Le Parole degli Angeli
Italiano  Inglese

Premorte

Esperienze di un'altra realtà Storie NDE

Esperienze di un'altra realtà Storie NDE testimonianze

 

Esperienze di un'altra realtà Storie NDE

 

E una lunga storia, ma visto quante altre storie NDE simili alla mia ci sono, immagino che un giorno o l’altro io debba scriverla. Intanto brevemente, ci è voluto dai miei 17 ai miei 50 anni per farmi un’idea obiettiva con un po' di aiuto dai libri di ogni religione, articoli e internet, quest’ultimo è stato il miglior modo per rendermi conto che non sono sola!

 

La prima volta che ho avuto l’esperienza di un’altra realtà avevo 17 anni; stavo partorendo (lo so, ero un po' giovane) ma avevo delle convulsioni. Smisi di respirare. Comunque, quando mi risvegliai, terribilmente assetata, l’infermiera mi portò dell’acqua ed era come bere la vita stessa. Dissi all’infermiera che non avevo paura di morire. Mi chiese come mai e le risposi che ero stata in un’altro posto. Provai a spiegarle ma non trovavo le parole,ma nella mia mente, ricordavo di essere stata in una camera grigia con altre persone. Sembrava una sala d’attesa. La gente si avvicinava. Ne ho riconosciuti alcuni come probabilmente facenti parte della famiglia, ma non li conoscevo. Tuttavia, loro conoscevano me.

 

Ricordo un meraviglioso sentimento d’amore e calore, verità e premura. C’era un sentimento incondizionato di completezza e volevo restare con questa gente. Non si parlava usando parole perché c’era una specie di comprensione telepatica. La cosa più importante che mi dissero era che dovevo tornare indietro. Li pregai e cercai di convincerli. Semplicemente mi era impossibile immaginare di dover lasciare questo sentimento di totale amore e calore ma loro insistettero, “Devi tornare indietro, hai delle cose da fare”.

 

Mi sono quindi ritrovata nel mio corpo di nuovo, con tutto il dolore e il disagio del travaglio. Era il 1969.

 

Ho avuto svariate esperienze spirituali dopo di questa. Essendo giovane con un marito e degli amici altrettanto giovani, si andava a delle feste. In particolare ad una festa a casa mia qualcuno portò dei dolci che non erano normali. Quale che sia stata la sostanza contenuta nel mio dolce, stavo ridendo e tutto a un tratto mi sono ritrovata con un uomo con un mantello con cappuccio che mi parlava.

 

Aveva una barba grigia. Mi ricordo che sembrava molto gentile e mi stava ponendo delle domande. Poi ho visto un’immagine davanti a me. Era un motivo. Lo guardai attentamente, era un arazzo. Potevo vederne la trama. Quest’arazzo ero io. Lo sentivo. L’uomo con la barba mi esortò a guardare più da vicino. Quando lo ingrandii fino a veder ogni punto colorato, mi sono vista in una scena della mia vita. Mi stavo guardando in una situazione passata e ogni scena mi mostrava come le mie azioni avevano influito sugli altri.

 

Cominciai a vedere tante scene in cui ero stata egoista, avara, crudele, calcolatrice, irresponsabile e cominciai a vergognarmi completamente, era un sentimento travolgente di tristezza per il mio comportamento verso gli altri. Quindi l’uomo gentile mi tirò fuori dalla mia sofferenza e disse “Hei, non è tutto cattivo” e visitammo altre parti del motivo e altri eventi rivisti come in un video. Vidi scene in cui sentivo che andava bene. Ero stata gentile, disponibile, affettuosa e divertente, e tante altre cose che mi fecero sentire che non era così male. Quindi mi mostrò l’altro lato dell’arazzo. C’erano tanti fili sciolti, sembrava un po’ disordinato. Glielo feci notare e l’uomo “E’ così perché non è ancora finito."

 

Quando mi svegliai, pensai di essere stata via per giorni ma non poteva essere durato più di qualche minuto. Questo accadde quando avevo 18 anni. Ora so il senso dell’arazzo della vita.

 

Esperienze di un'altra realtà Storie NDE è raccontata da Vivian

 

 

 

Esperienze di un'altra realtà Storie NDE

 

Esperienze di un'altra realtà

 

www.leparoledegliangeli.com

 

Stampa Email