Le Parole degli Angeli
Italiano  Inglese

Testimonianze

Storia Dedicata A Tutti Quelli Che Hanno Perso Un Animale

Storia Dedicata A Tutti Quelli Che Hanno Perso Un Animale
 
Premetto che questa storia che sto per raccontare è dedicata a tutti quelli che hanno perso un animale come potrebbe essere un cane, un gatto, un uccellino, a cui erano molto affezionati e magari si chiedono se dopo la loro morte essi esistono ancora. Be io posso assicurare di si... anche loro hanno un’anima, (oltre ad essere stato rivelato dalle anime, l’ho sperimentato in prima persona). Non voglio farla lunga e allora ... via alla mia storia che ha dell’incredibile!!!!!!!!!!!!!!!!!
 
Un mio carissimo amico, (lo chiamerò Adriano per la privacy) a cui sono molto legato, e anche lui è molto legato a me, aveva un bellissimo cane. Un alano arlecchino, da fare invidia a tutti quelli che lo vedevano.
 
Da un po’ di tempo era malato, anche dopo tante cure, il cane ormai era in fase terminale. Adriano essendo un ragazzo molto sensibile, ha deciso di affidare il cane a suo fratello (anche lui legato al cane come se fosse un figlio) affinchè lo curasse fino alla fine. Adriano non avrebbe accettato la morte del cane specie se fosse morto in sua presenza.
 
L’anno scorso per Natale abbiamo fatto un piccolo viaggio assieme, e precisamente siamo stati a S.G. Rotondo da Padre Pio e dopo a Napoli da amici. La notte del 23 Adriano sogna il suo cane che viene a fargli le coccole come era solito fare ogni volta che lo vedeva, leccandolo tutto e giocando con lui. Stava bene, era anche ingrassato e saltava da un posto all’altro senza problemi e senza fatica. Adriano era felice di rivedere il cane in forma. La mattina seguente mi racconta il sogno ed io gli dico che magari era solo la sua voglia di vedere la povera bestia guarita.
 
Dopo qualche ora la madre di Adriano lo chiama al cellulare per sapere come stava. Al ritorno del viaggio, la prima cosa che fa Adriano è quella di andare a vedere il cane, ma i suoi genitori e suo fratello spiegano che all’improvviso il cane la notte del 23 muore improvvisamente. Lui si ricorda immediatamente del sogno, chiede l’ora e corrisponde alla stessa del sogno. Il cane nella partenza di questo mondo, sapendo quanto lo amava il suo padroncino, è andato a salutarlo facendogli vedere che stava bene, finalmente. Ma questo non è tutto. Il bello deve ancora venire.
 
Questa estate abbiamo litigato per motivi futili, e per un mese circa non ci siamo parlati solo per orgoglio. Io stavo male per questo litigio e Adriano stava male pure. Adriano ha delle foto che abbiamo scattato assieme quando andiamo in vacanza e usa mettere le più belle in delle cornici ed esporle. Dopo il nostro litigio lui tolse tutte quelle dove ci sono io e lasciò le altre con gli altri amici e amiche.
 
Una sera di Agosto, il 5 io sogno mia nonna defunta che era molto angustiata. Io chiedo cosa avesse e lei mi disse che stava male a causa del litigio e che tutto doveva ritornare come prima. Io dico che non ritornerà niente come prima, ma lei insiste arrabbiandosi sempre di più. Nella stessa notte, Adriano si era addormentato sul divano della cucina mentre vedeva la televisione, sogna il suo affezionato cane, che le fa le coccole e si sdraia accanto a lui, Adriano racconta al cane il nostro litigio e che sta male per quello che è successo. Dopo il racconto il cane va in camera da letto, apre il cassetto delle foto e va a prendere la foto dove ci sono io, il cane e Adriano. La porta dal padrone e gliela posa sul petto, vicino al cuore. Adriano in un primo momento le rifiuta, il cane insiste come dire di dover far pace. Alla fine lui si sveglia improvvisamente, sente un rumore incamera da letto. Si alza e va a vedere. Vede il cassetto dove tiene le foto aperto e la foto che aveva sognato sul letto. Un freddo gelido lo percorre, non si spiega come abbia fatto una foto uscire dal cassetto dato che nessuno sapeva di quelle foto e nessuno era in casa, dato che abita da solo. Il cane ancora una volta gli ha fatto sentire la sua presenza.
 
Dopo un po’ di giorni con Adriano abbiamo fatto pace, adesso abbiamo un amicizia più bella di prima e siamo felici di aiutarci come facevamo prima e di essere amici per la pelle. Il cane sapeva benissimo quanto noi due ci vogliamo bene ... d’altronde anche la nonna sapeva che l’unico amico era Adriano, ed era stupido finire una bella amicizia per cose futili. Il cane e la nonna credo siano stati i nostri Angeli Custodi ... che custodiscono l’amicizia e la fedeltà di Adriano nei miei confronti e quella mia nei suoi confronti.
 
Anche gli animali hanno un cuore e sanno di cosa abbiamo bisogno e vogliono il bene per noi.
 
Un bacio angelico a voi tutti che leggete questa storia.
 
Ricordate ... il nostro cammino è difficile ma se pieghiamo la nostra volontà a Dio e ci facciamo trasportare dall’amore e dai nostri cari Angeli Custodi ... tutto diventa più facile.
 
Ciao
 
Peppe!
 
Titolo Storia Dedicata A Tutti Quelli Che Hanno Perso Un Animale
 
 

Stampa Email

Le Parole degli Angeli