Le Parole degli Angeli
Italiano  Inglese

Gruppi preghiera

Cerchio di guarigione Messaggi delle Guide

Cerchio di guarigione Messaggi delle Guide Angeliche al Cerchio di guarigione

Le Guide Angeliche dettano a Lidia al Gruppo di preghiera Amore e guarigione di Catania

08.05.2012

Fratelli diletti, sono con voi. Come sempre, sono venuto perché spinto, sollecitato dalla richiesta del vostro cuore, un richiamo d'amore al quale non si può restare indifferenti. Anche se noi, con la nostra presenza, non possiamo modificare, capovolgere l'andamento della vostra vita, tuttavia non possiamo negarvi quel sostegno morale, quell'apporto amoroso che vi fa sentire più sicuri, più forti nell'affrontare il quotidiano e ogni uomo, ogni essere di questa Terra ha un grande bisogno di questo sostegno, di questo aiuto.

Anche l'uomo più ricco, più potente annovera - nel corso della sua vita - momenti di grande solitudine, solitudine affettiva e sconforto dell'animo!

Quindi, consideratici i pilastri, i pilastri portanti di quella grande costruzione che avete sviluppato nel corso della vostra vita. Voi l'avete prodotta con il vostro alacre lavoro, con l'impegno continuo e noi siamo qui, sempre, a difenderla dal pericolo di un crollo, per un momento di disattenzione. Facciamo sì che resti sempre in piedi nonostante le molte vicissitudini e gli attacchi cui è soggetta, attacchi dal mondo esterno e - perché no? - anche da parte di voi stessi, nei momenti in cui non vi amate e non vi ritenete degni, degni dell'Amore di Dio e dell'amore del vostro prossimo.

Ritenete tutto ciò erroneamente perché qualche volta la vista è offuscata dalle preoccupazioni, dalle sofferenze dell'animo e - in queste condizioni - ciò che vi sfugge è l'Amore di Dio come presenza continua, come presenza effettiva nella vostra vita. L’obnubilamento della mente e del cuore possono indurre in questo errore - come è successo a molti vostri fratelli che, in un momento critico, hanno rifiutato la bellezza e la ricchezza della vita. Ma il cuore di Dio è grande, è immenso e il Suo Amore tutto comprende e tutto giustifica.

Se ancora questo meccanismo di amore incondizionato, di amore infinito non rientra nei vostri parametri, significa che molta strada bisogna fare, molte esperienze incarnative si presentano alla creatura per affinare il suo sentire interiore mediante le sofferenze proprie e altrui, sviluppare al massimo la compassione, l'accettazione di sé e degli altri.

Voi, fratelli che seguite i nostri colloqui, i nostri insegnamenti, avete fatto crescere e sviluppare i semi che vi abbiamo indirizzato, anche se per voi, così attenti, così devoti, la vita non vi ha fatto sconti e riduzioni nelle problematiche esistenziali. Attraverso le tante prove dolorose affrontate avete imparato tanto, avete conservato quel rigore morale che ad altri è venuto a mancare; avete conservato l'accettazione serena e consapevole degli “alti e bassi” della vita senza mai farvi prendere dalla rabbia, dalla disperazione, conservando, dunque, una fiducia interiore che è la vera forza degli esseri particolari, degli esseri forti, degli esseri evoluti.

La serena accettazione consapevole è la saggezza più grande che si possa realizzare perché viene fuori da una comprensione del proprio karma e di quello degli altri. Quindi, questi intrecci karmici in seno alle famiglie, in seno alle relazioni con molti vostri simili possono fare scattare l'odio, il rancore, la vendetta e a volte anche la disperazione. La comprensione di fatti della propria vita, di tutti gli intrecci karmici con i propri familiari, con i propri amici è un meccanismo che viene fuori, che dovrà venire fuori quando si sarà raggiunto un grado abbastanza ampio di consapevolezza. Cioè a dire: non si è su questa Terra venuti per caso, per un fatto fortuito ma la vita ha un significato molto più profondo che va oltre il nascere e il morire.

La comprensione della vita, della propria e quella altrui, è un dettato che spetta ad ogni creatura ed è anche un impegno, un impegno continuo e profondo per capire il significato.

Siete venuti su questa Terra, fratelli, con un compito importante ma ben dettagliato e tanto più amore mettete nell'andamento della vostra vita tanto più si aprono quelle porte nascoste della verità. La verità assoluta non è di là da venire ma è già compresa e visibile anche in quei piccoli squarci che vi permette la vostra visione.

