Le Parole degli Angeli
Italiano  Inglese

Gruppi preghiera

L'amore di Dio è come la Luce del Sole

L'amore di Dio è come la Luce del Sole che splende per tutti Messaggio

Le Guide Angeliche dettano a Lidia al Gruppo di preghiera Amore e guarigione di Catania

20.03.2012

Un saluto a tutti voi, fratelli diletti. Approfittiamo di una situazione planetaria di particolare rilievo per proporvi una simbiosi energetica fra i vostri spiriti e i nostri spiriti e tutti quelli della Galassia. L'energia che fuoriesce da questo ammasso stellare viene così orientata come un raggio laser sulla vostra Terra, sulle vostre abitazioni, sulla vostra persona. È un'energia che non brucia, che non danneggia, porta solo benefici e miglioramenti alle condizioni di vita dei nostri fratelli umani, tutti quei miglioramenti di natura fisica, affettiva, di natura sociale che costituiscono le aspirazioni, le aspettative di ogni uomo, di ogni nostro fratello. Aspettative legittime proprio perché il benessere, la felicità, la gioia sono gli elementi mancanti alla vostra vita e nel contempo costituiscono i perni essenziali su cui si svolge la vostra esistenza, le infinite esistenze.

Se sono scomparsi questi elementi, se sono diminuiti di intensità dobbiamo a tutti i costi riproporli con il beneplacito della vostra interiorità, con l'aiuto di tutte le forze del Cielo, le forze dell'Universo. È così che la luce laser - che si accompagna sempre all'amore universale – attiva le vostre risorse energetiche, attiva i cambiamenti e le possibilità di guarire. Tutti i processi di guarigione sono in pieno fermento perché indirizzati e sollecitati dall'Amore primo, dalla Volontà del nostro Creatore; e noi - fratelli in spirito - rappresentiamo il Suo volere, esercitiamo - per Sua delega - la Sua volontà.

Siamo qui numerosi a provvedere con la carica del nostro amore e con la potenza del nostro spirito al miglioramento della vostra vita - per quanto rientra nelle nostre possibilità di intervento e nel rispetto, nel sacro rispetto della legge Karmica. Ma se voi volete, fratelli, potete annullare e bruciare in un attimo gli effetti non positivi del vostro karma lasciandovi andare, non opponendo resistenza al volere di Dio, al Suo amore, lasciandovi cullare dalla Sua infinita tenerezza.

Se, come noi, in Lui vedete una Madre e un Padre di stampo divino, quale migliore rifugio, quale migliore tutela possiamo trovare!

Questa fede convinta, questo abbandonarsi senza lottare e senza resistere alla Sua mercé, può farci ritrovare la nostra vera essenza, la nostra vera identità al di sopra e al di fuori di ogni falso valore di tipo sociale.

Quanta meno resistenza si oppone all'amore tanto più benessere, serenità, pace torna a noi!

Ogni qualvolta il nostro fratello umano si arrabbia e maledice un altro fratello per il male che gli è stato recato, per il danno che ha subito, forse non riconosce, forse non si rende conto che la sua ribellione, il suo astio non è diretto a quell'uomo, a quella persona ma alla divinità che presiede il fratello. È una considerazione che deve venir fuori dopo lunga riflessione e dopo lungo esercizio nelle varie vite nelle quali è avvenuto un certo grado di apprendistato.

Se l'apprendistato ha dato dei frutti, ha fatto crescere la consapevolezza, allora ogni ribellione, anche di natura, di tipo interiore con il coinvolgimento di emozioni nocive, dovrebbe essere ormai un fatto eliminato, superato. Tuttavia sappiamo che ancora si presentano episodi - non frequenti però - di forte rabbia, di rancori che sono duri a morire, duri ad essere sconfitti.

Vi sollecitiamo, pertanto, fratelli, ad una presa di coscienza perché questi elementi possano essere diradati al massimo ed eliminati in quanto nocivi alla vostra stessa salute; in quanto non utili, non necessari al ripristino di quell'aspetto di giustizia e di equità di cui sentite la mancanza. La giustizia, Dio l'ha affidata alla legge di causa/effetto e quindi siate tranquilli, siate sereni e fiduciosi: Il male che si riceve consapevolmente - attraverso la legge di causa/effetto - tornerà come scotto su chi l'ha prodotto, ma non sentitevi mai amministratori della Legge o giudici del comportamento altrui.

Ricordate ciò che è stato scritto, che ha lasciato detto il Cristo "Non giudicate se non volete essere giudicati” e “Chi è senza peccato, scagli la prima pietra": queste due espressioni hanno una profonda morale non recepita dai nostri fratelli umani, anzi – spesso - si giudica con faciloneria e si condanna con la stessa leggerezza.

