Le Parole degli Angeli
Italiano  Inglese

Premorte

Dopo la morte ci si incontra

Dopo la morte ci si incontra esperienze vere

 

Dopo la morte ci si incontra

 

Ero un'adolescente e sono stata in coma per sette giorni per encefalite; è durante questo stato che ho avuto la mia NDE; ero giovane e non sapevo nulla di quello che mi stava succedendo in ospedale, oggi ho ben altre conoscenze.

 

La mia NDE è iniziata con il tunnel, era una luce bianca, morbida, soffusa e luminosa, ed è nel tunnel che ho cominciato a provare una sensazione di pace, calma e serenità (devo ancora trovare sulla terra quel tipo di serenità che ho sperimentato nel tunnel, la sto ancora cercando).

 

Alla fine del tunnel ho incontrato mio fratello (me lo ha detto dopo); questo ragazzo indossava jeans e una felpa rossa e mi ha salutato, poi mi ha spiegato chi era, mio fratello che era morto cinque anni prima che io nascessi.

 

Ero eccitata, elettrizzata, avevo chiesto di avere un fratello dall'età di tre anni ed ora avevo un fratello. Ero veramente elettrizzata anche se mi sentivo contemporaneamente molto attenta e consapevole.

 

Eravamo in un posto che era allo stesso tempo bello ma semplice, era tutto bianco, senza vero colore, c'erano giardini, ci sedemmo su quelli che sembravano mobili da giardino (penso che fosse un primo livello del paradiso) e ci mettemmo a parlare, gli posi tante domande, gli chiesi anche se Dio esistesse, ma non ricordo tutto quello che ci siamo detti e non ricordo tutte le sue risposte, ma ricordo che mi ha detto che si, Dio esisteva.

 

Provavo una incredibile pace o piacevolezza, una gioia incredibile, mi sentivo unita o in accordo con il mondo.

 

Poi il mio passato, gli eventi della mia vita passarono davanti a me, e poi vidi eventi del mio futuro, come la nascita di un figlio e mi venne offerta l'opportunità di rimanere in quella situazione per 6 ore o di rimanerci per sempre.

 

Devo dire che sono stata tentata di rimanere ... dopo aver passato anni a chiedere un fratello e aver scoperto di averne uno ... e poi quella serenità, oh è stato meraviglioso, e io avevo bisogno di un po' di serenità da tempo .... ma poi ho pensato a mia madre e mi sono un po' spaventata all'idea che non l'avrei più rivista ma sicuramente non avevo più paura di morire. Volevo dire di sì, che sarei rimasta, ma invece ho detto "No, la mamma ha bisogno di me", ma non ho idea del perchè abbia risposto così.

 

Poi mi è stato chiesto di promettere a mio fratello che avrei chiamato il mio futuro figlio con il suo nome, ho accettato e anche mio fratello ha accettato.

 

Ho chiesto a mio fratello se lo avrei rivisto? mi ha detto che sarebbe successo e mi ha raccomandato di essere brava sulla terra, di fare la brava.

 

Questa è stata la fine della mia esperienza. Sfortunatamente non ricordo come sono tornata, so solo che mi è dispiaciuto andarmene; volevo davvero restare.

 

Quando poi ripresi conoscenza in ospedale e fui in grado di parlare, chiesi di mio fratello, la storia di mio fratello perchè sia io che altri amici e conoscenti pensavamo che fossi figlia unica. E mi parlarono di mio fratello.

 

Quest'esperienza è stata anche per altri motivi importante per me, sono sempre stata una persona premurosa ma da quel momento provo anche molta più compassione per le persone.

 

Ovviamente non ho più paura della morte, anzi, la morte è collegata a una speranza: quella di poter rivedere mio fratello.

 

Dopo la morte ci si incontra esperienze vere sono parole di Jessica

 

 

 

Dopo la morte ci si incontra esperienze vere

 

Dopo la morte ci si incontra esperienze

 

Dopo la morte ci si incontra

 

www.leparoledegliangeli.com

 

Stampa Email