Droga

 

www.leparoledegliangeli.com

 

Stampa Email