Vi esorto, fratelli, ad una riflessione sempre più profonda sui vostri moti interiori; senz'altro legittimi, perché frutto di provocazione dei vostri fratelli, ma ormai sapete, siete a conoscenza di ciò che succede all'interno di voi e all'esterno quando vi abbandonate all'istinto della rabbia e del rancore. Fate tanto, vi adoperate tanto per conservarvi in salute nutrendo il vostro corpo con cibi sani, ristorandolo con il sonno, con le buone letture e con gli svaghi gioiosi, ma poi rischiate di disperdere questo benessere nei momenti di irriflessione.

L'amore di Dio, il Suo sostegno, la Sua tenerezza di Padre celeste rimangono sempre attivi, sempre presenti in ogni momento della vostra vita; siete voi, piuttosto, che qualche volta non sentite questa Presenza perché vi rifugiate e vi proteggete dietro un muro di pessimismo.

L'amore di Dio è come la Luce del Sole che splende per tutti ma chi si tiene celato e nascosto in una caverna pensa di essere sempre al buio e quindi nega la presenza del Sole. La caverna è la residenza che il gioco della vita, il gioco dell'esistenza tiene sempre alta, tiene sempre efficiente.

La diffidenza e il pessimismo sono due elementi che hanno un ruolo significativo nella vita di ogni uomo!

Vi hanno insegnato, sin da piccoli, che bisogna alimentare la diffidenza per difendersi da altri uomini; e non bisogna essere positivi perché la vita è una valle di lacrime, piena di brutture. Pertanto, ogni esistenza diventa una catena, una catena al piede assai pesante che bisogna trascinarsi dietro.

Sono tutti concetti che vanno rielaborati e rivisti alla luce della vostra esperienza spirituale, del curriculum spirituale che avete accumulato ed è, pertanto, che tutto è modificabile nella vita di un uomo; non ci sono valori assoluti e validi per ogni essere umano tranne quelli universali della Fratellanza e dell'Amore.

Se non ci sono punti fermi dove sta la verità? - vi chiedete.

La verità è il vostro bagaglio di esperienze che vi portate appresso nel curriculum spirituale - sempre modificabile - di nuove concettualità, di nuovi aspetti della verità che andate di volta in volta riscoprendo.

C'è da aggiungere che i contenuti che avete dentro non sono affatto in contrasto, in contrapposizione con i contenuti che aspettano di essere scoperti, riscoperti.

Dunque la verità con la “V” maiuscola, la Verità trascendentale rappresenta un libro con la consequenzialità delle varie pagine - dalla prima all'ultima - con un crescendo sempre maggiore.

È questa la grande bellezza, la grande ricchezza di un’esistenza, delle tante esistenze: accumulare verità, accumulare conoscenza!

C'è un detto che un vostro Poeta vi ha lasciato: "Fatti non foste per viver come bruti ma per seguir virtude e conoscenza". Una grande verità che vi è stata tramandata da un Poeta e noi la approviamo e la riproponiamo come veramente valida.

Non si può mai disprezzare la vostra vita, anche quella vita piena di ingiustizie, cosparsa di dolore, di sacrifici o di tanti fatti non positivi!

La vita ha un significato così grande, così profondo che va al di là di questi aspetti che per voi - fratelli umani - costituiscono un vero dramma. Però già voi che mi seguite, che avete fatto vostri i nostri insegnamenti rielaborandoli alla luce del vostro spirito, della conoscenza del vostro spirito, già vi rendete conto del valore di una vita, del valore sacro, indiscutibile; quindi non bisogna né disprezzarla né farla venir meno, interromperla per nessun motivo.

Voglio anche comunicarvi che tutti i gruppi di preghiera, tutti i centri di uomini risvegliati alla verità e distaccati, in ogni punto della Terra, sono già preparati e pronti per il grande salto di qualità che si sta prefigurando per la vostra Terra.

Un fatto spettacolare di cui sentirete molto parlare, molto discutere. Qualcuno avrà paura, qualcuno lo coglierà come un segno di maledizione divina per le ripercussioni a livello della natura, dei moti degli elementi della natura. Ma non è così. Sta prendendo forma, forma e sostanza, il Piano di Dio, quel Piano che Dio ha programmato per tutti gli uomini e che gli uomini di buona volontà hanno recepito, stanno mettendo in atto; perché le trasformazioni avvengono se c’è un flusso e un riflusso, se c’è un contributo da entrambe le parti nella volontà del cambiamento.

Quindi, voi uomini siete gli edificatori e gli esecutori del Piano di Dio. Fino a poco tempo fa, era ancora nell’ambivalenza degli opposti – in un prossimo futuro – nell’unità del pensiero di Dio, unità di bene e di male e quindi solo di bene.

Chiudiamo questo incontro rinnovandovi l'intensità del nostro amore, la potenza del nostro spirito a vostro beneficio e lasciandovi come sempre la nostra benedizione.

Addio, fratelli.

 

L'Amore di Dio è come la Luce del Sole che splende su tutti

 

 

www.leparoledegliangeli.com

 

Stampa Email