Anche nel trascendente coesiste l'immanente. Il trascendente è una continuazione logica, una continuazione spirituale dell'immanente!

Ciò che voi vedete come la fine di qualcosa, la fine di una relazione, la fine della vita, la fine della giovinezza è una visione distorta della realtà, della realtà assoluta perché niente finisce, niente si chiude e neanche la morte fisica può rappresentare la fine di un’esistenza. Piuttosto è una fase che si chiude ma che dà l'avvio ad un'altra fase dell'esistenza. Il tempo che scorre nella vostra dimensione produce queste immagini e quindi questi convincimenti mentali ma tutta l'esistenza è continuamente in fieri, senza quegli stacchi netti che voi percepite con i vostri sensi tarati e limitati.

È vero, tutto il mondo attorno a voi si trasforma: animali, piante hanno un corso di esistenza ma tutto questo è apparente perché a livello subatomico il processo vitale continua sotto altra forma, così l'energia dell'Universo che prende la forma di un animale, di una pianta, di un essere umano cambia forma, si rigenera ai vostri occhi anche se tutto questo è negato dai vostri sensi, è interdetto.  Ma lo spirito che si accompagna sempre alla materia - dopo queste esperienze - porta con sé i segni di questo apprendistato e se decide di scendere di nuovo nella materia ha accumulato saggezza e conoscenza.

Tutto questo iter - che sembra così lungo, così difficile, così contorto, in assenza di tempo e di spazio - è un fiat per noi ma perché si realizzi questo fiat occorrono infinite dimensioni di apprendistato e infinite dimensioni dell'essere che sono anch'esse una immaginazione, una illusione, illusione necessaria per cui in questo momento, fratelli, siete certi di questa vostra esistenza, del colloquio che stiamo intrattenendo ma io devo anche dirvi e farvi riflettere sulla illusione che state vivendo. Vi dico anche che voi e noi siamo un tutt'uno e siamo sempre stati e saremo sempre in unione con Dio, nell'interezza della Sua essenza, nell'unità del Suo essere, apparentemente sparpagliati e divisi in una miriade immensa di scintille divine e nel contempo siamo compresi e presenti nella Sua unità, nel Suo immenso amore.

Se questa verità così grande, così profonda, così incontrovertibile prende sede stabile nella vostra interiorità, nella vostra mente allora tutto ciò che accade nel mondo, nella vostra vita e nella storia dell'uomo diventa cosa di minima importanza, di minimo valore. Questa complessità di visione dell’esistenza che vivete e dell’esistenza spirituale è l'impegno che avete messo nel progettare questa vostra incarnazione e quindi non potete più tornare indietro ma dovete per forza, necessariamente, andare avanti e svilupparla nella sua profondità. La saggezza che andate a conquistare, a fare vostra riporterà all'imperturbabilità dinanzi alle amarezze e alle sofferenze senza per questo farvi diventare aridi o disaffettivi.

È proprio questo aspetto che sembra in contrasto, che molti non capiscono, che non accettano; l'imperturbabilità di fronte ai mali del mondo e anche gli stessi mali della vostra vita non può fare di voi uomini duri di cuore, uomini insensibili ma anzi piuttosto deve farvi sentire pieni di amore verso gli altri e disponibili all'aiuto senza essere preda di scoraggiamenti o di coinvolgimenti emotivi, di una trasformazione graduale ma difficile da attuare.

Voi, fratelli, vi siete dati questo impegno, cosa che non è di tutti, di tutti i vostri simili. Per questo, e non solo per questo, vi ammiriamo e vi consideriamo fratelli eroici e i migliori compagni di cammino, di cammino spirituale.

Siamo sempre con voi a sostenervi ma siete sempre voi a fare il bello e il cattivo della vostra vita. Ma quando si è imparata la lezione non si è più portati a fare lo stesso errore. Quindi ora sarete voi a fare solo il bello della vostra vita.  Anche se gli altri, qualcun altro, tenterà di insidiarvi, atterrarvi, sarete in grado di difendervi senza offendere nessuno ma salvaguardando la vostra integrità spirituale: cioè a dire senza odio, rancore ed altri siffatte emozioni. Difendersi senza danneggiare se stessi e l'altro è un compito assai difficile e perciò molto impegnativo.

Ci sono domande, fratelli, alle quali posso rispondere?

Un abbraccio spirituale a tutti voi, fratelli. Io vado.

Addio

 

 

Cerchio di guarigione Messaggi delle Guide Angeliche al Cerchio di guarigione

 

www.leparoledegliangeli.com

 

Stampa Email