Le Parole degli Angeli
Italiano  Inglese

Premorte

Esperienze pre morte e scienza

Esperienze pre morte e scienza

 

Esperienze pre morte e scienza

 

Stavo facendo il servizio militare, avevo un forte raffreddore e febbre alta, mi sentivo molto debole, tremavo e cercai sollievo in infermeria; in infermeria decisero di darmi della penicillina ma mentre mi stavano iniettando la penicillina prima ebbi un annebbiamento della coscienza e poi la persi completamente.

 

Per la scienza ebbi una esperienza di pre morte per reazione allergica alla penicillina scoprii in seguito ...

 

Senza provare alcun dolore, senza volere che ciò accadesse, cominciai a vedermi come se mi dissolvessi sul pavimento. Il medico e le infermiere erano allarmati; mi hanno sollevato e mi hanno messo su una branda, facendo allo stesso tempo commenti sul mio didietro e hanno tentato di rianimarmi.

 

Poi la stanza si piegò dal soffitto e io cominciai ad alzarmi, sempre più veloce e sempre più in alto, finché non mi trovai più nel luogo dell'infermeria.

 

Ho iniziato a sentire una straordinaria liberazione della mia anima dal mio corpo; era come se fossi stato rilasciato da una condanna a vivere, come se il mio corpo fosse stato il mio carcere (senza rendermene conto fino a quel momento) e come se tutto ciò che mi connetteva al corpo fosse pesante e gravoso: dovevo respirare, dovevo spostare il mio corpo, ecc. ... anche i legami li sentii pesanti .... i legami dell'infanzia, famiglia, amici, conoscenti, la città, ecc. .... sentii che mi stavo liberando da tutti i legami con la vita della terra, mi sentivo sempre più liberato da tutto ciò che mi legava e pronto per tornare a Casa, tra le braccia di mia madre e per unirmi a tutto ciò di cui facevo parte e che avevo cercato sin dalla nascita.

 

Mi trovai presto in uno spazio e in un luogo a me sconosciuti, arrivato lì a una velocità che non conoscevo, con una forza di attrazione come quella del metallo su una calamita; sono entrato in un posto dove ha iniziato a diventare tutto scuro come se fossi dentro una nuvola e ogni istante diventava più denso e più scuro, e in quell'oscurità, che divenne quasi totale, ho intravisto una piccola stella o luce, che, dal momento esatto in cui l'ho notata, mi ha attirato senza esitazione verso di sè e a grande velocità.

 

Allo stesso tempo, il mio amore, o il sentimento più meraviglioso che si possa provare, stava diventando più grande, più mi avvicinavo, più il mio amore si ampliava, traboccavo di entusiasmo, era meraviglioso ciò che provavo!

 

La luce si ingrandiva sempre di più, fino a che mi sono trovato in quella luce ... così brillante, così bianca, intensa ma non mi disturbava; era pura energia, la forza, l'amore, la vita ... ero già a Casa.

 

Le sensazioni sono indescrivibili, difficili da spiegare a chi è in questa vita sulla terra ... laggiù, c'è un mondo sconosciuto di nuove sensazioni che si aprono ... e capisci cose che fino ad allora non hai mai compreso ... e tu ami, mio Dio, come ami!!!!!!

 

Poi ho sentito come se qualcuno si fosse avvicinato per accogliermi, finché non ho sentito la sua presenza direttamente davanti a me ... era come se fosse una forma umana ma senza un corpo fisico, tutto era luce, energia e amore, e noi comunicammo perfettamente, non parlando ma con il pensiero e la mente; ho iniziato a essere consapevole che c'erano altre presenze come lui che ci circondavano e mi accolsero; non potevo essere contenuto perchè ero già gioia e contentezza; tutto era pace e armonia e ho iniziato a vivere pienamente quello spazio che era il mio.

 

Ma la strada mi è stata negata da qualcosa; loro non mi aspettavano ancora, loro non si aspettavano di incontrarmi così presto, e questo unico essere ha detto che sarei dovuto tornare indietro e non c'era altra opzione; non era mia la scelta, non era mia la decisione, ma era la decisione migliore nel mio interesse e, con mio grande dispiacere, la scelta più conveniente per me.

 

Cominciai a sentire altre voci, cominciai a notare come chiudevo gli occhi senza volerlo e accettavo ciò che veniva detto "Hai ancora cose da fare con il tuo amore!" ed ho compreso che l'unica cosa che li conta davvero è non solo che ami e che ami molto, ma anche che sei amato e amato molto; questo è il segno eloquente del tuo amore.

 

Tutte le mie libertà acquisite iniziarono a svanire, iniziai a prendere coscienza che dovevo entrare di nuovo in quel corpo, che dovevo tornare a respirare, dovevo ritornare consapevole di chi fossi ... dovevo riprendere tutto da capo ....

 

Sentii le voci delle infermiere ma non volevo aprire gli occhi ... volevo tornare ... ho fatto di tutto per tornare, ma ancora una volta ero in infermeria, desolato, malato.

 

Non posso credere a quello che ho vissuto, sentito ma, ora lo so, devo vivere fino a quando non so, ma con la felicità e vivo sapendo che tornerò e che loro mi attendono e farò tutto il possibile perché sia il mio amore a parlare di me.

 

Esperienze pre morte e scienza sono parole di Agostino

 

 

 

Esperienze pre morte e scienza

 

www.leparoledegliangeli.com

 

Stampa Email