Le Parole degli Angeli
Italiano  Inglese

Premorte

Rivedremo i nostri cari dopo la morte

Rivedremo i nostri cari dopo la morte

 

Rivedremo i nostri cari dopo la morte

 

Era domenica mattina e mi ero svegliato verso le 10 e 30 e avevo in programma di lavare tutti i miei vestiti sporchi; li raccolsi dal pavimento del soggiorno e della camera e poi mi recai alla lavanderia; c'era gente e così lasciai le mie cose e ritornai a casa, deciso a farmi un bel bagno caldo.

 

Sono rimasto ben 45 minuti nell'acqua calda intento a leggere il giornale; dopo il bagno mi sono sistemato e ho sistemato un po' la casa.

 

Verso le 15 ho iniziato a sentirmi male, ho chiamato a casa di un'amica ma in quel momento lei era al computer e quindi si è avviata la segreteria telefonica.

 

Poi .... ricordo di essere stato ai piedi del mio letto mentre mi guardavo e vedevo il telefono cadere dalla mia mano e ho pensato "Ecco, questa è la cosa più stupida che io abbia mai fatto: non ho chiamato i soccorsi" ma di fatto i soccorsi furono chiamati e di questo posso solo ringraziare Dio.

 

Sette minuti più tardi, infatti, il Corpo dei Vigili del Fuoco ha rotto la mia porta e mi hanno trovato morto di lato al letto, cadendo avevo colpito il supporto della televisione, avevo sbattuto la mascella e mi si era rotto un dente, ma non stavo sanguinando perchè il mio cuore aveva smesso di battere.

 

Hanno agito su di me con un defibrillatore tante e tante volte, sia a casa sia quando mi hanno trasportato in ospedale.

 

La mattina ebbi un nuovo attacco cardiaco ma .... mentre stava succedendo questo a me, a duecento chilometri di distanza anche mio nonno ebbe un infarto nello stesso momento; entrambi eravamo stati soccorsi il giorno prima e tenuti in vita durante la notte, poi ad entrambi il nuovo attacco cardiaco la mattina.

 

Ed è in questo momento che ho avuto la mia esperienza NDE.

 

Non c'era un tunnel di luce, non ho visto nessun tunnel di luce, come si legge in altre testimonianze, io mi trovai solo su una distesa di luce bianca; in lontananza alla mia destra c'era quella che sembrava essere l'ombra di una grande quercia con un grande gruppo di persone ai piedi dell'albero, mi avvicinai.

 

Come mi sono avvicinato a questo gruppo ho riconosciuto le persone in piedi, quelle che erano davanti nel gruppo ... ho visto mia nonna, un mio grande zio, una mia prozia, un'altra mia prozia e suo marito, poi c'era una donna che era stata come una nonna per me e mia sorella e poi altre persone che sapevo di conoscere ma alle quali in quel momento non riuscivo a dare un nome.

 

Ho provato a parlare con loro, ma tutto quello che mi hanno detto e stato "Non stiamo qui aspettando che tu torni a casa" .... ho parlato con la maggior parte di queste persone e tutti hanno detto la stessa cosa "Non stiamo qui aspettando che tu torni a casa" .... poi l'ultima cosa che ricordo, di lato ho sentito la voce di mio nonno, non l'ho visto, ho solo sentito la sua voce dire "Sei il ragazzo più fortunato che conosca".

 

Tre giorni dopo, mi sono svegliato in ospedale con mia madre e mia sorella in piedi del letto.

 

Mia madre ricorda che la prima cosa che le chiesi fu una cosa del mio lavoro mentre la seconda domanda riguardava mio nonno, ma lei evitò di rispondermi perchè i dottori le avevano detto di non dirmi subito che nonno era morto due giorni prima per non crearmi turbamenti, perchè questo è successo: durante l'attacco cardiaco che io e nonno abbiamo avuto contemporaneamente quel mattino, io ho avuto l'esperienza NDE che vi ho raccontato, lui invece è morto.

 

Rivedremo i nostri cari dopo la morte sono esperienze di Domenico

 

 

 

Rivedremo i nostri cari dopo la morte

 

Rivedremo i nostri cari

 

www.leparoledegliangeli.com

 

Stampa Email