Le Parole degli Angeli
Italiano  Inglese

Premorte

Obe storie fuori dal corpo

Obe storie fuori dal corpo c'è un'anima dentro di me

 

Obe storie fuori dal corpo

 

Non so cosa mi sia successo quella notte, ero una ragazza sana di 15 anni, avevo una vita tipica da adolescente, non ho mai avuto gravi problemi di salute, ma avevo attraversato dei momenti emotivamente traumatici: mia sorella minore è morta nel periodo prenatale e mio padre è morto quando avevo 6 anni; la mia famiglia non era la migliore ma non ero molto infelice.

 

Non ricordo cosa feci quel giorno, forse era stato un giorno noioso come tanti altri, la mattina sarei dovuta andare a scuola e sono andata a letto come al solito.

 

Improvvisamente mi resi conto che non stavo respirando, lo sapevo, ma il mio corpo non reagiva, mi sentivo bruciare nei polmoni, ma non era molto doloroso. Non ho lottato per respirare, sembravo invece consapevole di quello che stava per accadere e ... improvvisamente sono morta .... almeno questo è quello che ho pensato; l'unico pensiero che avevo era "Oh, mia madre sarà triste a trovare il mio corpo nel letto domani mattina, mi dispiace per lei ma non per me stessa".

 

Ho sentito il mio Spirito uscire dal mio corpo, era una sensazione difficile da descrivere a parole ma sapevo che il mio corpo era adesso sotto di me, ma non l'ho visto perché ero di fronte al soffitto, ho visto la mia stanza e le mura che si muovevano ma in realtà ero io che mi stavo sollevando andando verso il cielo.

 

E poi non ero più nella mia stanza, ero in un posto che, ancora una volta, ho difficoltà a descrivere: non era un luogo limitato con muri perché sembrava infinito, era molto luminoso, lo chiamo bianco ma non è il colore che conosciamo, è la luce più luminosa che si può immaginare ma non fa male ai tuoi occhi; faceva caldo ma non troppo caldo; stavo molto bene, era estremamente piacevole essere lì ... era come se niente di meglio ti potesse capitare, pura felicità.

 

Questo posto, come ho detto, sembrava infinito ma davanti a me ho notato una sorta di tunnel, anche più brillante rispetto alla luce che era tutto intorno e proprio nel centro di questa apertura c'era una figura.

 

L'Essere che ho visto è stato incredibile, non esistono parole che possono descriverlo, anche l'aspetto, non aveva un aspetto maschile o un aspetto femminile, era sia donna che uomo contemporaneamente.

 

L'Essere era molto luminoso ed era la personificazione della felicità, dell'amore, della serenità, dei sentimenti materni verso il bambino; era tutto quello che vuoi allo stesso tempo, era così emozionante, non riesco a descrivere bene quello che ho sentito ma anche adesso, quando ci ripenso, ho le lacrime agli occhi, era incredibile!

 

In quell'istante ho dimenticato tutto e tutti della mia vita sulla terra, volevo solo essere lì dove era l'Essere. Sapevo che sarebbe stata la fine di tutte le mie paure, non sarei mai più stata triste, non avrei mai più pianto, non avrei avuto mai più preoccupazioni, sapevo che sarebbe stata la fine di tutti i dolori e i dispiaceri.

 

Ma mi trovavo lontano dall'Essere e volevo muovermi e avvicinarmi ma non potevo. Poi ho sentito la voce: la voce non apparteneva a una donna o ad un uomo e non parlava in nessun linguaggio, non parlava con la bocca, ma in qualche modo ho sentito questa voce nella mia testa.

 

Questa voce era così rilassante, calmante e dolce e ha detto solo due parole: "Non adesso". Ho chiesto perché e assicurato all'Essere che volevo rimanere, davvero, davvero, davvero volevo rimanere!

 

La delusione che provai fu enorme, non mi importava cosa stesse succedendo sulla terra, volevo essere lì con l'Essere ... ma mi ripeté e con un tale amore "Non adesso".

 

Ho sentito che mi stavo allontanando da questo luogo luminoso, ho sentivo un po' freddo e sono caduta di nuovo nel mio corpo, ho letteralmente avuto la sensazione di cadere da una piccola distanza.

 

Poi mi accorsi che stavo prendendo un respiro profondo e molto doloroso, sapevo che non avevo respirato per molto tempo e la mia bocca era asciutta e il mio petto era come se fosse stato in procinto di esplodere. Peggio di questo, era la sensazione di essere nel mio corpo e lontano dall'amore puro e dalla luce che avevo appena visto; mi sembrava di essere troppo grande per il mio corpo, come indossare scarpe troppo piccole, questa era la sensazione brutta che provavo, ho scoperto che c'è un'anima dentro di me ma la mia anima è più grande della mia carne e semplicemente non si adatta.

 

Ero nel cuore della notte, dopo aver preso quel respiro profondo ho cercato di calmarmi perché il mio corpo stava chiedendo sempre più ossigeno e quando sono diventata calma e ho iniziato a respirare regolarmente, mi sono addormentata.

 

La mattina successiva non sapevo cosa pensare, non avevo mai sentito parlare delle esperienze obe, delle esperienze fuori dal corpo, anzi non pensavo fosse vero che potessero accadere, ma questo che vi ho raccontato è quello che mi è successo.

 

Più tardi ho trovato racconti di altre storie simili alla mia e così ho familiarizzato con i concetti di nde, obe e tunnel di luce ma a volte mi domando se non fosse invece un sogno molto realistico, non lo so e quello che mi uccide è che non ne sarò sicura finché non sentirò la voce di quel dolce Essere dire: "È ora".

 

Non vedo l'ora!

 

Obe storie fuori dal corpo c'è un'anima dentro di me è il racconto di Sabina

 

 

 

Obe storie fuori dal corpo c'è un'anima dentro di me

 

Obe storie fuori dal corpo

 

www.leparoledegliangeli.com

 

Stampa Email