Le Parole degli Angeli
Italiano  Inglese

Premorte

Esiste un'altra dimensione

Esiste un'altra dimensione che chiamiamo paradiso e io ci sono stata

 

Esiste un'altra dimensione

 

Lavoravo come capo infermiera in ospedale, dalle 3 alle 11 era l'orario del mio turno quel giorno e stavo portando le cartelle con le radiografie dei nostri pazienti.

 

Stavo provando dei dolori atroci nella pancia. Sapevo che qualcosa di terribile stava accadendo nel mio corpo perchè durante gli ultimi sei mesi il dolore stava aumentando sempre di più. Quella sera, il dolore era quasi insopportabile.

 

Si dice che le infermiere sono i peggiori pazienti. Mi piacerebbe vedere qualcuno con gli stessi dolori proseguire nel suo lavoro; in più mi auto prescrivevo medicine. Pochi anni prima mi avevano diagnosticato una malattia dell'intestino crasso ma i dolori che provavo erano diversi questa volta.

 

Avevo preso appuntamento col medico per il giorno dopo ma non sono potuta andare visto che sono andata a finire al Pronto Soccorso piegata in due dal dolore. Non potevo più andare avanti. Hanno tentato esami ma senza trovare ciò che cercavano. Poi mi hanno portato in chirurgia.

 

Prima di essere addormentata, durante la preparazione, ho pensato "Oddio, sto per morire" era la prima volta che avevo un pensiero così. Anche se il mio corpo ha ricevuto l'anestesia io in realtà non ho mai perso conoscenza, ero sempre cosciente, mi sentivo molto distacca anche da tutto ciò che stavano facendo sul mio corpo e ho cominciato a salire.

 

Salire mi sembrava molto naturale. Ero in una galleria e ho preso consapevolezza della presenza di due entità maschili accanto a me, chi si accompagnavano a me durante la mia ascensione.

 

Di colpo ho visto la mia nonna paterna, risplendente e luminosa, con la sua luce veniva verso di me, il viso entusiasta, le mani tese verso di me. Stava sorridendo. Era come una nebbia o una nuvola di luce che veniva verso di me. Le sue mani sembravano voler raggiungere le mie.

 

In un certo senso ero molto sorpresa e ho detto "Nonna, che fai qui?" Era morta da tanti anni. Qualcuno, uno dei Angeli, ha detto "No, Rachele" (e con il pensiero mi ha detto che se toccavano la sua mano non sarei più potuta tornare indietro. Era come se nonna fosse stata bloccata da un muro invisibile. Ma io ho chiesto "Perche no?" e mi hanno risposto "NO" con modo insistente e serio ma con amore "No, devi tornare" e ho chiesto "Perché?" Volevo andare oltre quel muro invisibile ma sono stata arrestata.

 

Poi mi è giunta la voce di mia nipote di tre anni che mi diceva "Non dirci arrivederci nonna. Non partire". Mi sono sentita proiettata nel proprio corpo e mi sono svegliata in rianimazione con tubi dappertutto. Mi hanno raccontato dopo che i chirurghi hanno detto ai miei fratelli e sorelle che la sola cosa che potevano fare era pregare, mi avevano trovata molto più grave di quanto pensassero e molta indebolita.

 

Le previsioni non erano buone. Avevano tolto un tumore della dimensione di un pompelmo. Era canceroso ed avevano tolto una grande parte degli intestini. Mi davano tre mesi di vita (me l'ha detto più tardi la famiglia).

 

Per altre tre o quattro volte ho lasciato ancora il mio corpo quel giorno, gli Angeli mi hanno detto che non avevo il cancro e mi hanno permesso di guardare le mie cellule.

 

Quando sono stata dimessa e sono tornata a casa, mia figlia mi ha raccontato che a un certo punto quel giorno dell'operazione, mia nipote che stava giocando all'improvviso si è fermata e a voce alta ha pronunciato in camera sua "Non dirci arrivederci nonna. Non partire" e mia figlia l'ha sentita; quelle sono le parole che io stessa ho sentito e che hanno segnato il mio ritorno nel corpo.

 

So che le scienze empiriche tentano di attribuire queste storie ai neurotrasmettitori nel cervello ecc., mi sono spesso fatta questa domanda essendo studentessa con formazione scientifica ma so che è falso perchè senza dubbio c'è una dimensione diversa da questa e la chiamiamo paradiso e io ci sono andata.

 

Esiste un'altra dimensione che chiamiamo paradiso e io ci sono stata è il racconto fatto da Rachele

 

 

 

Esiste un'altra dimensione che chiamiamo paradiso e io ci sono stata

 

Esiste un'altra dimensione

 

www.leparoledegliangeli.com

 

Stampa Email